Facciamo un racconto insieme?

Questo è l'inizio di un racconto che ho scritto, avete voglia di continuarlo?ognuno aggiunge una piccola parte, dai dai vediamo come viene??

La sala è piena di persone che conversano disinteressate.

Il clima è quello di una festa, ma non sono certo che lo sia.

Mi muovo nel salone, tra quelle persone vestite di nero, eleganti.

Dove sto andando non so, ma cammino lentamente, alla mia destra alcune persone si versano qualche champagne nei loro bicchieri di cristallo, altre si muovono al ritmo di un tango, stranamente tutti vestiti uguali:, le donne indossano un vestito nero che termina con un'provocante spacco, nei capelli un fiore bianco, candido, forse non come le loro anime, gli uomini anch'essi un completo nero, elegantissimo, con tanto di fiore all'occhiello, simile a quello delle compagne.

Si muovono eleganti in quella stanza, con perfetta sincronia, come un'unica cosa.

Solo ora mi accorgo dell'orchestra, una decina di persone con altrettanti strumenti in mano, il mio udito viene attratto dal suono del violino, quel triste malinconico suono che improvvisamente diventa imponente e minaccioso, scavalcando le note avido di essere udito.

Magnifico strumento, affascinante.

Faccio ancora pochi passi, attraverso la sala e salgo la scalinata di.

È composta da cinque scalini ricoperti in parte da un tappeto rosso, sembra la scala di qualche palazzo reale.

Dalla scalinata, mi volto per poter osservare meglio il ballo, l'enorme finestra si estende per tutta la pista da ballo, due tende di seta rossa sono raccolte ai lati per far entrare il sole.

Mi muovo ancora, entro in una porta adiacente alla scala, la richiudo dietro le mie spalle.

La stanza è stupenda come tutto, elegante e raffinata.

Un letto di ferro battuto è al centro della stanza, ricopre un tappeto, forze persiano, alcuni dipinti sono distribuiti sulle pareti, mentre a destra si trova un grandissimo mobile di legno antico di quelli del 700' o giù di lì.

Mi stendo sul letto, ho voglia di restare solo, di chiudere fuori la porta tutte quelle persone, almeno per pochi secondi.

Mi rilasso, ma improvvisamente si apre la porta, ed................( continuate voi)

p.s. il racconto è ambientato in un sogno........

9 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    finché il violino non smette di suonare ... silenzio ... solo un grande silenzio . Il letto si comincia a muovere , la paura comincia ad assalirmi . Alzo lo sguardo e mi accorgo che dalle finestre entrano centinaia di uccelli . Il letto comincia ad alzarsi e mi rendo conto che gli uccelli mi portano con loro , nella notte , senza luna ... il respiro comincia a diventare affannoso , il cuore comincia a battere fortissimo e improvvisamente ..... ( continuate voi )

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E la sua mano sfiorò i miei capelli.. poi improvvisamente una voce melodiosa rilascia nell'aria vibrazioni d'amore perse nel tempo...

    Antichi brividi pervadono la mia pelle e tu ti avvicini... ma io corro verso la finestra... una loce rosa mi attira... vedo un'immagine che piano piano si avvicina.... Non credo ai miei occhi....

    ( continuate voi...)

  • 1 decennio fa

    Mi rilasso, ma improvvisamente si apre la porta, ed............mi apparve una donna, indossava un vestito lunare, , un profumo di rose invase la stanza, camminava leggiadra come se non toccasse il pavimento di marmo .Lei mi guardò ed i suoi occhi ,due piccole stelle, si posarono su di me e sentii un calore che pervase tutto il mio essere, si avvicinò con leggiadria e la sua mano sfiorò i miei capelli, poi improvvisamente..........( continuate voi)

  • ri
    Lv 6
    1 decennio fa

    e tutto a un tratto capisco ke è lei la più importante x me, il mio destino... vorrei tanto tenerla tra le mie braccia, ma davanti a me c'è solo la stella ke la raffigura.. devo tornare giu per trovarla, LEI, la persona più speciale, la mia stella... (continuate voi)

    ehi scusa ma ke fine fa fatto la donna di prima e i marziani??

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    ...ed improvvisamente mi ritrovo solo...nell'infinità di cielo...un cielo che avvolge i miei pensieri..io solo nel mio letto trasportato da tanti uccelli che conoscono bene la traiettoria e continuano a volare come se il letto non avesse peso...come se il buio non ci fosse come se quel viaggio era il loro viaggio. mi sento trasportato dal vento dalla libertà dal mio stesso sogno che avvolge le mie paure e le getta via...da quel cielo troppo perfetto per esser contaminato dalle incertezze e dalle paure. Volo....io Volo...libero dalle oppressioni,dai pregiudizi...dalla società...è il mio sogno...è la mia libertà. Ad un tratto...una stella si avvicina...una stella luminosa...si posa sul mio letto...la sua luce mi avvolge...e vedo due occhi....che mi guardano come nessuno aveva mai fatto prima d'allora...non è una stella...ma è LEI...colei che ho sempre sognato e.....(continuate voi.....)

  • 1 decennio fa

    Adesso ci sei tu a riscaldarmi il cuore e l' anima che credevo per sempre perduta nel passato. Finalmente ero tra le tue braccia forti,un' abbraccio interminabile,non esisteva più niente tra di noi,non c' erano più i muri della stanza,tutto era come scomparso,ci accarezzava solo le dolci note della musica che proveniva dalla sala .(adesso continuate voi)

  • Orione
    Lv 5
    1 decennio fa

    ...ed ad un tratto i colori, gli odori i raggi di luce iniziano a mescolarsi e tutto lievemente si offusca fino a non esserci più alcuna luce o colore o particolare della meravigliosa stanza, e mi ritrovo al buio, circondata dal buio, ma non ho paura, sto bene, sento solo il rumore del Silenzio, che mi culla, ma non ho paura.............(continuate voi)

  • 1 decennio fa

    azz!!!...sono arrivati i marziani!!!

    ehehehhe!!

    Cià!

  • 4 anni fa

    A 12 anni non si dovrebbe fare sesso con nessuno. E' troppo presto. Mi chiedo dove andremo a finire.......

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.