Avete mai desiderato sinceramente di far parte di una religione diversa dalla vostra? Perchè?

19 risposte

Classificazione
  • Rapido
    Lv 5
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Qualche estate fa, mentre passeggiavo in un parco, vidi una coppia di TdG che praticavano il proselitismo fra i frequentanti il parco.

    Mi chiesi come potessero due persone andare in giro vestite in quel modo con quel caldo: lui era vestito in giacca e cravatta, e lei con una lunga gonna nera ed una camicetta bianca abbottonata sino all'ultimo bottone. Il cielo era nuvolo, ma la giornata era veramente afosa. Improvvisamente scoppia un temporale, ed io mi rifugiai sotto un vicino portico situato nei pressi di un parcheggio; I TdG si misero a correre per raggiungere l'auto che avevano parcheggiato proprio in quel parcheggio; loro erano più lontani di me, e vi arrivarono completamente bagnati.

    Il seno della TdG era così abbondante che, durante la corsa, era schizzato fuori dal reggiseno? La calura era così insopportabile da spingere la donna ad uscire di casa senza reggiseno? Non lo so, so solo che mentre i due mi sorpassavano, lui aveva un sorriso più grande della sua faccia, e lei aveva una camicetta (che l'acqua aveva reso trasparente ed appiccicosa) aderente al seno (probabilmente una quarta abbondante).

    Li vidi salire in macchina ridendo. Quella volta, avrei voluto essere al posto di quel TdG.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Un conto è la religione, un conto quello che è veramente sacro nell esistenza, la religione vive nelle idee, il sacro batte nel nostro stesso cuore

  • 1 decennio fa

    No mai,

    oltretutto a che serve cambiare religione?

    Per comprendere cosa siano le religioni, bisogna fare un esempio pratico.

    Le religioni, monoteistiche, sono come una grande piramide a gradini con molti lati, ogni lato una religione

    ma..... un solo " Vertice".

    I cristiani fanno il loro cammino cercando di arrivare al "vertice" salendo lungo la gradinata di un lato qualsiasi, così fanno tutti gli altri popoli di religione diversa.

    Questo spiega perchè sono assurde e stupide le guerre di religione.

    Un popolo dichiara guerra ad un altra religione perchè dall'alto della sua arrogante ignoranza, vuole affermare di essere il solo che sta "salendo" sul lato giusto della piramide.

    Ma non esiste un lato giusto per arrivare il cima vicino al vertice, perchè sono TUTTI giusti, se l'intento è di arrivare in cima.

    Inoltre, all'interno di una qualsiasi religione, non esiste un unico sentiero dove le persone sono poste in "fila Indiana" per salire verso l'alto, ma la gradinata del lato è molto ampia.

    ci sarà chi sta sul margine destro, chi sul margine sinistro, chi sul margine +o- centrale, chi va da un lato all'alttro senza salire, chi ritorna indietro.

    Da questo si comprende come la religione sia un fatto personale tra ognuno di noi ed "Il vertice".

    Noi soli sappiamo se stiamo avanzando nella giusta via, e non c'è bisogno di preti o altri che ci dicano quando facciamo bene e quando facciamo male, lo sappiamo beinissimo da soli.

    Cambiare religione, sarebbe come cambiare lato per arrivare in cima.

    a che serve cambiare lato? solo a perdere tempo.

  • 1 decennio fa

    le strade nella vita sono tante,ma solo una e giusta ,e quella che ti porta sempre a casa

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Mai, sono pienamente soddisfatta della mia religione.

    Ciao

  • 1 decennio fa

    io si tante volte l'ho pensato forse xkè vorrei scoprire le altre cose delle altre religioni!!ciao bacioni

  • 1 decennio fa

    Secondo me la religione Cattolica ha buon senso. Forse dipende anche dalla mia educazione.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    No mai,anche se in passato ho avuto sporadici contatti con una comunita' buddista

  • 1 decennio fa

    io la penso come Renato G che come risposta è molto saggia e bisogna scindere le due cose.

  • 1 decennio fa

    Eccome no, almeno per due o tre volte nella mia vita... E sono arrivato alla conclusione che per camminare sulla strada di/con Dio ci sono più vie, la mia è quella del Cattolicesimo...

    (Dannato relativismo Teologico, lo odio ma non riesco a farne a meno! :-p Ih ih ih ih...)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Si, l'Ortodossia perché ne condivido alcuni insegnamenti e ne sono rapito dalla bellezza della liturgia e della preghiera.

    Ma ciò che mi ha trattenuto è stato sapere dell'esistenza di una preghiera (di Pentecoste) per quelli che si trovano all'inferno (il che mi puzza di Apocatastasi postuma), una non spiegazione esauriente sul peccato originale e tutto il contorno che ci sta dietro, più una riflessione maturata anche grazie ad alcune persone.

    Perché cambiare in un sentiero cristiano sconosciuto ai più perchè qui è minoranza schiacciante, quando qua è pieno di gente che ha soltanto bisogno di essere spronata a capire meglio, nella chiesa di appartenenza che quasi sempre è quella cattolica (e che conosco bene, nel bene e nel male), le ragioni del credere o non credere in Cristo (che molto spesso molti abbandonano per banalità facilmente risolvibili)?

    Tutto questo mi ha riabilitato.

    Ciao!

    Xyz

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.