Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 1 decennio fa

l'ultima baggianata di Marco Travaglio?

ieri ad AnnoZero, Marco Travaglio si è espresso nella sua ultima sparata: pubblicare i redditi in rete va bene, perchè tanto "se uno non ha fatto niente di male..."

sviluppando il ragionamento del geniale agiografo di Mangano, tutte le garanzie costituzionali sono di fatto inutili, anzi nocive..

apponiamo il visto di controllo sulla corrispondenza e mettiamo tutto sul web, tanto "se uno non ha fatto nulla di male"

intercettiamo tutte le telefonate e mettiamole sul web, tanto "se uno non ha fatto nulla di male"

perquisiamo le case della gente senza motivo e mettiamo i video su youtube, tanto "se uno non ha fatto nulla di male"

(chi nota qualche somiglianza con il ventennio non ha, in effetti, torto)

domanda 1: è più fascista *nei fatti* Alemanno o Travaglio?

domanda 2: a proposito di trasparenza.. io non posso controllare i bilanci del mio stipendiato Giorgio Napolitano.. Giorgio Napolitano, che non mi paga, può controllare i miei bilanci.. che trasparenza è mai questa?!

Aggiornamento:

domanda 3 (bonus): neanche Matteotti aveva fatto niente di male.. secondo voi, se Dumini si fosse abbeverato al Travaglio-pensiero, il deputato socialista se la sarebbe cavata?

Aggiornamento 2:

@LUC10: la logica e l'estensibilità non sono optional... se A => B e B=> C allora giocoforza A => C (se siamo tra persone razionali e di buon senso... se dubiti che Travaglio sia una persona razionale e di buon senso.. sono con te!)

Aggiornamento 3:

@olib: da dichiarare allo Stato, mica ai privati cittadini!!

Aggiornamento 4:

@Cicero: ma ciò che tu dici richiede di ANDARE all'AgEnt, presentare i DOCUMENTI e PAGARE un contributo.. e infatti non lo fa nessuno se non chi ha un reale interesse legittimo nella cosa (e ci sarebbe da discutere, ma per lo meno esiste un filtro).. metterli su Internet in totale anonimato e senza controllo su CHI chiede di CHI è folle.. e ancora più folle è la motivazione del geniale agiografo Travaglio (su cui in effetti verte la domanda)

Aggiornamento 5:

@Filly: mi dai gli URL per visionare IN ANONIMATO i redditi dei cittadini di altri paesi, gentilmente?

Aggiornamento 6:

@extro76: dove le hai lette queste cose tremende? Berlusconi vuole limitare le intercettazione a reati gravi, vuole un sistema presidenziale (c'è in parte in Francia, c'è negli Stati Uniti, non mi sembra siano propriamente dei regimi dispotici, vero?) e non vuole impedire le indagini (anche perchè non è nei suoi poteri, a meno che tu non presuma un golpe... nel qual caso ti conviene correre a denunciare l'eversore)

23 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    se è così legittima la pubblicazione delle dichiarazioni dei redditi...se è così giusta e democratica...perchè esiste solo in Italia? L'unico altro posto dove vengono pubblicate le denunce dei redditi è l'irlanda...ma si tratta esclusivamente dei redditi degli evasori.

    Vi ricordo che dai medici di famiglia avete dovuto firmare un'autorizzazione per consentire di tenere i vostri dati(indispensabili al lavoro del medico) così come dovete specificare di autorizzare il trattamento dei vostri dati personali quando mandate un curriculum via posta o mail...e poi tutti gli affari vostri...senza per altro aver fatto niente di male possono essere accessibili in rete? Escludendo ogni faziosità politica...vi sembra razionale? senza contare che le denunce dei redditi on line facilitano enormemente il lavoro di ladri, rapinatori, estorsori e rapitori...che non perdono tempo con persone che magari non sono ricche come sembrano e possono agevolmente individuare anche galline dalle uova d'oro insospettabili...bella democrazia!

    ps vorrei sapere come possa contribuire alla lotta all'evasione il dare in pasto a chiunque dati già in possesso dello stato! mi sa che i neuroni vagano in molte teste come le particelle di sodio nell'acqua lete...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Tutti i candidati a ricoprire posizioni pubbliche in italia dovrebbero essere messi al setaccio e l'informazione dovrebbe informare su loro eventuali picchi positivi o negativi.

    Il popolo dovrebbe sapere chi vota, i candidati a cariche pubbliche (e solo loro) non dovrebbero avere privacy.

    Allora si candiderebbero solo gli onesti e non sentiremmo più parlare di berlusconi, prodi, dalema, fini, veltroni, bossi, bertinotti, ecc. ecc.

  • 1 decennio fa

    le dichiarazioni dei redditi sono pubbliche dagli anni 70

    basta che ti rechi all'agenzia delle entrate e chiedi la mia dichiarazione te la danno senza problemi

    metterla su internet è un modo per rendere più accessibile una cosa che già lo è

    per cui al massimo dovevi indignarti 30 anni fa quando si è deciso di rendere questi dati di pubblico dominio non certo oggi, non ha senso

    detto questo secondo me è una cosa più inutile che dannosa questa, tanto per vedere chi ha i soldi e chi no è inutile guardare nella dichiarazione dei redditi

    si fa prima a guardare in garage e vedere se ha la panda o la lambo

    purtroppo in italia fa più notizia lo scippatore marocchino che frega 50 euro piuttosto che l'evasore fiscale (berlusca in primis) che fre 50 miliardi di euro

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Chi vuole nascondere il reddito è perché ha qualcosa da nascondere. Il reddito dei salariati è pubblico e nulla accade alla loro privacy. Chi è contrario è a favore dell'evasione fiscale. Che rode il 30% dello stipendio a chi le tasse le paga! Per la privarcy poi è una fesseria, poiché nessuno si lamenta delle carte di credito, primo strumento usato per l'analisi del flusso di contanti. Le liste dei ricchi la delinquenza la può avere come gli pare. Dai su enrico, non difendere situazioni indifendibili. Sai meglio di me, che la pubblicazione è solo un vantaggio.

    Enrico: sei tu che sviluppi il discorso non travaglio. Perché metti in bocca parole a lui, mentre sono tue? Falsare i fatti è da ventennio.. Lo sai vero? Lui ha detto solo che pubblicare i dati è giusto. Tu hai aggiunto il resto.

    Affermare che 1+1=2 non significa =4 data la somma del 2+2.

    Vuoi proprio difendere una posizione di cui gli evasori ti sono grati, ma solo loro. I salariati non credo proprio. Dato che proteggere gli evasori abbassa di molto lo stipendio. Poi se ad alcuni sta bene di prendere stipendi miseri. E sapere che il loro padrone paga meno tasse.. Beh cavoli suoi se è fesso..

    ------------------------------------------------------------

    enrico: quindi secondo la tua logica dell'estensibilità, l'evasione fiscale sarà sempre più in crescita? se non avviene un fenomeno in controtendenza..

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Scusa, ma cosa c'entra pubblicare i redditi in rete e pubblicare la posta o perquisire le case??

    Domicilio e corrispondenza sono proprietà privata, i redditi sono da dichiarare, tassabili e evadere le tasse è reato!!

    Chi è più fascista uno che pensa che con le tasse si può migliorare la vita di tutti i cittadini o chi pensa che i più deboli devono stare in mezzo alla strada perchè lui non ha voglia di pagare le tasse??

    Qui si parla di evasione di miliardi!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Premesso che di sapere il reddito del mio vicino, non me ne importa un granche'.

    Perche' questa confusione ? Roma non era ladrona ? Ecco i redditi, ci sono anche i romani ........ eppoi sono stanco di vedere piangere miseria a della gente con redditi superiori a 10 volte il mio ........ di circa 22mila..... sentirli dire che fanno 12 ore al giorno, ma le paghessero pero' le tasse per le 12 ore che fanno.

  • 26per1
    Lv 4
    1 decennio fa

    Il discorso di travaglio era diverso: lui non diceva che "bisogna pubblicare i redditi di tutti", ma che, se non fosse stato possibili conoscere i redditi delle persone sospette, non avremmo saputo alcuni dei più ecclatanti casi di evasione e di truffa!

    Cerchiamo di andare un pò dentro ai discorsi e non di fermarci alla prima parola solo per fare polemica!

  • 1 decennio fa

    un altro berlusconiano che si sente minacciato

  • 1 decennio fa

    non fare di tutta l'erba un fascio: i redditi, come i bilanci, sono pubblici, ovvero se vado all'agenzia delle entrate e chiedo il tuo reddito me lo danno senza problemi.

    Le intercettazioni sono soggette ad una normativa specifica che comprende anche il segreto istruttorio, così come le perquisizioni.

    Travaglio vorrei capire in quali fatti è fascista, a meno che tu non consideri "fatto" il muovere la lingua per parlare e a questo punto l'elenco sarebbe lunghissimo.

    Per il fatto del poter controllare il reddito di napolitano posso anche essere d'accordo con te, ma qui si pongono questioni di sicurezza interna, un pò diversi da quelli di cui stiamo dibattendo.

    Saluti

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Contando che i redditi SONO GIA' PUBBLICI, non vedo perchè di tutto sto casino...

  • forse non sai che le dichiarazioni dei redditi sono già pubbliche.

    Basta recarsi all'agenzia delle entrate e chiedere di prenderne visione.

    Pubblicarle sul web è stato un modo per renderle più facilmente accessibili ed è una cosa che accade già da tempo in molti altri paesi del mondo.

    Se uno le cose le deve dire,è meglio che lo facesse raccontando i fatti per intero e non raccontando solo la parte che gli è necessaria a prendere per i fondelli una persona che ovviamente non gli è simpatica.

    Travaglio si è limitato ad esprimere il suo punto di vista e più che criticare lui associandolo al ventennio fascista,assocerei al ventennio coloro che gli tapperebbero la bocca solo perchè non gli piace il suo modo di fare giornalismo.

    Quanto a Napolitano,dubito fortemente che sia interessato a conoscere i redditi di noi altri...

    Cercateli su google,è facile

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.