Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 1 decennio fa

Potreste inviarmi tutte le informazioni su GUGLIELMO MARCONI E LE SUE INVENZIONI??grazie...?

Aggiornamento:

su questo argomento, dovrò impostare una presentazione

1 risposta

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Nacque a Bologna il 25 aprile 1874. Suo padre Giuseppe Marconi un proprietario terriero che vive nelle campagne di Pontecchio, è al secondo matrimonio. Vedovo con un figlio, ha conosciuto una giovane irlandese Annie Jameson, nipote del fondatore della storica distilleria Jameson & Sons in visita in Italia per studiare bel canto Se ne è innamorato e l'ha sposata il 16 aprile 1864 a Boulogne-sur-Mer. Un anno dopo il matrimonio è nato Alfonso, nove anni più tardi Guglielmo. Molte delle sue attività si svolsero in Gran Bretagna ed Irlanda.

    Anche altri scienziati ed inventori hanno contributo all'invenzione della telegrafia senza fili o hanno effettuato test simili negli stessi anni, come ad esempio Ørsted, Faraday, Hertz, Tesla, Edison, Popov ed altri, ma la realizzazione di MEgli cominciò i primi esperimenti, lavorando come autodidatta e avendo come aiuto il fido maggiordomo Mignani, quando era appena ventenne. Nell'estate del 1894 costruì un segnalatore di temporali: una pila, un coherer (ossia un tubetto con limatura di ferro) e un campanello elettrico. Al primo fulmine il campanello squillò.

    Una notte di dicembre, Guglielmo sveglia la madre e la invita nel suo rifugio segreto. Su un bancone, appoggiato alla finestra, vi è un tasto telegrafico: basta premerlo per far squillare il campanello dall'altro lato della stanza. Il giorno dopo anche il padre assiste all'esperimento. Quando si convince che il campanello suona senza collegamento con fili, mette mano al portafoglio e regala al figlio i soldi necesssari per l'acquisto di nuovi materiali. Il giovane Marconi prosegue nei suoi esperimenti. Sposta il campanello al piano terra della villa e lo sente suonare ancora, come se le onde avessero perforato i muri di casa. Poi va con i suoi apparecchi in campagna: aumenta la potenza delle emissioni e la distanza che separa il trasmettitore dal ricevitore, che ora capta i segnali dell'alfabeto Morse.

    Finalmente, l'8 dicembre 1895, dopo vari tentativi, l'apparecchio che aveva costruito si dimostrò valido nel comunicare e ricevere segnali a distanza, ma anche nel superare gli ostacoli naturali (in questo caso, la collina dietro Villa Griffone). Il colpo di fucile che Mignani sparò in aria per confermare la riuscita dell'esperimento (l'apparecchio vibrò e cantò come un grillo per tre volte) viene considerato l'atto di battesimo della radio.

    Marconi ottenne per prima una notevole diffusione.

    Marconi, intanto, con esperimenti pubblici dimostra di essere un abile pubblicitario di se stesso. Presenti politici ed industriali, colloca un trasmettitore sul tetto dello stabile della direzione delle Poste e un ricevitore in una casa su una banchina del Tamigi, a quattro chilometri di distanza: è un trionfo. Tutti i giornali parlano bene di questo italiano. Per l'Ammiragliato stabilisce un contatto attraverso il canale di Bristol, largo 14 chilometri. Collabora con il Daily Express in occasione delle regate di Kingstown. I giornalisti seguono le regate al largo, a bordo di un rimorchiatore, poi passano le notizie a Marconi che le trasmette ad una stazione a terra da dove vengono telefonate al giornale che brucia la concorrenza.

    Nel luglio 1897 Marconi fondò a Londra la Wireless Telegraph Trading Signal Company (più tardi rinominata Marconi Wireless Telegraph Company), che aprì il primo "ufficio senza fili" del mondo in Hall Street a Chelmsford, in Inghilterra, nel 1898 e impiegava circa 50 persone.

    Egli effettuò la prima trasmissione senza fili attraverso l'acqua da Ballycastle (Irlanda del nord) all'isola di Rathlin nel 1898. Stabilì un ponte radio tra la residenza estiva della regina Vittoria e lo yacht reale sul quale c'era il principe di Galles, il futuro Edoardo VIII convalescente per una brutta ferita al ginocchio. Nel dicembre, da un battello attrezzato con la radio parte una richiesta di soccorso: è il primo caso di salvataggio. Il 29 maggio i segnali attraversano il canale della Manica superando la distanza di 51 chilometri.

    Ma è ormai verso l'Atlantico che Marconi concentra tutte le sue ricerche. Al contrario di molti scienziati, egli è convinto che le onde possano varcare l'oceano seguendo la curvatura della Terra. Il 6 novembre 1901 a Poldhu, in Cornovaglia, installa un grande trasmettitore la cui antenna di 130 metri è sollevata da un aquilone costituito da 60 fili tesi come una tela di ragno tra due piloni alti 49 metri e distanti fra di loro 61. Poi s'imbarca per St. John's di Terranova con gli assistenti Kemp e Paget. I due luoghi distano fra di loro oltre 3.000 chilometri e sono separati dall'oceano Atlantico. Il 12 dicembre 1901 ci fu la comunicazione che costituì il primo segnale radio transoceanico. Il messaggio ricevuto era composto da tre punti, la lettera S del codice Morse.

    Il 16 marzo 1905 sposò Beatrice O'Brien, figlia di Edward Dunnough (O'Brien), il quattordicesimo barone di Inchiquin. Essi ebbero tre figlie: Lucia, che sopravvisse solo tre settimane, Degna e Gioia; ed un figlio, Giulio. Divorziarono nel 1924.

    Marconi non ottenne comunicazioni transoceaniche completamente attendibili fino al 1907. Fu il fondatore della Marconi corporation e uno dei vincitori (nel 1909) del premio Nobel per la fisica.

    Quando nel 1912 il Titanic affondò dopo aver lanciato il primo SOS della storia, Marconi fu tra i primi ad accorrere al porto di New York per ricevere i superstiti, venendo pubblicamente elogiato.

    Nel 1920 lo stabilimento di Marconi di Chelmsford fu sede della prima trasmissione audio annunciata pubblicamente del Regno Unito; una delle protagoniste fu Nellie Melba. Nel 1922 il primo servizio regolare di trasmissioni di intrattenimento cominciò dal Marconi Research Centre a Writtle, vicino Chelmsford.

    Fu nominato Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (1927) e della Regia Accademia d'Italia (19 settembre 1930, l'attuale Accademia Nazionale dei Lincei), diventando automaticamente membro del Gran Consiglio Fascista (partecipò ad una sola seduta). Il 15 giugno 1927 sposò Maria Cristina Bezzi-Scali. La loro figlia fu chiamata Maria Elettra Elena Anna. Anche il panfilo che ospitò molte ricerche in varie parti del mondo si chiamava Elettra. Gli esperimenti effettuati nel golfo del Tigullio avevano come postazione a terra una torre, posta sulla penisola di Sestri Levante, che, appunto, prese il nome di "Torre Marconi", mentre nelle carte ufficiali della Marina italiana il golfo del Tigullio assunse il nome di "Golfo Marconi". Nel 1935, dopo l'invasione italiana dell'Etiopia, la BBC che egli contribuì a fondare, per questioni politiche lo bandì dalle trasmissioni. Il primo Servizio di Televisione regolare al mondo fu inaugurato a Londra dalla BBC il 2 novembre 1936, dopo una breve sperimentazione dei due sistemi, quello a scansione meccanica dello scozzese John Logie Baird e quello elettronico della MARCONI-EMI Television, la BBC adottò definitivamente il sistema elettronico Marconi-EMI dal 1° febbraio 1937.

    Dal 1933 alla morte fu presidente dell'Istituto Treccani e del Gabinetto RS/33. Nel 1934 fu nominato primo presidente del CIRM che era nato su iniziativa sua e del suo medico, il dottor Guido Guida.

    Fu nominato senatore del Regno d'Italia nel 1930 e gli furono conferite 16 Lauree "Honoris Causa" (di cui due in legge), 25 onorificenze di alto rango, 12 cittadinanze onorarie.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.