promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 1 decennio fa

.....in nucleare 2...?

siccome ho ricevuto poche risposte dagli utenti di destra, vorrei riproporre una delle mie domande...

1)Dobbiamo costruire almeno 20 centrali nucleari per recuperare appena il 30% del nostro fabbisogno(non risolvendo di fatto il problema di dipendenza)

2)Dobbiamo attendere almeno 10 anni affinchè la prima centrale vada a regime(e nel frattempo?)

3)Di uranio in Italia non se ne trova quindi dovremo comprarlo dall'estero e come il petrolio,è soggetto alle fluttazioni dei prezzinternazionali(chi scommette che fra 10 anni i prezzi lo renderanno poco conveniente?)

4)Le scorie a chi le diamo?Chi è disposto a prendersele?

5)Dato che l'uranio emette radon, un gas radioattivo, nonché altri prodotti di decadimento altrettanto radioattivi, l'estrazione mineraria di uranio presenta pericoli ulteriori che si sommano a quelli già esistenti nell'attività del minatore. Le miniere di uranio che non siano "a cielo aperto" richiedono adeguati sistemi di ventilazione per disperdere il radon.

Durante gli anni cinquanta molti dei minatori statunitensi impiegati nelle miniere di uranio erano nativi Navajos, dato che molte delle miniere erano collocate nelle loro riserve. A lungo andare molti di essi svilupparono forme di cancro al polmone.

Aggiornamento:

siete ancora convinti che in nucleare è la svolta giusta?

Aggiornamento 2:

scusate ho sbagliato ho scritto in nucleare, invece che il nucleare

24 risposte

Classificazione
  • France
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ti dico come la penso.

    Credo che l'italia debba sfruttare le risorse naturali che ha, siamo una penisola quindi abbiamo acqua in abbondanza e venti sfruttabili.

    Dovremmo utilizzare energie alternative come l'eolica, costruire abitazioni che per legge abbiamo i pannelli solari (cavolo usano i pannelli solari in svezia dove in inverno hanno 3 ore di sole al giorno),costruire termovalorizzatori..

    Sappiamo benissimo che con queste soluzioni non riusciremo a soddisfare il fabbisogno nazionale, quindi per sopperire a questa mancanza secondo me un pensierino al nucleare dovremmo farcelo.

    Le difficoltà di applicazione sono le seguenti:

    pannelli solari, quelle eliche che imbruttiscono i paesaggi e simili nessuno li vorrebbe,appunto per un discorso estetico, direbbero subito "costruitelo vicino a qualcun'altro".

    Le centrali di ultima generazione addirittura smaltiscono le scorie riutilizzandole,quindi il problema non si porrebbe.

    Io non mi fido però, e questo perchè siamo in italia e tutti sappiamo come funziona l'italia:

    per costruire una centrale si darebbe il lavoro in appalto, poi in subappalto, poi in sub sub subappalto,dopo che ci hanno mangiato dallo stato alle amministrazioni comunali...

    C'è da fidarsi sulla qualità?

    Ovviamente no.

    Bisognerebbe far intevenire esperti NON italiani,pagarli profumatamente, e dargli carta bianca.

    Una centrale nucleare ben fatta sarebbe la soluzione ideale per sopperire a dove non possiamo arrivare con altre forme di energia,ma in italia è irrealizzabile,per i motivi che ho detto prima..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    carissimo, intanto facciamo un pò di chiarezza con i dati.

    L'Italia attualmente importa 1.701.400 barili di petrolio al giorno (hai letto bene). Ovviamente non vanno, per fortuna, tutti a beneficio della produzione di energia elettrica.

    Quanto alla necessità di energia elettrica facciamo un pò di conti: in italia ci sono circa 20milioni di famiglie: ogni famiglia dispone, mediamente, di 3 kwh per le esigenze del proprio appartamento.

    Per raggiungere i 3 kwh con i pannelli solari, bisogna installare 27 mq di pannelli solari: costo 21.000 euro!

    Dei pannelli fotovoltaici non si conosce ancora: la vita tecnica; eventuali necessità di manutenzioni periodiche, composizione ed eventuale smaltimento degli stessi con relativi oneri e misure di sicurezza necessarie.

    Attualmente produciamo con fonti rinnovabili (eolica, idrica, solare, geotermica e biomasse e rifiuti) poco meno di 50mila GW di energia elettrica, vale a dire meno del 15% del fabbisogno. Fabbisogno che cresce, mediamente, del 3-4% l'anno.

    Inoltre: pagiamo 56milioni di euro l'anno alla Germania perché prenda e bruci nei suoi termovalorizzatori i rifiuti campani, coi quali produce energia elettrica che ci rivende.

    La Francia prende soldi dall'Italia (non conosco la cifra, mi dispiace) per ritirare le scorie delle nostre centrali nucleari dismesse (Caorso, Montalto di Castro ecc...) che rigenera ed inserisce nei suoi reattori producendo energia elettrica che ci rivende.

    Nel mondo, a dicembre 2005, erano in attività 443 centrali nucleari e 27 erano in costruzione. Nei paesi dell'area mediterranea sono attualmente in attività 74 centrali nucleari (59 in Francia; 1 in Slovenia, 9 in Spagna e 5 in Svizzera). Pensi che siamo al sicuro perché noi continuiamo a produrre elettricità con il petrolio? E di quanti incidenti nucleari si è avuta notizia, dal 1986 (anno di Cernobyl) ad oggi?

    P.S. Il tuo computer come funziona, a manovella?

    Fonte/i: Il libro dei fatti - ADN KRONOS
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non sono mai stato daccordo alle cent.nucleari, per i mdesimi motivi che hai elencato!

    Di certo non mi ritengo un ignorante come il 60 % dell'italia che ha votato berlusconi.....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    1)tutti i paesi sn dipendenti per una parte...però gia avere il 30% coperto fidati si sente sul mercato....

    2)nel frattempo??..se tutti seguono questa logica nessuno farà nulla....prima si inizia prima avremo l'energia

    3)la ricerca è ad un passo velocissimo e stanno gia cercando altri materiali che sostituiscono l'uranio..tra 10 anni quindi nessun paese sarà dipendente dall'uranio

    4)le scorie le teniamo e facciamo gli stoccaggi e apposite discariche...come tutti i paesi

    5)con le apposite preucauzioni si risolverà quest inconveniente..e cmq è un problema degli stati uniti.......

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Cogito non dire balle!!! Ma ti rendi conto della cazzata immane che hai detto??? Informatevi e studiate.

    Il nucleare è l'unica soluzione... tutte le altre energie potranno arrivare al max al 20% del fabbisogno energetico nazionale.

    Iniziamo comunque a consumare meno e a stare più attenti alle inefficienze energetiche ma ste centrali nucleari vanno costruite.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ero a favore del nucleare già ai tempi del referendum pannelliano per l'abbrogaszione delle centrali .

    Sono coerenti e quindi dico sì alle centrali.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    bisogna fare le centrali, siamo gli unici senza. Puoi una centrale ne fa molta di corrente e questo significa ke dopo le bollette costan d -

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Guarda ti risponderò in merito al punto 4..

    A questo c'ha pensato S.Silvio.. Tutti credevano che quello nel suo giardino fosse un mausoleo.. Secondo me invece è un bunker nucleare per tenere le scorie. Figurati se non farebbe questa e altre cose per l'Italia

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ciao,

    allora...non aggiungo altro a quello che ha detto l'answeriano sopra di me,è stato molto completo.

    Ragazzi...ma dove vogliamo andare?ogni fonte di energia porta conseguenze negative,anche le centrali eoliche...sono antiestetiche!ma che dobbiamo fare!dobbiamo dipendere altri 100 anni dagli altri stati?

    dove vogliamo andare?buttiamo milioni di euro ogni anno per comprare cose che potremmo benissimo autoprodurre!le centrali nucleari sono NECESSARIE!finiamola con questa storia chernobyl,terribile disastro si,ma sono piu' di 20 anni che non succede nulla!ora ci sono piu' contolli ecc. BASTA!se in Francia succede qualcosa a qualche centrale...effetti arrivano benissimo anche qui...quindi!siamo un paese senza innovazione!!!

    CIAO E RIFLETTETE

    p.s. i tuoi dati non sono reali

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    1 risposta non è assolutamente vero, la francia con 4 centrali nucleari copre il 76 % del suo fabbisogno energetico

    2 giusto ci vorrano 10 anni, e nel frattempo continuieremo come avremo sempre fatto, e se fra 30 anni finisce il petrolio e non ancora le centrali nucleari invece cosa facciamo???cmq bisognerebbe investire anke su altre forme...

    3 le centrali nucleari altre all'uranio ke cmq ancora ce nè e in abbondanza utilizzano anke un'altro materiale il "torio" ke è una sostanza leggeremente radioattiva forse meno dell'uranio...

    4 in italia ci sono dei siti dove sarebbe possibile effettuare lo stoccaggio anke se x ora cmq sono poki e questo insieme al punto 5 sono i veri problemi del nucleare...

    cmq oltre ai lati negativi vorrei ke ogni qual volta ke mettiate queste domande elencate anke i lati positivi ke nn sono poki...pensa alla bolletta, all'economia generale del paese, - effetto serra etc etc

    cmq come in ogni cosa ci sono pro e contro...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.