Jonnyz ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 1 decennio fa

chi mi sa spiegare la funzione catalizzatrice delle proteine?

5 risposte

Classificazione
  • Fry
    Lv 6
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Un catalizzatore è una sostanza, fonte o dispositivo che interviene in una reazione chimica aumentandone la velocità ma rimanendo inalterato al termine della stessa. L'aumento di velocita viene reso possibile grazie alla diminuzione dell'energia di attivazione (energia potenziale), che deve essere raggiunta per far si che i reagenti evolvano poi spontaneamente verso il prodotto/i. L'effetto è tale da rendere possibili reazioni che in condizioni normali non procederebbero in maniera apprezzabile: i casi più eclatanti si hanno in biochimica sia in laboratorio che nella ingegneria biochimica, dove gli enzimi aumentano la velocità delle reazioni anche di 1020 volte.

    ciao!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • C.J.
    Lv 7
    1 decennio fa

    alcune proteine agiscono come ENZIMI, cioè fanno in modo che una reazione avvenga a maggior velocità...xkè senza gli enzimi avverrebero troppo lentamente rispetto ai bisogni cellulari. Bada che gli enzimi però non cambiano gli equilibri delle reazioni: cioè una reazione che è favorita (o esoergonica= che compiendosi, libera energia) non diviene ancora più favorita o meno favorita xkè c'e l'enzima..ma si arriva solo rapidamente al prodotto.

    inoltre un enzima non si altera nel corso della reazione...cioè catalizza una reazione, rilascia il prodotto ed è pronto x ricominciare a lavorare.

    MECCANISMO D'AZIONE...

    dunque un reagente x divenire prodotto deve superare una barriera energetica, immaginala come una collina : il reagente è ai piedi del colle, deve trovar l'energia x arrivare il cima e poi, x esser prodotto, deve scendere dall'altro lato del colle....quindi bisogna arrivar al cosidetto STATO DI TRANSIZIONE (la cima del colle): cioè una fase intermedia, dove il reagente stà subendo modifiche ( come la rottura di un legame, formazione di un altro...) che poi lo porteranno ad essere prodotto...quindi il reagente deve trovare l'energia x arrivare allo stato di transizione ( ENERGIA DI ATTIVAZIONE) e divenire prodotto... l'enzima, legando il reagente, produce un'energia detta di legame, che ABBASSA l'energia di attivazione e cosi facendo "abbassa la barriera energetica" facilitando il raggiungimento dello stato di transizione: consente di "rendere il colle meno alto" e di facilitare l'arrivo in cima..

    Considera che una volta arrivati allo stato di transizione ci sono due possibilità:

    1. si forma il prodotto: la reazione è ESOERGONICA...cioè è favorita e si è liberata energia: (si arriva all'altro lato del colle)

    2. si riforma il reagente: la reazione è ENDOERGONICA..cioè non porta alla formazione del prodotto xke non c'è sufficiente energia, la reaz è sfavorita (si ridiscende al lato della collina da cui siamo partiti)....INfatti come ti ho detto prima, l'enzima NON rende una reazione PIù O MENO FAVORITA....la velocizza solo...

    La velocità della reazione enzimatica dipende dalla concentrazione del reagente....più reagente c'è, più viene legato dall'enzima,e xciò più prodotti si formano. il legame reagente-enzima avviene xke l'enzima ha una tasca detta SITO ATTIVO, rivestita da aminoacidi che interagiscono col reagente legandolo.

    quindi se c'è poco reagente l'enzima lo lega, e aumenta la velocità della reazione...ma se aumentiamo la quantita del reagente, allora arriviamo ad un punto in cui l'enzima è già tutto saturo, cioè TUTTE LE MOLECOLE ENZIMATICHE SON LEGATE CON IL REAGENTE, xke il num di siti di legame è limitato...perciò arriviamo alla VELOCITà MASSIMA....l'enzima continua a legare reagenti e convertirli in prodotti.

    la CONCENTRAZIONE DI REAGENTEa cui l'enzima ha il 50% dei siti occupati, cioè è x metà saturo si chiama COSTANTE DI MIKAELIS-MENTEN o K-m

    se la K-m è piccola vuol dire che poche molecole di reagente ci sono, e quelle poche vengon subito legate dall'enzima..cioè l'enzima si satura subito

    una K-m grande indica che l'enzima non ha molto affinità x il reagente, cioe che x arrivare alla metà della sua saturazione, servono molte molecole di reagente..infatti la K-m ricorda che è la concentrazione del reagente!!! indica l'affinita di legame del'enzima x il reagente

    quindi se la k-m è piccola..la reazione è favorita: l'enzima lega con alta affinità il reagente

    se la k-m è grande..la reazione è sfavorità...l'enzima vuole molte più molecole di reagente x legarsi, avendo un'affinità minore.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    esistono 7 classi di proteine tra cui appunto gli enzimi . L' enzima è una proteina che ha la funzione di catalizzatore chimico, un agente che aumenta la velocità di una reazione chimica senza subire modificazioni di natura molecolare. Gli enzimi fanno avvenire e regolano praticamente tutte le reazioni chimiche delle cellule.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Praticamente funzionano come i catalizzatori chimici ma cn piu efficienza...abbassano l'energia d attivazione della reazione facendola avvenire con piu facilità e meno energia..

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    l'ho studiato qlke mese fa non me lo rikordo piu XD

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.