rogna da acaro?

il nostro coniglietto nano ci ha contaggiati tutti e ci stiamo curando con acaros emulsione e acaros detergente' in piu'abbiamo pulito tutti i pavimenti con acqua e candeggina anche sul bucato e il coniglietto sta seguendo una cura dal veterinaio. che altro dobbiamo fare? e se c'e' cualcosa di piu'efficace, i nostri sintomi sono prurito e piccole bollicine rosse. grazie

2 risposte

Classificazione
  • G&R
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Cercate di mantenere un ambiente molto caldo a casa vostra.Il prodotto antiscabbia va applicato dopo il bagno o la doccia, su cute asciutta (dopo essersi asciugati, lasciare passare alcuni minuti prima di iniziare il trattamento), dal collo in giù, con particolare attenzione alle regioni palmari e plantari, tra le dita delle mani e dei piedi, alle aree intertriginose (pieghe ascellari e inguinali), sotto le unghie delle mani e, nel caso del bambino, anche sul cuoio capelluto.

    Nel caso in cui le mani vengano lavate entro 8 ore dall’applicazione, occorre riapplicare il prodotto.

    Il trattamento deve essere eseguito contemporaneamente da tutti i membri del nucleo familiare in stretto contatto con il paziente, dal partner sessuale, anche se in assenza di prurito, per evitare possibili reinfestazioni.

    E’ importante che vengano seguite fedelmente le istruzioni al fine di evitare applicazioni per periodi superiori a quelli prescritti: infatti capita che il paziente, lamentando ancora un po’ di prurito al temine del ciclo terapeutico, scambi la lieve dermatite pruriginosa che segue la terapia come persistenza della malattia e tenda a prolungare le applicazioni di qualche giorno, peggiorando il quadro.

    La biancheria intima di cotone, le calze, le federe dei cuscini, le lenzuola, gli asciugamani usati dal paziente nei due giorni precedenti vanno lavati a 60°C e stirati con il ferro a vapore; valido anche il lavaggio “a secco”.

    Ciò che non può essere lavato a questa temperatura verrà messo in un sacco di plastica per 1 settimana: l’acaro se non riesce a nutrirsi nell’arco di una settimana, muore.. Per i materassi e le coperte si utilizzerà un antiparassitario in polvere (trattati per 48 ore).

    Può essere utile passare l’aspirapolvere nell’intero appartamento, avendo cura, al termine, di eliminare il sacchetto di raccolta.

    Il tipo di scabbia che infesta l’uomo è specifico dell’uomo ed è differente dal tipo che infesta i cani o altri animali. Gli acari degli animali possono infestare la cute dell’uomo, se vivono a stretto contatto col proprietario, causando prurito e irritazione. Tuttavia l’acaro muore in un paio di giorni e non si riproduce. In questo caso è fondamentale curare l’animale per sradicare l’infestazione e far cessare il prurito.

  • 1 decennio fa

    ...tipo scabbia immagino, che sfortuna...

    Ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.