Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 decennio fa

Esiste un' età in cui una persona può considerarsi fallita? Cos'è un fallimento per Voi?

E poi Vi siete mai sentiti così in alcuni momenti? E il più grande fallimento della vita come lo rappresenteresti?

Aggiornamento:

Fin'ora pochi ma buoni.. ma tutte bellissime risposte..

15 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Bella domanda.

    Ho esitato a risponderti per pensarci meglio.

    A primo accihitto avrei detto l'eta'.

    Si , l'eta' come elemento determinante di un fallimento.

    Poi ho riflettuto.

    Essere bocciati a scuola e' un fallimento.

    Dover abbandonare gli studi e' un fallimento.

    E poi un matrimonio sbagliato.

    Incomprensioni con i tuoi figli.

    Perdere un lavoro.

    Tutte circostanze poco legate alla carta d'identita'.

    No, l'eta ' non la trovo determinante.

    Piuttosto si fallisce del tutto quando non si riesce piu' a reagire.

    E' quello il vero fallimento.

    ***

  • 1 decennio fa

    Nn esiste un'età. Senti di essere fallito quando nn hai più scelta, hai bruciato ogni tua scelta e ogni tua capacità. Ma è qualcosa che tutti proviamo, tutti ci sentiamo talvolta senza scampo, ma riusciamo a uscirne

  • Anonimo
    1 decennio fa

    "Non esiste fallimento quando stai facendo tutto il possibile, qualunque sia il risultato."

    Così la penso anch'io.

    Stellina.

    Fonte/i: Edward Bach
  • Manwë
    Lv 6
    1 decennio fa

    Fallire è solo un altro modo per dire, non credo piu'.

    Si fallisce veramente, solo quando non si ha la forza per affrontare il proprio insuccesso.

    Benchè manchi ancora qualcosa alla mia vita, non mi posso dire insoddisfatto.Ho avuto i miei bravi fallimenti, ma un po' per coraggio, un po' per fortuna, mi sono sempre rialzato.

    Il mio piu' grande fallimento sarebbe perdere la fiducia in me stesso e lasciare che la mia vita prosegua, senza di me.

    Ciao.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    forse non c'è un'età.

    Credo sia una questione di energia.

    Finchè hai le energie per cambiare l'inerzia delle cose,

    rimetterti in discussione,

    partire per la guerra allo sbaraglio,

    allora non ti senti fallito.

    Ti senti fallito quando scendi dal ring senza aver realmente combattuto.

    Quando sai di non avercela messa tutta,

    quando vorresti un 'altra occasione

    ma sai che non l'avrai più.

    Ti senti fallito quando senti di avere speso male la tua vita,

    amando poco.

    Quando senti che la tua vita non ha avuto alcun senso.

    Ma credo che tutti coloro che stanno scrivendo qui e adesso,

    abbiano ancora mille occasioni per dimostrare il contrario.

  • 1 decennio fa

    le persone fallite non sono quelle che non fanno le "cose"

    ma coloro che non tentano, non ci provano e non si mettono in discussione mai nella vita

    che vivono da spettatori e non da protagonisti la propria vita

    non credo ci sia un età x sentirsi falliti

    già da bambini si nota il formarsi del carattere della persona dalle piccole cose ed eventualmente con l'aiuto di una guida, in questo caso i genitori, una persona puo' essere aiutata a gestire meglio le situazioni, soprttutto perchè i bambininon hanno coscienza delle situazioni.

    no mi è mai capitato di sentirmi fallita

    un po' giu' si tante volte

    anche con dei momenti di pausa, ma poi mi sono sempre ripresa e preparata a reagire.

  • 0-0
    Lv 5
    1 decennio fa

    concordo con Leo

  • 1 decennio fa

    dipende da come vedi di affrontare la vita

  • Si puo riuscire a tutte le eta" ;))

  • Anonimo
    1 decennio fa

    quoto leo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.