Mastro Geppetto ha chiesto in Casa e giardinoFai-da-te · 1 decennio fa

Tornitura del legno?

Ho provato a tornire un pezzo di faggio per rifare la gamba di una vecchia poltroncina.

A dispetto che il legno è compatto e ho provato utensili affilatissimi e appositamante acquistati, e centrati all'altezza dell'asse, la superficie del legno resta barbosa, in taluni casi si scheggia lungo la fibra del legno.

Il tornio ha alta una ampia gamma di velocità dai 62 ai 1800 giri e il banco ben rigido, le velocità di avanzamento medio-basse.

Come si fa ad avere la superficie almeno accettabile per la successiva passata alla carta vetrata? sbglio tipo di legno?

(utensile in HSS perfettamante affilato alla mola)

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    ma che tornio stai usando? perchè nella tornitura del legno l'utensile non lavora all'altezza dell'asse, ma più sopra e inclinato e va guidato a mano, appogiandolo sull'apposito supporto regolabile in altezza. Inoltre lo scalpello va tenuto lievemente inclinato rispetto alla perpendicolare dell'asse per facilitare lo scarico del truciolo.

    Le velocità di cui parli vanno bene per i metalli non per il legno che richiede velocità più alte anche oltre il doppio di 1800 rpm.

    Ma è difficile qui descrivere come si impugna e si guida l'attrezzo. Cerca su internet qualche guida per la tornitura "del legno" su tornio per "legno".

    Comunque è l'esperienza la miglior maestra. Ma fai attenzione soprattuto a come impugni lo scalpello.

    Il faggio è molto facile da tornire se segui le regole non avendo nodi o disomogeneità nella fibra.

  • 1 decennio fa

    La velocità è troppo bassa, dovresti arrivare almeno a 2500 rpm, come utensili vanno benissimo anche delle vecchie lime intestate, oppure dei scalpelli da legno, non occorrono utensili particolari.

    L'affilatura poi non serve, serve l'angolo di taglio, poco sotto ai 90° l'importante è che il pezzo non sfreghi sull'utensile.

    Io ho costruito diverse scacchiere, in ulivo, noce, ciliegio, bosso, con un tornio autocostruito.

    Il motore era di una lavatrice, 2800 rpm, con pulegge moltiplicatrici, utensili fatti con ferro quadro 10 x 10 e placchette in carburo di tungsteno riportate per la sgossatura.

    La finitura, come ti ho già detto, con vecchie lime intestate.

    Quello che conta è la velocità di rotazione del pezzo, 1800 rpm vanno bene per il metallo, ed utensili in HSS, raffreddati ad acqua emulsionata, se usi utensili in carburo o ceramici, sono ancora pochi.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    chiedi ad un falegname esperto che è meglio!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.