sandy66 ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Perche' invece di questo non fai quell'altro?? ehh????

Avete notato che molto spesso quando si pone una domanda proponendo un problema, molte persone cercano di eluderlo proponendone un altro in apparenza piu' importante?

Per esempio se parliamo dei cani abbandonati, qualcuno proporra' di pensare invece ai bambini che muoiono di fame, se parliamo dei poveri del terzo mondo, qualcuno ci dira' di pensare ai nostri poveri.

Quando attiriamo l'attenzione sul problema dei paesi dell'est, qualcuno e' subito pronto a ricordare le nostre origini e di preoccuparci della disoccupazione e vari problemi del nostro paese.

Secondo voi che senso ha tutto questo?

Perche' invece di rispondere molti decidono di sminuire il problema da te presentato proponendone un altro?

Vi ringrazio anticipatamente e spero che a nessuno verra' in mente di scrivere * Perche' invece di fare queste domande non vai a lavare i piatti ??? *

hahahahah!!!!

Buona giornata a tutti :))

Vado a lavare i piatti, leggero' le risposte piu' tardi eheh!!

10 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    ..Sandy..il problema è nel problema stesso (scusa il gioco di parole)..vedi..ci sono dolori che non ci toccano..quindi vengono accantonati e resi pressoché inesistenti.."se in un altro continente la gente muore di fame ad ogni sbattere delle nostre ciglia, che c' importa"..così tendiamo ad isolarci nelle nostre problematiche, a mio avviso piuttosto inutili..ma l' isolamento non porta la soluzione..quindi si sceglie un altro percorso "tu mi parli dei cani, io ti parlo dei bambini"..(come se tra esseri viventi esistesse una razza con obbligo d' esistenza)..ma neanche questo porta la soluzione..

    Sono belle le parole..ma con queste non si risolve nulla..eppure noi spendiamo ore ed ore ad incaponirci su un perché al quale non sappiamo porre rimedio..quando poi il rimedio consisterebbe nel cessare di aprir bocca..e nel cominciare ad agire..in senso pratico..

    Non è possibile..solo perché da sempre troviamo più fascino nella teoria..

    Buona serata

  • *
    Lv 6
    1 decennio fa

    Perché sono antipatici..

    Potrebbero dirti, invece:

    "Brava! Visto che tu pensi a questo problema, io penso a risolvere quest'altro!"

    Eh, sarebbe un bel mondo..

  • 1 decennio fa

    forse perchè semplicemente non sanno ascoltare.

    o peggio ancora non vogliono farlo...

    è difficile trovare persone con la mentalità aperta disposte a confrontarsi a viso aperto anche nella vita di tutti i giorni.tutti si barricano dietro le loro convinzioni,badando solo ai propri problemi,occupandosi solo di quello che interessa loro e finendo per rispondere alle tue domande non per avere uno scambio di idee ma per imporsi,per portare la conversazione dove interessa a loro...quasi volessero primeggiare anche nella conversazione...

    magari senza cattiveria ma con quella buona dose di egoismo o di egocentrismo che li pone ad essere insensibili verso gli altri...

    un sorriso per te!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    siccome nessuno è in grado di risolvere il primo problema esposto si illude che proponendone un altro la gente si dimentica della gravità del problema originario..........mi sono ingarbugliata da sola...........MA TU NON AVEVI DA LAVARE I PIATTI?????????........ :D cia ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ps....quando finisci di lavare i piatti.....mi aiuteresti a lavare la macchina???

    adesso rispondo seriamente

    secondo il mio modo di vedere le cose, questo tipo di atteggiamenti denota solamente l'incapacita' di risolvere le problematiche o l'indifferenza / egoismo verso realta' diverse dalle proprie.

    dimenticavo................non scordarti di passare l'aspirapolvere!!!!!

    ciaooo

  • 1 decennio fa

    Alla seconda riga che ho letto ho acceso la stella!

    Sottoscrivo in pieno, se hai voglia di esprimerti diventa anche un po' frustrante, non ha nessuna logica costruttiva, non esiste in una discussione simile nessuna comunicazione.

    Siamo davvero d'accordo.

    Ciao!

  • 1 decennio fa

    bella domanda nn so risponderti ^ ^....ti posso dire che nn tutti lo fanno cmq...forse è solo perchè nn sanno rispondere e tentano di "rovesciare" il problema a te...nn vogliono prendersi la briga di rispondere o semplicemente pensano che il problema sia piu grave ma chi lo sa >.<

  • 1 decennio fa

    Ci hanno abituati dalla nascita ad aggirare i problemi,ed ora siamo diventati esperti nella materia.

    Devo ammettere ke io stesso,quando qlkn mi pone un problema,inizio la frase dicendo "il problema è un altro...." e spesso lo dico con convinzione.

    Se ci rifletti,però,spesso i problemi sono concatenati;una volta cercavo di spiegare i logaritmi ad una persona ke era perfettamente in grado di capirli,ma non li capiva;poi scoprii ke incredibilmente non sapeva cosa fosse una potenza;spiegatagli la potenza,non ebbe bisogno di ulteriori spiegazioni sui logaritmi.

    Pensi ke se una persona si ponesse il problema di aiutare i bambini poveri sarebbe capace di abbandonare un cane ?

  • Maria
    Lv 6
    1 decennio fa

    Se hai lavato i piatti scrivo.........

    Io credo che per prima cosa non leggano attentamente le domande,sempre a mio avviso le persone capiscono quello che vogliono e vanno diritte x il loro binario senza nemmeno girare gli occhi........per cui non capiscono proprio l'utilità di quella domanda,e,pensando il contrario ti propongono un alternativa............la loro(o nostra dipende)...........

    Il senso è che ognuno ha il suo senso.....

    Un es.continuo a porre una domanda dove chiedo una cosa che x me è importante,chiedo non rispondete se non sapete..........bello,chiaro............la maggior parte di risposte sono:non so ,ma non hai fatto?????????

    Bisogna anche dire che mentre a voce ci si può spiegare ,x scritto si può intendere come si vuole............siamo tutti diversi............molti ancora di più...........

  • 4 anni fa

    Responsabilità... varie le colpe, senz'altro, dei genitori. Chi mette al mondo un figlio si assume un onere, minimo, ventennale. È molto facile addossare colpe e responsabilità proprie ad altri! Meditate gente meditate! ziopino

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.