Anonimo
Anonimo ha chiesto in Mangiare e bereCucina e ricette · 1 decennio fa

E' dannoso usare bicarbonato per ridurre l'acidità del sugo?

Quando cucino spesso metto un po' di bicarbonato nei pelati o nella polpa di pomodoro per levargli l'acidità.

Ecco, volevo sapere se ci sono effetti negativi per la salute.

Considerate che ne metto solo un pizzico e che il risultato è ottimo.

Aggiornamento:

ovviamente lo metto prima della cottura o all'inizio.

Aggiornamento 2:

si, ho provato anche lo zucchero, però il bicarbonato mi sembra più efficace a dire il vero.

grazie delle risposte, ho capito che non fa male!

10 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    non è dannoso anzi...guarda ti do anltri consigli dove potrai usare il bicarbonato in cucina

    Il bicarbonato ha centinaia di usi...prova se non ci credi...

    Lavello splendente... senza graffi!

    Hai mai provato ad utilizzare il Bicarbonato per pulire il lavello?...

    Prova una pasta con acqua e Bicarbonato (tre parti di prodotto e una d’acqua), usando una spugnetta, direttamente sulla superficie e ti accorgerai che è in grado di eliminare dal tuo lavello in acciaio o in ceramica residui e opacità, ridonando la luminosità iniziale. Poi risciacqua con acqua e asciuga con un panno carta, se vuoi evitare la formazione di aloni.

    Niente più odori in lavastoviglie

    Il Bicarbonato contrasta la formazione di cattivi odori e calcare: così la tua lavastoviglie vive di più!...per prevenire gli odori sgradevoli, spargi direttamente sulle stoviglie sporche del Bicarbonato e avvia il ciclo di pre-lavaggio.

    per deodorare e sgrassare la lavastoviglie, aggiungi periodicamente il Bicarbonato (100g una volta al mese) a vuoto nella fase di risciacquo della lavastoviglie, garantendo così un buon mantenimento dell'apparecchio.

    Per completare l'opera, combina l'azione del Bicarbonato con la pulizia del filtro, almeno ogni 15 giorni.

    Frullatori & Co. a prova di igiene

    una volta utilizzato l'apparecchio, basta versare nel contenitore mezza tazza d'acqua e un paio di cucchiai (50g circa) di Bicarbonato e azionare il motore per pochi secondi.

    In questo modo i residui non si seccheranno, e grazie all’azione ammorbidente esercitata dal Bicarbonato sarà molto più semplice e rapido rimuoverli poi, durante il successivo lavaggio!

    Igiene e pulizia nel frigorifero

    Cosa c'è di meglio che utilizzare una sostanza "ad uso alimentare"...

    Ecco come procedere:

    - per la pulizia delle superfici interne e prevenire i cattivi odori: utilizzalo in soluzione (2 cucchiai - 50g - di bicarbonato in 1/2 litro di acqua);

    - per rimuovere tenaci residui di cibo o addirittura tracce di muffa: utilizzalo sotto forma di impasto (tre parti di bicarbonato e una d’acqua).

    *Ma non solo:

    il Bicarbonato è anche un efficace anti-odore! Molti degli odori sgradevoli presenti nel nostro frigorifero nascono sia da sostanze acide che basiche, il Bicarbonato si lega con queste molecole presenti nell'aria e le neutralizza.

    Ecco come procedere:

    - per salvaguardre frigorifero e freezer da odori indesiderati e persistenti: riponi una scatola di Bicarbonato aperta, rimuovendone la parte frontale, cosicché la superficie più ampia possibile di prodotto venga a contatto con l'aria, oppure una ciotola colma direttamente nel frigorifero e nel freezer.

    Ricordati di sostituire il contenuto almeno ogni tre mesi.

    La ricomparsa degli odori può dipendere da un superlavoro del prodotto, che ha esaurito le sue proprietà. In tal caso il contenuto dovrà essere sostituito con maggiore frequenza.

    Anche il cassetto della frutta e verdura può essere coperto con un panno carta cosparso da uno strato di Bicarbonato.

    Il consiglio:

    2 cucchiai (50g) di Bicarbonato Solvay® sciolti in ½ l d'acqua; oppure tre parti di Bicarbonato Solvay® e una d’acqua direttamente su una spugnetta.

    Forno e microonde: pulizia in tutta sicurezza

    Residui di cibo e cattivi odori? Eliminali a fondo con il Bicarbonato!...

    Grazie alla sua azione delicatamente abrasiva, e alla sua forza anti-odore, il Bicarbonato è un ottimo alleato per la pulizia regolare di forno e microonde i nostri preziosii elettrodomestici che vengono quotidianamente a contatto con cibi spesso ricchi di condimenti e di "sapore":

    E' facile, quindi, che questi lascino odori residui dopo la cottura, oltre ad eventuali incrostazioni che, se non rimosse immediatamente, possono diventare difficili da eliminare al successivo intervento di pulizia.

    Come procedere?

    - per detergere e neutralizzare gli odori: un'ottima abitudine è utilizzare il Bicarbonato dopo ogni uso, sotto forma di soluzione (2 cucchiai - 50g di Bicarbonato Solvay in 1/2 litro di acqua);

    - per eliminare tenaci tracce di cibo: forma un impasto (tre parti di Bicarbonato e una d'acqua ) da sfregare sulle superfici interne, sulle pareti e sulle griglie (queste ultime puoi anche metterle a bagno nella soluzione di acqua e Bicarbonato ) con l'aiuto di una spugnetta.

    Quindi risciacqua e asciuga.

    In questo modo terrai alla larga anche i cattivi odori: una delle proprietà del Bicarbonato è proprio la capacità di legarsi con le molecole responsabili dei cattivi odori e di neutralizzarle.

    Non dimenticare poi, che l'utilizzo di prodotti troppo "aggressivi" e profumati per la pulizia di forno e microonde rischia di "alterare" il sapore dei cibi che andrai a cucinare! Il Bicarbonato, invece, è un prodotto atossico, di origine minerale e "ad uso alimentare" (lo puoi usare anche per la preparazione di molti piatti), e completamente inodore; e in più, una volta sciolto nell'acqua, non lascia residui nell'ambiente: è quindi perfettamente sicuro!

    Basta fatica contro le incrostazioni di pentole e padelle!

    *Hai mai provato ad usare il Bicarbonato per rimuovere i residui di bruciature di cibo e i cattivi odori da pentole e padelle?

    Per rimuovere le incrostazioni leggere da pentole e padelle: una volta raffreddate, versa il Bicarbonato direttamente sulla loro superficie. Aggiungi acqua calda e lascia agire il prodotto per una quindicina di minuti. Quindi procedi al lavaggio, come d'abitudine.

    Vedrai che non sarà più necessario grattare!

    Per incrostazioni più resistenti, utilizza il Bicarbonato sotto forma d’impasto, unendo tre parti di bicarbonato e una d’acqua.

    Sfregalo direttamente sui residui di cibo, con l’aiuto di una spugnetta, poi sciacqua e lava come d’abitudine, a mano o in lavastoviglie.

    Hai poco tempo a disposizione?

    Versa il Bicarbonato direttamente sui residui più tenaci, aggiungi acqua calda fino a coprirli e porta la soluzione ad ebollizione per 5 minuti circa. Vedrai formarsi una schiuma bianca: sarà proprio l'azione di questa schiuma a favorire la rimozione delle incrostazioni! Fai raffreddare, rimuovi i residui aiutandoti con una spugnetta (vedrai come si staccheranno facilmente...) e procedi quindi all’abituale lavaggio.

    Risultato? Pentole e padelle torneranno a splendere e addio macchie e... cattivi odori!

    *Piatti e stoviglie: più forza al tuo detersivo!

    Cosa c'entra il Bicarbonato con piatti e stoviglie?...

    Infatti, se aggiunto al normale detersivo liquido, ne aumenta l'efficacia e svolge un'efficace azione di rimozione degli odori residui.

    Inoltre, puoi usarlo quotidianamente sotto forma d’impasto per eliminare residui di cibo e odori dal tagliere, da piatti e stoviglie (si pensi, ad esempio, ai residui tenaci sui coltelli).

    Il Bicarbonato, oltre all'azione meccanica di rimozione svolta dai suoi cristalli, si lega alle sostanze volatili, sia acide che alcaline, alla base dei cattivi odori, e le neutralizza.

    Ecco come procedere per rimuovere gli odori residui e facilitare la rimozione dello sporco : aggiungi 2 cucchiai (50g) di Bicarbonato al detersivo liquido abituale nell'acqua di lavaggio;

    oppure sfrega un impasto composto da 3 parti di Bicarbonato e una d'acqua direttamente sulle stoviglie, i piatti o i taglieri, aiutandoti con una spugnetta;

    sciacqua e procedi al lavaggio abituale, a mano o in lavastoviglie.

    Cosa c'è di meglio di un prodotto d'origine minerale, "ad uso alimentare", come il Bicarbonato, per pulire le superfici che vengono a contatto quotidianamente con i cibi? Senza contare che le tue mani te ne saranno grate, visto che non saranno più a contatto con tensioattivi che possono irritarle o screpolarle!

    *Via i residui da frutta e verdura!

    Frutta e verdura sono alleate indispensabili della nostra salute, poiché ci forniscono vitamine, sali minerali e fibre in gran quantità. Per sfruttarne al massimo i benefici è importante consumarle, quando possibile ovviamente, con la buccia. Ma ciò significa cercare di rimuovere il più possibile impurità, cere ed eventuali altri residui presenti sulla loro superficie.

    E non sono esenti neanche frutta e verdura "biologiche", in quanto possono pur sempre presentare residui di terra e sporco, che è bene rimuovere prima di consumarle.

    E' dimostrato che, utilizzando il Bicarbonato nel lavaggio di frutta e verdura, si rimuove una maggiore quantità di residui rispetto al lavaggio con la sola acqua e si ottengono gli stessi risultati che si hanno utilizzando prodotti specifici contenenti tensioattivi.

    Mica male per un prodotto di origine minerale, ad uso alimentare!

    Ma come procedere?

    Per frutta e verdura a buccia rigida (mele, pomodori, peperoni, pere, prugne, ecc.) puoi preparare (perché no? .. direttamente sul palmo della mano visto che il bicarbonato non è un prodotto irritante!) una pasta di acqua e Bicarbonato (una parte di acqua e 3 di polvere) da sfregare proprio sulla buccia; quindi risciacquare bene sotto acqua corrente. In questo modo perfino i bambini si divertiranno a lavare e a mangiare la frutta e ne gioveranno in salute!

    Per lavare invece la frutta a grappolo o di piccole dimensioni (come ad esempio uva, fragole, ecc.) o tutti i tipi di insalata riempi un recipiente con acqua (1 cucchiaio per litro d'acqua) di Bicarbonato e lascia a bagno la frutta o l’insalata per almeno una decina di minuti. Quindi sciacqua bene sotto acqua corrente.

    *Altri consigli in cucina? Un pizzico di Bicarbonato: aiuta a rendere più soffice la frittata (la punta di un cucchiaino ogni 3 uova);

    rende più morbido il purè;

    addolcisce la salsa di pomodoro, infatti la salsa di pomodoro, al termine della cottura, presenta spesso una marcata acidità. Per ovviare a questo problema, da più parti si consiglia di aggiungere un pizz

    • Il bicarbonato non lava a fondo frutta e verdura è solo UNA LEGGENDA METROPOLITANA, ne modifica solo il sapore irreparabilmente! Se volete pulire a fondo frutta e verdura basta un cucchiaio di candeggina diluita. Studiate prima di scrivere scemenze facendo dei volgari copia-e-incolla.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • elisa
    Lv 5
    1 decennio fa

    No, non ci sono effetti negativi, tant'è che il bicarbonato viene regolarmente somministrato come antiacido senza particolari controindicazioni...

    Geniale!! Nel pomodoro... non ci avevo mai pensato

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    vabbè ci puoi mettere anche un pizzico di zucchero..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    No, non fa assulotissimamente male, serve solo per togliere quel poco di acidità in più (infatti è basico). Posso confermare anche l'ottimo sapore, lo faceva sempre anche mia nonna :))

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • .
    Lv 7
    1 decennio fa

    Contrasta l' alcalinità dei pomodori.

    Non c'è nessuna contro-indicazione.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Assolutamente no,anzi il bicarbonato puoi addirittura berlo sciolto in un bicchiere di acqua per l'acidità di stomaco....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • delice
    Lv 5
    1 decennio fa

    io ho sempre saputo che si mette lo zucchero.... comunque sicuramente il bicarbonato in piccole dosi male alla salute non fa....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    non è dannoso ma c'è un metodo molto più semplice e più sicuro: lo zucchero!!

    metti un cucchiaio di zucchero e vivi felice!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    nel sugo di pomodoro non l'ho mai usato perché non ci ho mai pensato, ma sono certa che non faccia male alla salute perché in cucina si utilizza spesso! quasi la metà delle ricette x torte dolci tra gli ingredienti ha un pò di bicarbonato, tranquilla!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    da sempre tramandato dalla mia bisnonna a mia nonna, da mia nonna a mia madre, da mia madre a me nel sugo di pomodore aggiungiamo un po' di zucchero, toglie l'acidita' del pomodore e inoltre da un sapore piu' gradevole.....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.