Augustus ha chiesto in Politica e governoImmigrazione · 1 decennio fa

Rivolto a chi inneggia al nazismo!!!!!!!!!!!?

Sant’Anna di Stazzema è un piccolo centro in provincia di Lucca. Situato sulle pendici delle alpi Apuane fu destinato a passare alla storia per un atto di barbarie compiuto nella terribile estate del 1944.

Un paesino sperduto, difficile da raggiungere, era la meta di numerosi sfollati convinti di trovare un luogo sicuro dalla ferocia della guerra. La mattina del 12 agosto 1944, 560 persone videro brutalmente stroncate le loro vite: civili inermi massacrati senza distinzione di sesso e di età e poi dati alle fiamme. Ad una donna che stava per partorire gli uomini guidati dal capitano Anton Galler aprirono il ventre con la baionetta, estrassero il feto e dopo averlo lanciato per aria gli spararono alla testa

Il 12 agosto 1944 era un bel mattino di sole. Nel paese si svolgevano le attività quotidiane che permettevano alla povera gente di andare avanti: infornare il pane, dedicarsi all’orto, agli animali.

Nessuno si aspettava che all’improvviso che le SS attaccassero da più direzioni, come se dovessero accerchiare un nemico in armi. Erano le 6:30 del mattino.

L’ordine era giunto la sera prima probabilmente per combattere la forte presenza partigiana nella zona.

I soldati iniziarono a battere violentemente alle porte gridando “Raus!Raus!” (fuori!). Quelli che erano rimasti in casa o sulle porte vennero fucila sul posto, cosparsi di paglia e bruciati.

Spesso gli ordini parlavano di uccidere i civili, ma non si faceva riferimento ai bambini. A Sant’Anna di Stazzema ne morirono più di 110. Alcuni sopravvissuti affermano che all’udire il pianto innocente dei bambini i massacratori “s’innervosivano, diventavano feroci”.

“Il sangue scorreva a rivoli nelle strade, come in un mattatoio” è la frase pronunciata da una persona sopravvissuta che serve a dare un’idea di quello che era il terribile quadro quel giorno.

La testimonianza di un'SS presente alla strage intervistato qualche anno fa narra di un cascinale “stipato fino all’impossibile” con oltre venti persone dentro e l’improvviso ordine di “disinfestare la tana”.(2)

Quando ormai tutto il paese era stato sterminato qualcuno si recò in chiesa per uccidere quelli che erano lì dentro. Dopo coprirono i corpi con i banchi della chiesa , li cosparsero di benzina e li bruciarono.

Elio Toaff, ex rabbino di Roma, ricorda come coloro che arrivarono sul luogo furono assaliti “da un odore terribile, di carne umana, bruciata”.

Aggiornamento:

lA MALVAGIA DI NOI ESSERI UMANI NON HA LIMITI

Aggiornamento 2:

lA MALVAGIA DI NOI ESSERI UMANI NON HA LIMITI

Aggiornamento 3:

Specifico che sono anti-nazista e ciò non è sinonimo di comunista

Aggiornamento 4:

BRN 1975 curva sud milano

Leggere fa molto male, è per questo che non leggi, la non voglia è una scusa

Aggiornamento 5:

x camillav

Ho letto sia il Sangue dei vinti e la Grande Bugia di Pansa che alcuni libri delle foibe di Oliva e non posso fare altro che condannare anche queste barbarie

18 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    guerra bosnia erzegovina 1992 1995 sarajevo srebrenica

    follia pura

    l'atrocità umana non si ferma purtroppo

    AUSCHWITZ

    Son morto con altri cento, son morto che'ero bambino

    passato per il camino e adesso sono nel vento.

    Ad Auschwitz c'era la neve, il fumo saliva lento

    nel freddo giorno d'inverno e adesso sono nel vento.

    Ad Auschwitz tante persone ma un solo grande silenzio

    è strano non ho imparato a sorridere qui nel vento.

    Io chiedo come può l'uomo uccidere un suo fratello

    eppure siamo a milioni in polvere qui nel vento.

    Ma ancora tuona il cannone e ancora non è contento

    di sangue la belva umana e ancora ci porta il vento.

    Io chiedo quando sarà che l'uomo potrà imparare

    a vivere senza ammazzare e il vento si poserà.

    CONTRO

    Contro i fucili, carri armati e bombe contro le giunte militari, le tombe contro il cielo che ormai è pieno, di

    tanti ordigni nucleari contro tutti i capi al potere che non sono ignari.

    Contro i massacri di Sabra e Chatila contro i folli martiri dell'Ira contro inique sanzioni, crociate americane

    per tutta la gente che soffre, e che muore di fame.

    Contro chi tiene la gente col fuoco contro chi comanda e ha in mano il gioco contro chi parla di fratellanza,

    amore, libertà e poi finanzia guerre e atrocità. Contro il razzismo sudafricano contro la destra del governo

    israeliano conto chi ha commesso stragi, pagato ancora non ha per tutta la gente ormai stanca che vuole verità.

    Contro tutte le intolleranze contro chi soffoca le speranze contro antichi fondamentalismi e nuovi imperialismi

    contro la poca memoria della storia. Contro chi fa credere la guerra un dovere contro chi vuole dominio e

    potere contro le medaglia all'onore, alla santità per tutta la gente che grida libertà

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ogni guerra ha le sue stragi, i suoi eccidi. Se cerchi su wikipedia la guerra di Jugoslavia degli anni '90 ne trovi di più recenti...

    Nelle guerre in africa tali brutalità si perpetrano ogni giorno, ancora oggi

    Fonte/i: Hodimenticato di citare la Birmania ed il Tibet... non penso che li convincano con il solletico....
  • Anonimo
    1 decennio fa

    quando si contano i morti si devono contare da tutte e due le parti, quello che citi è stata una brutta paginadella nostra storia, ma ti consiglio di leggere " Il sangue dei vinti; " Sconosciuto 1945" di Giampaolo Pansa e ti farai un' idea anche delle brutte cose commesse dai vincitori, senza contare della tragedia delle foibe, tenuta segreta per 50 anni, delitti orrendi commessi dai partigiani titini con l' aiuto di partigiani italiani andati ad aiutarli a commettere questa pulizia etnica, l' uccisione sistematica di donne vecchi e bambini con la sola colpa di essere italiani

  • jeyjey
    Lv 4
    1 decennio fa

    Terribile...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Si vede che la realta e il film piu "horror" che esiste. Io ho letto due libri su Auschwitz poi ho smesso perche non c'e la facevo piu...era troppo crudele.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    è veramente terribile... ma come può una persona fare delle cose del genere???! ma cosa sono animali?? anzi mi viene quasi da dire MAGARI fossero animali, non si comporterebbero in questo modo... una cosa molto simile è successa ( come in molte altre parti del resto) a Marzabotto... centinaia e centinaia di persone innocenti uccise nella maniera più brutale possibile...

    ti consiglio di vedere un film che parla di questo argomento :"l'agnese va a morire", lei infatti è una partigiana e combatte contro le SS... in questo film si vede anche l immagine della donna incinta dove in mezzo alle fiamme le aprono la pancia e le tolgono il feto...agghiacciante..veramente!!

  • 1 decennio fa

    grabrycatt ti ricordo che il paese libero e democratico in cui tu puoi esprimere le tue opinioni del caz.o è stato fondato dai liberatori della patria, che i fascisti opprimevano alleati dei nazisti occupanti.

    Ti ricordo che il fascismo è stata una dittatura che ha coinvolto la patria in una guerra persa in partenza e sbagliata all'origine, come tutte le guerre di conquista.

    Ti ricordo che la popolazione in quegli anni non era libera di esprimere la propria opinione.

    La patria in cui tu oggi vivi è stata fondata da chi ha resistito alla violenza nazifascista e l'ha piegata.

    Porci.

    Per vincere la battaglia, si è dovuto scendere a combattere con le stesse armi usate dai porci. La violenza, mai giustificabile, lo diventa quando è l'unico mezzo per liberarsi da una dittatura.

    Essere fascista oggi è antistorico. Capisco che molti di voi hanno biogno di valori in cui credere perchè nella società non ve ne sono. Ma invocare la violenza delle SS, non è tollerabile e a te non dovrebbe essere più permesso di discutere in questo forum nè altrove fintanto chè non ritratterai quanto detto.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    La perfidia nn ha nazionalità e bandiere........è solo un istinto umano......ovviamente orribile......e non appoggio simili barbarie!!!

    Io abito in Alto Adige, sono italiano ma parlo anche tedesco. La mia ragazza è tedesca, e fra italiani e tedeschi nn scorre buon sangue.....ma in rari casi come il mio la coesistenza fra due popolazioni così diverse è possibilissima.....ho molti amici tedeschi, e ci insultiamo scherzosamente su quello che succede nella nostra provincia. Noi gli chiamiamo "crucchi", loro ci chiamano "walscher" ( cioè " gente che nn è del tirolo" )....Ma comunque viviamo in pace e serenità.....è vero in passato abbiamo avuto molti contrasti, ma adesso abitiamo in una provincia veramente bella e unita!!!! Comunque la storia che ci hai descritto mi ha fatto veramente commuovere!!!!!!

    ciao ciao

  • 1 decennio fa

    Quoto camillaviola2, conosco anche io quei libri e ha perfettamente ragione.

  • Alvin
    Lv 6
    1 decennio fa

    e la domanda?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.