si puo cucinare la carne alla griglia nel forno?

vorrei comprarmi il grill elettrico per fare grigliare carne,pesce e verdure.ma è vero ke si puo fare anke nel forno mettendo la carne su una griglia con sotto lo scola grasso e mettere la temperatura al massimo?

10 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Io ho il grill elettrico, me lo hanno regalato per il matrimonio.... ma lo uso solo quando siamo + di 4 persone perchè è abbastanza grande, quando invece voglio fare il pesce o la carne alla griglia solo per me e mio marito uso lo stesso procedimento ma nel forno elettrico (quello con la serpentina sopra) e il risultato è IDENTICO!!!

    Lo uso anche per grigliare peperoni e melanzane

    Accendo solo la parte sopra (detta anch'essa "Grill") e metto sul fondo del forno una vaschetta o tegame con dentro un pochino di acqua... per far colare il grasso.

    Con questo metodo sia la carne che il pesce vengono buonissimi (e le verdure pure) e poi non devi usare olio...

    il che non guasta....

    (ricordati di girarli a metà cottura)

    e con il sistema dell'acqua sotto... riduci al minimo l'odore in casa (il classico odore di bruciato che ci sarebbe facendo la carne su una piastra o sui fornelli a gas)

    Fidati!!! ormai sono anni che uso questo metodo...

    perciò secondo me puoi anche evitare di prendere il grill elettrico.. e risparmiare....

    provare non ti costa nulla... poi la cosa non ti soddisfa il grill lo puoi sempre acquistare in un secondo tempo.

    Ciao ciao

  • Anonimo
    1 decennio fa

    per non far seccare eccessivamente la carne metti un dito di acqua nella leccarda ed uno stecchino per non far chiudere completamente lo sportello del forno (non ventilato, solo grill).

    P.S. se devi comprare un barbecue ti consiglio quello a pietra lavica a gas invece di quello elettrico, le carni vengono molto molto meglio.

  • 1 decennio fa

    Si è vero, ma fatta alla griglia è infinitamente migliore, specialmente se fatta alla brace. Hola!

  • 1 decennio fa

    non serve la temperatura al massimo, tienila un po' piu' bassa, non ventilata.

    mia suocera fa spesso la fiorentina e il castrato cosi', è buono come sulla griglia ma sicuramente piu' sano (se parliamo di griglia a carbone...elettrica è uguale ma sai che rogna poi pulirla?io ne ho una e non la uso mai)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    VERISSIMO!!!!!!!!!!!!!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    esattamente...certo non è proprio la carne cotta sul fuoco ma è anche buona

  • Anonimo
    1 decennio fa

    no ....cioè volendo puoi anche farlo ma non verrà mai uguale....il forno asciuga molto

  • Marika
    Lv 6
    1 decennio fa

    Non riuscirai mai a raggiungere lo stesso risultato che con il grill....comprati il grill che la carne alla griglia in questo modo è migliore

  • 1 decennio fa

    LA GRIGLIA

    La cottura allo spiedo e alla griglia sono probabilmente il punto di partenza di tutta la cucina: è infatti un metodo di cottura estremamente "naturale", che può essere utilizzato all'aperto e, al limite, senza particolari attrezzature. Un focolare, un semplice spiedo anche di legno possono bastare in situazioni di emergenza o in un pic nic per preparare carne o pesce gustosi e salutari. Sullo spiedo e sulla griglia le vivande, e in particolar modo la carne, cuociono in ambiente asciutto, senza l'accumulo di vapore che si forma intorno ad una vivanda che cuoce nel forno, e mantengono il loro particolare sapore. Nell'uno e nell'altro caso si tratta di metodi di cottura relativamente semplici, che richiedono poca attenzione; come sempre, è tuttavia necessario tenere conto di alcune avvertenze.

    La griglia

    La cottura alla griglia avviene con diverse sorgenti di calore ed è la cottura con la temperatura esterna più elevata (da 1100 a quasi 7000 °C). Questa tecnica viene utilizzata sia per la cottura di verdure che di carne e pesci e ne esalta le caratteristiche organolettiche evitando perdite nutrizionali eccessive. Comunque le vitamine termolabili del gruppo B e la PP vengono distrutte in percentuale variabile (15-20%). Quale che sia la fonte di calore (carbonella o legna, gas o elettricità) il metallo della griglia dovrà essere caldissimo, soprattuto prima di porvi della carne di manzo. Quando il metallo avrà raggiunto la massima temperatura strofinatelo con un canovaccio bagnato e ungetelo con un poco di grasso: eviterete che il cibo si attacchi.Grigliare è un metodo di cottura molto rapido, motivo per cui è difficile eseguirlo alla perfezione; un minuto in più o in meno o la temperatura sbagliata (troppo alta per una fetta sottile di carne, o non sufficiente per una grossa costata) possono rovinare il piatto. L'esperienza vi aiuterà; ricordate in ogni caso che i pezzi piccoli di carne o pesce dovranno essere cotti più vicino alla sorgente di calore, mentre quelli grossi dovranno stare più lontano.

    La carne

    Una perfetta grigliata di carne si ottiene seguendo alcune semplici norme:

    Ungere: ungete sempre con poco olio o burro la carne prima di porla sulla griglia rovente, e ripetete più volte l'operazione durante la cottura per impedirle di asciugarsi e di indurire. Le piccole gocce di sangue che appariranno sulla superficie indicheranno quando la carne è al punto giusto di cottura.

    Marinare: per rendere la carne più tenera e saporita, la carne può essere lasciata a marinare per almeno un paio d'ore in una emulsione di vino e olio di oliva, rigirandola di tanto in tanto; alla marinata potrete aggiungere sale, pepe appena macinato, altri odori quali cipolla a fettine, aglio, alloro, timo o prezzemolo. Asciugate bene la carne prima di cuocerla.

    La scelta delle carni: la carne che meglio si presta alla cottura sulla griglia è quella di manzo, le cui parti migliori sono il filetto, la costata, la lombata; i pezzi più teneri e gustosi - e costosi - sono quelli ricavati dal filetto, che prendono varie denominazioni secondo la dimensione: fette alte circa 3 centimetri vengono chiamate tournedos, i filets mignon hanno uno spessore tra i 4 e i 5 centimetri, mentre pezzi tra i 5 e i 7 centimetri prendono il nome di châteaubriand. Cospargete le bistecche e i pezzi grossi di carne con pepe nero macinato e poneteli sulla griglia caldissima per scottarli da ambo i lati, formando così una crosticina esterna che conserverà loro tutto il sugo; continuate poi la cottura a calore più moderato. Per tagli più piccoli potete, dopo la "scottatura" mantenere la medesima temperatura. Salate solo a cottura ultimata.La carne di maiale si presta altrettanto bene alla cottura alla griglia, in particolar modo le braciole (costolette con l'osso) e le costine; essendo più ricca di grassi, non necessita di marinatura, e può non essere unta prima della cottura. Aromatizzatela con timo, pepe nero e rosmarino. Se grigliate carne bianca (vitello, pollo, agnello) usate un calore più moderato, o tenetela più lontana dalla sorgente: cuocerà e colorirà contemporaneamente.

    Grigliare in padella: Un eccellente metodo per grigliare la carne in casa è quello di utilizzare una pesante padella in ferro oppure una piastra di ghisa; non è necessario ungerla se sarà sufficientemente calda, ma se lo desiderate potrete ingrassarla leggermente. Ponete la carne sulla piastra ben calda, fatela "scottare" rapidamente da un lato poi abbassate il calore per uno o due minuti; voltate la carne, scottatela anche sull'altro lato e continuate la cottura rivoltando di tanto in tanto, fino a raggiungere la cottura desiderata. L'esperienza vi aiuterà a trovare il giusto punto di cottura.

  • 1 decennio fa

    ma no! non ha lo stesso sapore e poi la carne si secca e fa schifo!!

    la carne alla griglia va cotta o al barbecue o con una griglia elettrica oppure in una bistecchiera di ghisa .....

    oppure la carne è ottima anche se cucinata in una griglia elettrica che ha gli elementi che si scaldano in carbonio... ha lo stesso sapore di quando la cuoci alla bracie!!

    ma non farla nel forno non viene bene....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.