Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaAnimali da compagnia - Altro · 1 decennio fa

Petronilla L'orango di Roma?

Sono preoccupato per mia nipote Petronilla. Sono diversi anni che la poverina, figlia adottiva di mia sorella Guendalina, vegeta con le sue due figlie, Zoe e Martina, in un locale vetrato, buio, senza mai vedere il sole e la natura circostante. Una situazione molto triste.Tutto iniziò quando, nel 1970, i suoi genitori, Carlo e Tuta, la misero al mondo con il fratellino Arcibaldo (scomparso prematuramente), ma non se ne vollero occupare, rischiando di farla morire dinedia. Per fortuna mia sorella, moglie del mitico direttore del Giardino Zoologico di Roma, Cecco Baschieri Salvadori, si prese in carico la neonata, ladottò e lallevò per anni assieme ai suoi due figli, oggi stimati professionisti. Ed era commovente vederla allattarla col biberon, cambiarle i pannolini, farle il bagnetto, cucirle i vestitini, e portarla al parco in passeggino.

Sto parlando, per chi non lavesse capito, di una femmina di orango (Pongo pygmaeus) una rara specie di scimmia antropomorfa che oggi,

Aggiornamento:

divenuta adulta, vive confinata in un angusto locale del Bioparco (così si chiama oggi il Giardino Zoologico di Roma dopo lavvìo di unimportante opera di ristrutturazione) locale che si trova a pochi metri dal grande spazio verde e soleggiato riservato ai suoi cugini scimpanzi.Ho seguito per anni la vicenda di Petronilla, ma negli ultimi tempi lho un po persa di vista perchi, divenuta adulta, i dirigenti dello Zoo avevano ritenuto opportuno di riportarla nel locale ove era nata. E ora se ne sta con le figlie in una vetrina buia, esposta continuamente alle smorfie del pubblico, senza avere un angolo appartato dove rifugiarsi o supporti sui quali arrampicarsi. Quando mia sorella va a farle visita, mostra ancora di riconoscerla, con segni di grande affetto e contentezza.La triste vicenda di questa mia parente adottiva è venuta fuori recentemente quando alcuni personaggi (professori universitari, ricercatori, animalisti) 

Aggiornamento 2:

criticando per ragioni etologiche ed ecologiche lipotizzato trasferimento in una riserva sudafricana della giraffina nata disabile al Bioparco  hanno proposto che i fondi destinati a questa operazione fossero invece impiegati per rendere le condizioni delle tre femmine di orango meno penose.Gli oranghi, oltre ad essere molto vicini geneticamente a noi, in natura vivono solo nelle grandi foreste del Borneo e di Sumatra dove, come ricorda il Wwf, sono purtroppo in via destinzione a causa del bracconaggio e della distruzione delle giungle in cui essi vivono. Ed è commovente, come scrive lo zoologo B. Grzimek, vedere le cure che in natura la madre orango riserva al suo cucciolo: +Non solo lo allatta e lo coccola, ma provvede anche a tenerlo pulito: con i denti libera dal pelo ogni traccia di sporco e gli accorcia le unghie delle mani. Lo lava con acqua piovana e lo tiene lontano da si quando il piccolo deve soddisfare i propri "bisogni";.

Aggiornamento 3:

Allo stato libero, le femmine di questa specie possono avere al massimo quattro o cinque figli in tutta la loro esistenza che non supera i 30 anni. Petronilla ne ha oggi 38 e amerebbe poter vedere, prima di morire, il verde e la luce del sole.Sarebbe quindi bello, come si è fatto lodevolmente per i leoni indiani, gli orsi e gli scimpanzi, che anche a mia nipote e alle sue figlie fosse concesso di godere dellaria aperta e della luce solare. Una soluzione, ventilata dagli esperti che conoscono bene il Bioparco, potrebbe essere quella di creare per la famigliola di Petronilla uno spazio aperto ad essa riservato allinterno di unarea oggi in abbandono e invasa dalla vegetazione presso lantica vasca degli orsi polari.

Fulco Pratesi, presidente del Wwf Italia

3 risposte

Classificazione
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.