Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureCulture e gruppiCulture e gruppi - Altro · 1 decennio fa

Da dove nasce l'usanza di portare l'anello matrimoniale?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    L'anello matrimoniale, usato generalmente negli sposalizi cristiani fin dal secolo IX, risale agli antichi Egizi e veniva posto all'anulare della sposa perché si riteneva che attraverso quel dito passasse una vena che andava direttamente al cuore. Da qui l'uso di "legare" con un anello una persona all'altra, in una promessa d'amore eterno. Anche se questo romantico mito è stato sfatato, le fedi nuziali continuano a rappresentare l'impegno reciproco contratto con il matrimonio.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' il simbolo di un legame senza fine, infatti il cerchio non ha inizio nè fine, è infinito! Antichi egizi, arabi e più o meno tutti i membri delle antiche civiltà, hanno colto l'intimo, intenso significato di un cerchio in oro (elemento anch'esso immortale) posto nel dito di due persone che si uniscono per la vita, cioè in modo "imperituro".

  • 1 decennio fa

    la credenza della vena che va diretta al cuore è la ragione effettiva per cui si indossa la fede e la si porti all'anulare, ma non è provato che abbia origini egizie. Potrebbero, anzi, risalire all' epoca romana.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io so che gia gli antichi egizi praticavano questa usanza dato che l anello simboleggia l amore infinito, perchè l amore come l anello non ha una fine(non ha un punto di partenza e un punto d arrivo)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.