Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute mentale · 1 decennio fa

Rivoluzione industriale?

mi potete passare dei link con delle informazioni?

10 punti a chi ne mette di più!

Grazie in anticipo!

Aggiornamento:

divertente, LFK, ma parlo seriamente

1 risposta

Classificazione
  • LFK
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    La rivoluzione industriale ebbe inizio alla fine del periodo secessionistico involutivo in cui le comunità evolute avevano tentato di resistere al progresso attraverso stratagemmi non sempre consoni allo status politico dell'epoca.

    Le prime vere scosse al sistema produttivo furono date dalla produzione di massa delle bielle asincrone, che non servivano però in alcun processo produttivo. Questo primo flop fece pensare alla fine dell'industria moderna, ma un ingegnere dell'epoca, sviluppò un progetto per reintegrare le bielle asincrone nella produzione di lecca lecca asimmetrici, riuscendo in questo modo a salvare milioni di posti di lavoro. A seguito del successo, l'ingegnere si ritirò a vita monastica, lasciando in eredità ai suoi discepoli uno scritto in sanscrito, attualmente impossibile da decifrare, ma che diede vita alla creazione di macchine sempre più sofisticate per la decifrazione dello scritto. Le macchine fallirono tutte ma potevano essere reimpiegate in altre fnzioni. Ebbero così vita le maggiori invenzioni dell'epoca: la macchina per lo zucchero a velo, l'autolettiga, il forno a microspasmi (progenitore del forno a microonde), le ultime lettere di Jacopo Ortis, il gelato caldo, l'orologio gay (a cul cul), il primo calcolatore umano integrato in una sveglia.

    Solo dopo decenni si riconobbe l'utilità del periodo della rivoluzione industriale, che diede nuova luce al mondo, anticipando il periodo illuminista, scandito da invenzioni sempre più moderne come la lampadina a vapore, l'uccello del malaugurio, i fari allo xeno.

    Attualmente siamo in piena rivoluzione industriale, periodo in cui le macchine tendono a sovrapporsi all'operato umano ed a sostituirlo in pieno, con ottimi risultati: le donne sole utilizzano vibratori meccanici a più velocità, i bambini giocano con cuccioli virtuali, le massaie lavano i capi delicati a 90 gradi, mentre vengono sodomizzate con potenti vibratori a reazione nucleare.

    L'ultima frontiera è rappresentata dalla creazione della fecondazione in vitro, che avviene attraverso l'unione di una bambola gonfiabile con vagina riscaldata e un vibratore superturbopower.

    Ad oggi, ancora non si conosce il nome dell'ingegnere che diede il via alla rivoluzione.

    Fonte/i: Appunti di Salute Mentale
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.