promotion image of download ymail app
Promoted
Enrico ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Perchè sono così malvagio fuori e buono dentro?

Fuori mostro un' indifferenza verso qualsiasi cosa, ma dentro però sento che non sono così.

Arrivano le feste, di Natale, per esempio, o di Pasqua, e non mi interessa chiamare dei parenti che non sento da tanto tempo.

Nonostante abbia dei grandi amici, potrei anche da un giorno all'altro non sentirli più che non mi farebbe ne caldo ne freddo.

L'anno scorso è una mia cara amica se n'è andata per via di una malattia, e nonostante fossimo grandi amici, dopo un paio di giorni è come se per me non fosse successo nulla.

Mi scivola tutto addosso

Non sento dei parenti cari da un sacco di tempo, e non mi viene da chiamarli per chiedere come stanno, e sto lì a pensare li chiamo o non li chiamo? Mi rendo conto che li chiamerei solamente per non far credere a loro che a me non importi niente. Lo farei come se fosse un dovere...

Stessa cosa con gli amici, oppure nei compleanni.. do gli auguri solamente perchè sento che devo farlo, e non per piacere.. se non fosse per questo non mi importerebbe...

Aggiornamento:

sento che devo fare le cose sempre come se fosse un dovere, mai un piacere.

Se devo stare vicino ad una persona che soffre, lo faccio non perchè so che ne ha bisogno, ma solamente perchè così non pensino che a me non me ne importi nulla, lo faccio perchè va fatto

24 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Prima di tutto, bisogna chiarire che la tua non è cattiveria:

    non provi odio verso nessuno, né piacere nel vedere gli altri che soffrono;

    tantomeno godi nell'essere tu a far soffrire qualcuno...

    Quindi la tua è piuttosto una forma di indifferenza estrema verso chiunque, anche verso chi ti vuole bene;

    La conferma è che dici di fare attenzione a comportarti come si comporterebbe un "buono" vero;

    questo vuol dire che sai distinguere cosa è giusto da cosa è sbagliato.

    E scegli sempre il giusto.

    quindi non puoi essere cattivo:

    se tu lo fossi, proveresti una forte repulsione nel fare certe scelte,

    invece, sei solo indifferente.

    Insomma, per dirla Semplicemente, non sei affatto cattivo,

    però non sei nemmeno capace di Amare.

    Si, Lo so che detto così, sembra una cosa terribile,

    ma questa è una patologia molto comune;

    Basta un bravo professionista ( e permettimi di ricordarti che dal professionista ci vanno quasi esclusivamente i sani, per evitare di diventare pazzi, non il contrario...)

    per aiutarti a superararla

    ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • cheesy
    Lv 4
    1 decennio fa

    hai sviluppato dei meccanismi inconsci che ti portano a tenere le distanze e difenderti da tutto ciò che è emotività.

    Perchè sai che emotività significa anche dolore.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ti ho aggiunto ai miei contatti perche leggendo la tua domanda mi e` sembrato di leggere un mio autoritratto.Per quanto mi riguarda so che si tratta di una depressione piu` che cronicizzata.Ho capito con il tempo che NESSUNO capisce davvero la sofferenza che ti porti dentro,che sfogarti non vuol dire migliorare una situazione che ti fa soffrire(cioe` non cambia l`essenziale) e che la cosa piu` giusta e starsene per i fatti suoi e fregarsene degli altri.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    spero di sbagliarmi ma potresti avere una forte depressione... indaga adesso. se ti poni questa domanda vuol dire che la voglia di rivincita c'e' :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Io credo che tu sia una persona molto introversa che ha difficoltà ad esprimere le proprie emozione anche a te stesso...anche io ero cosi però sto cercando di aprirmi di più alle emozioni...

    è difficile ma se vuoi riuscirci devi renderti conto di quello che ti blocca.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Ciao, pensa che a me capita la stessa cosa...solo che mi capita all'incontrario io sono menefreghista dentro e buona fuori. Bhe ho detto menefreghista perchè non mi piace dire malvgia

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Dolce
    Lv 4
    4 anni fa

    Sei ambiguo Allora. ..

    Cmq non permettere alle tue ferite di trasformarti in quello che non sei.

    Ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • smile
    Lv 5
    1 decennio fa

    Anch'io sono come te. E' un problema. Però sono sicurissima che lo risolverai, solo non son la persona adatta a dirti come.

    Bacio, ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    ma nn è che sei rimasto male per qualcosa e da allora nn ti è piu interessato niente=???

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    allora....è un problema che va affrontato alla radice, perchè questo è il sintomo di un quadro psicologico molto più complicato e radicato nel tempo e nel tuo trascorso...è una mancanza di empatia, grande dono che tutti gli uomini potrrebbero avere, e che va affinato...non penso ti si possa psicoanalizzare solo da queste tue affermzioni...se ne vuoi andare affondo ti consiglio di rivolgerti ad uno specialista...Ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.