Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute mentale · 1 decennio fa

Cos'è un dejavù e xkè avviene?

ciao...scusate pochi minuti fa mi è venuto un dejavù e vorrei sapere perchè avviene e in cosa consiste esattamente? è una sensazione stranissima e veramente sembra ke già si è vissuta una situazione e poi come mai spesso mi capita diprevedere cosa diranno gli altri? ciao grazie! XD

ps non sapevo in ke argomento metterlo!

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    l déjà vu (in Francese /deʒavy/ "già visto"), chiamato anche paramnesia è la sensazione di aver vissuto precedentemente un avvenimento o una situazione che si sta verificando.

    Il termine fu creato da un ricercatore psichico francese, Emile Boirac (1851–1917), nel suo libro L'Avenir des sciences psychiques (Il futuro delle scienze psichiche), espansione di un saggio che scrisse quando ancora era studente all'Università di Chicago. L'esperienza del déjà vu è di solito accompagnata da un forte senso di familiarità, ed anche un senso di "soprannaturalità", "stranezza" o "misteriosità". L'esperienza "precedente" è perlopiù attribuita ad un sogno, anche se in alcuni casi c'è una ferma sensazione che l'esperienza è "genuinamente accaduta" nel passato.

    Il déjà vu sembra essere molto comune; in studi formali il 70% o più della popolazione ha riportato di avere avuto un déjà vu almeno una volta. Riferimenti all'esperienza del déjà vu si trovano anche nella letteratura del passato, ad indicare che non è un fenomeno nuovo. Comunque, in un ambiente di laboratorio, è estremamente difficile evocare un déjà vu, rendendolo una materia con pochi studi empirici.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non ti so dire..proprio ieri mi è successo e non ho saputo spiegarmelo...bah :\

  • 1 decennio fa

    Il termine fu creato dallo psicologo francese, Emile Boirac (1851–1917), nel suo libro L'Avenir des sciences psychiques ("Il futuro delle scienze psichiche"), revisione di un saggio che scrisse quando ancora era studente all'Università di Chicago. L'esperienza del déjà vu è accompagnata da un forte senso di familiarità, ma di solito anche dalla consapevolezza che non corrisponde realmente ad una esperienza vissuta (e quindi si vive un senso di "soprannaturalità", "stranezza" o "misteriosità"): l'esperienza "precedente" è perlopiù attribuita ad un sogno. In alcuni casi invece c'è una ferma sensazione che l'esperienza sia "genuinamente accaduta" nel passato.

    Per tentare di spiegare scientificamente il fenomeno, una possibile ipotesi generale (di basso livello interpretativo o inferenziale) sembra essere quella di una sensazione di familiarità (e quindi: "già visto") falsa, e cioè dovuta ad una alterazione (patologica o momentanea; selettiva o pervasiva) delle funzioni cognitive di riconoscimento (attenzione) e recupero (memoria). Questo senso di familiarità, ad alto valore emotivo, si può estendere (pervasivamente) a tutti gli elementi presenti in quel momento nell'ambiente percepibile, anche se nuovi. Altresì potrebbero rimanere normali (selettivamente) altre funzioni cognitive: da ciò proverrebbe, ad esempio, la consapevolezza per cui "ma no, non è vero: non l'ho già vissuto" che in molti casi si prova, in discordanza con la sensazione.

    Il déjà vu sembra essere un fenomeno molto comune. In una ricerca del 2003[1] Alan S. Brown, psicologo alla Southern Methodist University, stima che il 60% della popolazione abbia avuto almeno una volta nella vita un'esperienza di déjà vu.

  • 6 anni fa

    E' finalmente uscito un libro che fa comprendere chiaramente cosa sia li dejà vu e lo spiega come una richiesta da parte della nostra anima a non produrre energia-tempo attraverso i nostri pensieri.

    Attraverso il fenomeno déjà vu l'anima vuole dimostrarci come lo spazio-tempo sia un concetto a lei avulso, infatti l'anima vive una condizione di continuum dove il tempo lineare come noi lo concepiamo non esiste, ciò inoltre spiega i sogni profetici proprio perché l'anima è a conoscenza del futuro a cui andiamo incontro, ed essendo noi parte di lei, è ben lieta di aiutarci quando ne ha la possibilità, cioè quando dispone dell'energia necessaria, ecco perché chi fa meditazione vive situazioni di dejà vu che sono indice della qualità energetica dell'anima.

    L'anima è quella intelligenza che presiede contemporaneamente a tutte le attività involontarie del nostro organismo come il battito cardiaco o il respiro e durante il sonno svolge un lavoro rigenerativo attraverso il quale elimina delle energie mentali che abbiamo prodotto durante la giornata, ma siccome quando noi pensiamo lo facciamo sempre al futuro o al passato l'energia pensiero-tempo emette delle vibrazioni inquinanti della nostra anima che, come ci dimostra nel dejà vu, non conosce il tempo.

    L'anima ci parla di questa sua condizione attraverso i sogni che non sono altro che una richiesta a non produrre energia tempo proprio come il dejà vu e ci descrivono gli effetti che questa energia nefasta ha sul nostro organismo (corpo/anima).

    Per chi volesse maggiori informazioni consiglio la lettura del libro che si intitola: Il vero significato dei sogni, scritto da Giancarlo Gattesco, Aldenia edizioni.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    praticamente è qnd a te ti sembra di vedere un evento ke hai già visto ma in realtà nn è così è colpa dei neuroni

  • Anonimo
    1 decennio fa

    anke a me è capitato diverse volte!!!

    com'è strana la vita è ancora di + lo è la sensazione ke ti provoca i dejavù!

    bella domanda!stellina!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    è un momento in cui riorganizzano MATRIX per cambiare qualcosa per i LORO scopi

    perchè siamo tutti dentro MATRIX... non lo sapevi ???

    (hey se cerchi su google trovi molte risposte serie alla cosa)[anche stupide naturalmente

    ]

  • Anonimo
    1 decennio fa

    tutte scemenze per distoglierci dall'inflazione

    quello si che è un dejavù!!

  • 1 decennio fa

    dovresti scrivere la traduzione in italiano,altrimenti la gente non capisce...sei proprio snob e cattivella.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    senza fare copia-incolla da wiki...un dejavù è un alterazione mi pare dell'ipofisi...che immagazzina tt le nuove informazioni come tali(nuove) quando qst non fa il suo dovere c sembra d avere vissuto già una stessa esperienza....

    *lilith*

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.