bruna ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniAllergie · 1 decennio fa

il mio ragazzo dice ke nel suo caso l intolleranza al glutine non è ereditaria è possibile...?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    No, non è così come dice il tuo ragazzo.

    Purtroppo tutti noi e le ns famiglie abbiamo qualche residuo di malattie varie solo perchè ai tempi dei ns nonni la medicina non era affermata come adesso.

    L'intolleranza al glutine l'abbiamo tutti, chi + chi meno ma è un'allergia dei ns tempi a causa delle varie tipologie di farine che usano sul mercato e gli ingredienti che vengono associati.

    In Italia come in Germania, Spagna, Olanda e Austria ci sono dei controlli rigorosi e ben vengano se ci possiamo salvare da tutto il resto del mondo che usano farine di bassa qualità e che al nostro organismo fanno male.

    Per mia fortuna sono chef, la scuola con cui ho conseguito il diploma mi ha fatto capire che la pasta è l'unico alimento che da forza al corpo umano, con poche calorie e molte vitamine e proteine.

    Il mio consiglio: se prendi 100gr. di spaghetti e li getti in acqua bollente che bolle, fai una 1/2a cottura lasciando due dita della vecchia acqua ( scolando la prima ) aggiungi altra acqua pulita bollente e fai continuare la cottura, vedrai che quando scoli la pasta è meglio di quella che compri senza glutine ed è + gustosa.

    Le marche migliori sono: Vogliello, Mulino Bianco, Cecconi, ecc.

    La pasta all'uovo deve essere senza sale e senza farina 00 e buon appetito.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Bisogna vedere prima di tutto de il tuo ragazzo è intollerante o è affetto dal morbo celiaco o celiachia.Se celiaco la componente ereditaria c'è.La celiachia è una patologia multifattoriale che comprende un fattore genetico ed uno ambientale.L'ambientale è rappresentato dal glutine,complesso proteico presente negli sfarinati di frumento e cereali,dove la vera e propria sostanza tosiica,per i celiaci,è la gliadina,una prolammina.Il fattore genetico è da ricercarsi nel MHC o complesso di immuno isto compatibilità.I celiaci presentano in un locus presente in una regione del cromosoma 6 dei geni (HLA-DQ2 e HLA-DQ8)che codificano per la produzione di specifiche proteine appartenenti al MHC denominate HLA di classe 2.Esse ospitano e legano la gliadina,che modificata da un enzima,laTtg,acquisisce forte antigenicità.Le HLA 2 una volta che legano la gliadina la espongono al sistema immunitario scatenando una risposta immunitaria abnorme che porta all'atrofizzazione dei villi intestinali con i conseguenti effetti nocivi.Le analisi da effettuare per sapere se si è celiaci sono di tipo seriologico per individuare la presenza di anticorpi EMA,ANTI-Ttg e AGA (antigliadina) ed inoltre un esame bioptico prelevando un campione di tessuto intestinale per constatare se vi è atrofia dei villi intestinali.Se il risultato dovesse essere positivo vuol dire che il soggetto è celiaco.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.