Meat Out Day?

In 50 stati americani e in decine di altre

nazioni il 20 marzo ricorre, da oltre

venti anni, il meatout day (giorno

di fuoriuscita dalla carne), grande

campagna di educazione alimentare dal

basso e interattiva. Una giornata di eventi,

tavolini nelle strade, cene dimostrative,

volantinaggi, pressioni sui media, colloqui

con familiari, amici e vicini. Si chiede

a tutti di non mangiare carne e pesce per

quel giorno almeno e si divulgano le buone

ragioni - etiche, ambientali, climatiche,

salutari, economiche e perfino gustative

- che inducono a passare al cibo del

futuro, che dovrà essere il più possibile vegetale

e biolocalmente prodotto.

Ma la transizione auspicata verso un

modello proteico non è affatto iniziata. Si

prevede che entro il 2050 il consumomondiale

di carne raddoppierà e l’aumento sarà

quasi tutto nel Sud delmondo. Già oggi

siamo a oltre 280 milioni di tonnellate all’anno.

Fra i cambiamenti necessari per un futuro

vivibile, la rivoluzione delle abitudini

alimentari è uno dei

Aggiornamento:

pochi immediatamente

realizzabili a livello individuale:

non richiede svolte politiche né la diffusione

di tecnologie. E la sua portata sarebbe

enorme: Albert Einstein dichiarò che

«niente andrà a beneficio della salute

umana e accrescerà le chance di sopravvivenza

della vita sulla Terra quanto l’evoluzione

verso una dieta vegetariana». Certo,

da allora le minacce ambientali si sono

moltiplicate ed ecco perché l’indiano

Rajendra Pachauri, coordinatore dell’Ipcc,

il pool di scienziatiOnu che si occupa

di cambiamenti climatici, non suggerisce

solo il cambiamento alimentare ma

anche...di andare in bici, e in generale riorientare

gli stili di vita verso la sobrietà.

Sul lato dei consumi, l’impatto sanitario

della dieta con forte componente animale

sarà al centro del meatout day negli

Stati uniti. Sul lato dell’offerta, l’impatto

della zootecnia intensiva (e per soddisfare

simili consumi non può che essere intensiva)

è ormai sottolineato in più sedi, anche

se c’è chi sostiene che si potrà

Aggiornamento 2:

riorganizzare

la produzione senza ridurla, dunque

senza una rivoluzione dei consumi.

Terra: buona parte delle superfici agricole

disponibili è destinata a coltivare i futuri

mangimi per le stalle; intanto a fronte

degli oltre 840 milioni di persone sottonutrite,

la produzione di alimenti animali è

inefficiente: nel passaggio dalle calorie e

proteine vegetalimolto si perde, fino al 90

per cento del totale (per ottenere 1.000

chilocalorie di carne occorrono 8 metri

quadrati di terreno rispetto agli 0,26-0,80

per 1.000 calorie di cereali).

Acqua: in tutto il ciclo produttivo zootecnico,

dai campi per la mangimistica ai

frigoriferi per la refrigerazione, ne occorre

moltissima e molta se ne inquina; negli

Stati uniti, secondo la governativa Epa

(Agenzia per la protezione ambientale),

circa i tre quarti delle acque sono inquinati

da questo settore produttivo; in tempi

di crisi idrica presente e futura, converrebbe

orientarsi verso colture vegetali come

quelle che secondi i centri di ricerca

Aggiornamento 3:

agricola

internazionali (e il rapporto Slow Trade

Sound Farming del Wupperthal Institute)

sono le più adatte a fornire un minimo

di sicurezza alimentare in condizioni climatiche

difficili e con poca acqua:miglio,

sorgo e orzo, arachidi, legumi nelle tante

declinazioni locali. Fuoco e aria: il ciclo

produttivo zootecnico richiede grandi

quantità di energia di origine fossile, il che

si traduce in emissioni di anidride carbonica,

gas climalterante, a cui si aggiungono

le emissioni di metano delle deiezioni,

e quelle delmetabolismo nel caso dei bovini.

A ciò va sommata la distruzione delle

foreste (e relativa «liberazione» di carbonio)

per l’espansione delle colturemangimistiche.

Insomma per produrre un chilo

di carne bovina le emissioni di gas serra

possono essere equivalenti a 36 kg di anidride

carbonica. Il meatout day, infine,

sottolinea che il tempo è venuto per una

svolta etica che non accetti più il trattamento

inflitto alle «macchine da carne»,

stipate in lager, trasportate in tir

Aggiornamento 4:

piombati

qua e là per il mondo, verso i macelli.

Da "il manifesto" di oggi 19/03

10 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    - Per Anna88:

    "Gli americani mangiano carne circa cinque volte in più rispetto a noi"

    http://allcountries.org/uscensus/1370_per_capita_c...

    Gli Stati Uniti è uno dei popoli che mangia più carne al mondo.

    - Carne bovina 45,3 Kg circa il doppio dell'Italia (26,3 Kg)

    - Maiale 31,7 Kg in Italia (36.3 Kg)

    - Pollame 49,4 Kg (Italia 18,4 Kg)

    Carne equina 0 Kg (Italia è uno dei principali al mondo, quasi la metà della carne equina si consuma in Italia, altri paesi consumatori sono la Francia e il Belgio, i paesi produttori sono in genere nell'est Europa, esempio Polonia)

    In Totale negli Stati Uniti mangiano circa 120 Kg di carne e in Italia circa 90 Kg (...senza contare il pesce...)

    Quindi non cinque volte diciamo che uno dei popoli più carnivori al mondo mangia circa una volta e mezza quello che mangiamo noi.

    Se facciamo una classifica Europea noi siamo:

    1° posto per consumo di carne equina.

    2° posto per consumo di carne bovina (dopo la Francia), ne mangiamo di più della Svizzera e dell'Austria...

    13° posto per consumo di carne di maiale

    12° posto per consumo di pollame

    *

    .... Dobbiamo stare attenti nel trasmettere informazioni sbagliate,...

    ...Appunto scrivo questa risposta...

    *

    "... ridurre il consumo di carne rossa è corretto ma mai passare a diete pericolose e contronatura come la dieta vegetariana. che è pericolosa per chi la adotta ( ma questa è una scelta libera, come si può fumare si può anche essere vegetariani, si fa male a se stessi e non agli altri)

    *

    ..Vedo che non sei "aggiornata"...

    http://www.oltrelaspecie.org/download/diete-vegeta...

    "...Le diete vegane ben bilanciate ed altri tipi di diete vegetariane risultano appropriate per tutti gli stadi del ciclo vitale, ivi inclusi gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia ed adolescenza. Le diete vegetariane offrono molteplici vantaggi sul piano nutrizionale, compresi ridotti contenuti di acidi grassi saturi, colesterolo e proteine animali, a fronte di più elevati contenuti di carboidrati, fibre, magnesio, potassio, acido folico ed antiossidanti, quali ad esempio le vitamine C ed E e le sostanze fitochimiche. I dati disponibili nella letteratura scientifica evidenziano come i vegetariani presentino un più basso indice di massa corporea dei non-vegetariani, come pure una ridotta incidenza di morte per cardiopatia ischemica; i vegetariani presentano inoltre più bassi livelli di colesterolo plasmatico e di pressione arteriosa, una ridotta incidenza di ipertensione, di diabete mellito tipo 2 e di tumore della prostata e del colon. ...American Institute for Cancer Research ed il

    World Cancer Research Fund (Istituto Americano per la Ricerca sul Cancro e la Fondazione Mondiale per la Ricerca sul Cancro) invitano a scegliere principalmente diete a base di cibi vegetali, ricche di varietà di verdura e frutta, legumi e cibi poco raffinati ricchi di carboidrati complessi, raccomandando di limitare il consumo di carne rossa nel caso questa venga assunta...L'American Heart Association

    ..." Per motivi di spazio rimando la lettura al link...

    *

    "... ma è pericolosa anche per l' ambiente.Un numero alto di vegetariani vorrebbe dire disboscare quel poco che resta e far soffrire ancora di più il terzo mondo...."

    Ma stai scherzando o parli sul serio?

    Guarda che il disboscamento di quel poco che c'è (Amazzonia) e la sofferenza del terzo mondo è dovuto alla tua alimentazione carnivora non alla nostra alimentazione vegetariana.... appunto perchp la carne è una fabbrica di proteine alla rovescia... occorre dare agli animali tantissimo cibo vegetale per ottenere poco cibo animale per i carnivori.

    Non è possibile in Europa coltivare cibo per i tanti animali che vengono allevati, da qui i problemi che causiamo al mondo intero.. .se il mondo fosse vegetariano ci sarebbe sufficiente cibo per oltre 20 miliardi di persone...senza disboscamenti e senza sofferenze...

    http://www.progettogaia.it/dirittiuman/fao2002/dat...

    "...Quantità (in percentuale) del grano prodotto negli Stati Uniti consumato dagli umani: 2%

    Quantità (in percentuale) del grano prodotto dagli Stati Uniti

    consumato dal bestiame: 77%

    *

    http://www.alimentazionesostenibile.org/ebasta/dat...

    "...- Principale causa della distruzione delle foreste pluviali in

    America Centrale: produzione di carne..."

  • 1 decennio fa

    Anche i vegetali sono esseri viventi che vanno rispettati , ma senza mangiarli non si può aver una vita sana mentre senza la carne si. Quindi non volendo morire di fame si cerca di fare il male minore. Soffre di più un essere umano quando gli tagli un braccio (gli animali soffrono come noi) o una pianta quando gli stacchi un gambo?...uhm...fammi pensare...

    Ma ti rendi conto quanto del male viene fatto a quelle povere creature per farvi avere quella bistecca? Sei mai stata in un macello? Sono sicura che cambieresti opinione! Io non voglio imporre niente a nessuno, ma almeno non venite a dire simili schiocchezze! E' ovvio che scatenate la rabbia!

    Bella questa! Un numero alto di vegetariani causa il disboscamento??? Guarda che è il contrario! Ma che siamo impazziti forse????

    http://www.progettogaia.it/materiali/carneamara.pd...

    http://www.societavegetariana.org/noi%20siamo%20ve...

    http://www.scienzavegetariana.it/ambiente/imp_soc_...

  • Kunta
    Lv 6
    1 decennio fa

    Come si fa?

    Premetto che l'articolo è molto interessante, scusa se mi dilungherò a rispondere a chi ha già risposto, ma oggi sono più polemica del solito! ...senza offesa

    Ilaria87

    Ma hai letto quello che c'è scritto? Ora capisco che tu non ti senta un assassina perchè non uccidi direttamente animali...ma le problematiche vanno un po' oltre al vostro orgoglio...che si fa? rileggi l'articolo e pensa. È proprio così importante il gusto di maialino, vitellino, agnellino, cavallino, pesciolino sul tuo palato?

    Ma ti rendi conto che c'è una grossa differenza tra animali e piante? certo non campiamo d'aria, ma se è possibile tra il male minore e il peggiore che macchia in realtà le nostre mani di sangue...tu cosa sceglieresti? (ovviamente è una domanda stupida visto la tua risposta, tentar non nuoce!)

    streghetta nessuno ti obbliga a rispondere a questa domanda

    anna.198...

    ok può capitare a tutti di dire castronerie...ma per favore!

    Aprite gli occhi leggete e magari qlc volta cambiate domanda se proprio dovete dare "aria alle dita"!!

    Bengalin..

    Massimo rispetto, come per i miei parenti che hanno vissuto la fame sulla loro pella e che tanto avrebbero da insegnare a tutti noi, non noi vegetariani noi nuove generazioni! Per quanto riguarda l'inutile spreco non solo di carne, ma di imballi, materiali, oggetti...l'era del consumismo insomma!

    Sono sicura che se io non avessi niente da mangiare lo spirito di sopravvivenza avrebbe la meglio...ma non è così! E se avessimo le vedute un po' più aperte potremmo capire che anche grazie all'alimentazione vegetariana la fame nel mondo potrebbe diminuire coma anche l'illustre Veronesi ha dichiarato.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io compro prodotti dalla filiera corta, sono iscritta ad un Gruppo di Acquisto Solidale in cui posso approvigionarmi di pasta , riso, saponi venduti "al litro", quindi evitando lo spreco di confezioni da smaltire, ho installato i riduttori di flusso in casa per risparmiare ACQUA, l'oro blu, sono sostenitrice dello slow living... cerco nel mio piccolo di fare... non sono ancora vegetariana, ma gia mangio quasi solo carne bianca e voglio informarmi bene sui nutrienti necessari... il problema americano, che ha addirittura bisogno di un "Meat out day", e' l'alimentazione assolutamente disordinata, con la piramide alimentare praticamente capovolta in cui grassi insaturi sotto forma di carne vengono fagocitati quotidianamente... qui in italia per fortuna, la "dieta mediterranea" prevede un gran uso di carboidrati, verdura, frutta e legumi e occosionalmente carni... sarebbe gia un passo avanti per molti paesi adattarsi alla dieta mediterranea... e un passo per volta si potrebbe arrivare a una dieta vegetariana...ma dietro l'industria dellla carne, purtroppo ci sono lobby e interessi economici che neanche immaginiamo...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • rhoat
    Lv 4
    4 anni fa

    Salvo: 40 two) Gothic steel variety----------> I in basic terms want you (Ozzy Osbourne) 37) Saul Alexis Olleiam ------------> staying power (weapons N'Roses) Elimino: 40 5) anima libera-----> male non farà (ligabue) 40 six) rock celebrity-----------> 7 issues (miley cyrus) thirteen) »-->??? ???? ???<--« --------> Piccola Stella Senza Cielo (Ligabue)

  • Non lo sapevo del Meat out Day ma è veramente una bella cosa! Anche qui in Italia dovrebbero farlo, almeno la gente capirebbe un pò di più le nostre idee da vegetariani. Che ne dite se lo facciamo anche noi?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Se disgraziatamente e Dio non voglia che si ritornasse indietro nel tempo (sono nato nel 44) e la cosa fondamentale in quel triste periodo era quella di sfuggire alle bombe i nostri vecchi andavano con i carretti ,a piedi dalla Lunigiana fino a Parma Via Cisa per portare a casa un pò di farina e impiegavano circa un mese e in quel periodo per i nostri nonni e genitori era difficile mettere insieme il pranzo con la cena lo zucchero e molti generi alimentari di prima neccessità erano un miraggio " il pollaio e i conigli "erano una risorsa e il mercato nero era fiorente ,ebbene vegani sperate che non ritornino i tempi dei ladri di galline perchè a quel punto anche voi andreste a fare la guardia al pollaio io sò e assieme a me in tanti sanno cosa vuol dire FAME voi nò

    ciao

    io sono per il Thanks Giving Day

    scusate per il copia incolla

    x Crash sono contento nel leggere che una volta tanto non ricevo insulti ma una risposta sensata e te ne dò atto io rispetto tutte le idee anche quelle che non condivido però farò di tutto affinchè queste possano essere espresse mi sembra fosse" voltaire" l'autore di questa frase cmq chi esso sia ha scritto e detto parole sante però non amo le crociate ma non mi sotraggo al dibattito anche se non sono in grado e all'altezza di portare a mio favore termini scentifici citando Veronesi al quale và il massimo rispetto se ho smesso di fumare da 25 anni in parte il merito è suo mi ha lasciato però perplesso l'affermazione che gli inceneritori sono innoqui guadagnandosi così il nomignolo di "cancronesi"

    ciao

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Gli americani mangiano carne circa cinque volte in più rispetto a noi. Dobbiamo stare attenti nel trasmettere informazioni sbagliate, ridurre il consumo di carne rossa è corretto ma mai passare a diete pericolose e contronatura come la dieta vegetariana. che è pericolosa per chi la adotta ( ma questa è una scelta libera, come si può fumare si può anche essere vegetariani, si fa male a se stessi e non agli altri) ma è pericolosa anche per l' ambiente.Un numero alto di vegetariani vorrebbe dire disboscare quel poco che resta e far soffrire ancora di più il terzo mondo

  • 1 decennio fa

    maròòòòòòò raga come si fa a leggere tutto questo , cercate di avere la proprietà di sintesi altrimenti serve un'ora solo per rispondervi...............io adoro rispondere ma.............il tempo non mi permette ore al pc per cui mi dispiace omettere risposte alle domande lunghe

  • 1 decennio fa

    e che pizza...ma l'uomo ha sempre mangiato la carne!! E basta con queste crociate che noi siamo degli assassini perchè mangiamo la carne!!

    ANCHE LE PIANTE SONO ESSERI VIVENTI se proprio la mettiamo su questo piano! Quindi che si fa? D'aria non si può campare!

    Fonte/i: Erika, gli assassini non sono quelli,ma altri! Vacci e andateci piano con i termini, ok? E finitela voi piuttosto!!!! L'uomo ha sempre mangiato carne e sempre lo farà, chissenefrega se ci definite assassini. E' un alimento importante e sempre lo mangeremo. Voi mangiatevi la soia se vi rende felici. Non tutti posso stare bene con la dieta vegetariana, mio cognato è stato male!!!
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.