Nathan ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 1 decennio fa

La Cina supera gli Stati Uniti per l'inquinamento?

Aggiornamento:

L'annuncio arriva dall'Agenzia internazionale dell'energia (Aie) nel rapporto World Energy Outlook 2006. Il sorpasso cinese avverrà con 10 anni di anticipo rispetto alle previsioni precedenti. È il risultato di una formidabile crescita economica che trascina con sé l'esplosione dei consumi energetici. La tendenza si accentuerà ancora, con il contributo dell'India, nel prossimo ventennio. Entro il 2030 i consumi globali di energia saranno aumentati del 53%, l'anidride carbonica del 55% raggiungendo i 40 miliardi di tonnellate dispersi nell'atmosfera terrestre. Il 70% di questo aumento sarà dovuto a Cina e India.

Aggiornamento 2:

L'Aie elenca le conseguenze: "Gravi penurie nei rifornimenti energetici", uno "choc sui prezzi", infine "l'amplificazione nel cambiamento climatico globale".

L'emergenza-smog in Asia è acuta da anni: secondo la Banca Mondiale 16 delle 20 città più inquinate del mondo sono in Cina, e nelle scorse settimane una vasta area del sudest asiatico dall'Indonesia alla Malesia, da Singapore alla Thailandia, è stata paralizzata dal ricorrente flagello delle nubi di fumo. Ma nessuno si aspettava che l'impatto sul resto del pianeta arrivasse così in fretta a una soglia distruttiva.

Aggiornamento 3:

Una delle ragioni è la prevalenza del carbone, sia in Cina che in India, per la produzione di energia elettrica. Per l'anidride solforosa - la sostanza tossica più legata alle centrali termoelettriche a carbone - il sorpasso sull'America c'è già stato. L'anno scorso la Cina ha rilasciato nell'atmosfera 26 milioni di tonnellate di anidride solforosa, più del doppio degli Usa. La Cina brucia più carbone di Stati Uniti, Europa e Giappone messi insieme. In media apre una nuova centrale termoelettrica ogni settimana, potente quanto basterebbe per illuminare Roma e Milano.

Aggiornamento 4:

Anche l'India, spinta dall'elevato costo del petrolio e dall'abbondanza di miniere sul suo territorio, privilegia il carbone per produrre energia. Consapevoli del tremendo impatto ambientale, i governi di Pechino e New Delhi hanno avviato enormi investimenti nelle fonti che non provocano l'effetto serra: 40 centrali nucleari sono in costruzione in Cina, 30 in India, oltre a vasti cantieri per nuove centrali idroelettriche e allo sviluppo dell'energia solare ed eolica. Nonostante questo, le previsioni più ottimistiche indicano che per molti anni le fonti alternative non arriveranno a fornire più del 10% del loro fabbisogno energetico.

Aggiornamento 5:

La Cina è già ora la seconda economia del mondo ma il reddito pro capite dei suoi abitanti figura solo al centesimo posto nella classifica delle nazioni, è un ventesimo del reddito medio dei cittadini americani. Anche quando avrà superato il Pil degli Stati Uniti la Cina continuerà ad essere la prima "superpotenza povera" nella storia.

Cinesi e indiani individualmente consumano poca energia e poche risorse naturali rispetto a noi. Ogni abitante dell'India è responsabile di 0,3 tonnellate di gas carbonici l'anno, ogni cinese produce 0,8 tonnellate all'anno, contro una media di 2,5 tonnellate per un europeo e 5,5 tonnellate per un americano.

Aggiornamento 6:

Non si può pretendere che frenino quello sviluppo economico che ha sottratto centinaia di milioni di persone alla miseria. Tuttavia, pur con i consumi individuali molto più bassi dei nostri, Pechino e New Delhi stanno già distruggendo gli equilibri ambientali per il solo effetto della loro massa demografica: 1,3 miliardi di cinesi e 1,1 miliardi di indiani con tassi di crescita del Pil del 10% e dell'8% annuo, rispettivamente.

Aggiornamento 7:

La Cina avrà 140 milioni di automobili entro il 2020, cioè 7 volte il numero attuale. Già oggi nelle megalopoli di Pechino, Shanghai, Chongqing, Canton e Shenzhen il traffico urbano è al collasso, la motorizzazione privata è la prima causa delle nubi tossiche che avvolgono i centri abitati.

Aggiornamento 8:

Le energie alternative dovrebbero essere già la prima fonte di energia per tutte le Nazioni, senza aspettare disastri ambientali peggiori di quelli che già ci sono.

Cosa si sta facendo?

Perchè nessuna Nazione si adopera per sostituire il petrolio con energie più pulite?

Aggiornamento 9:

(l'atomica sarà pulita ma produce delle scorie che sono altamente inquinanti e pericolose e perciò non la vedo come un'ottima energia alternativa)

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ...ehm...cosa dovremmo rispondere?!?!

  • 1 decennio fa

    Si, la Cina inquina più degli USA da molti anni.

  • Everal
    Lv 5
    1 decennio fa

    a dire il vero è già da 5 anni che la Cina inquina più degli USA.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    no

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Anche la Cina, come hanno fatto già altri Paesi industrializzati, dovrà adeguarsi a standards ambientali che salvaguarderanno l'ambiente.

    Ci vorrà del tempo, ma sarà così anche per loro.

    Ciao.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.