Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniMalattie infettive · 1 decennio fa

AIUTO... cos'è la MONONUCLEOSI??

CIAO A TUTTI...

SN APPENA STATA DAL MEDICO PERCHE AVEVO UN LATO DELLA GOLA GONFIA...

MI HA DETTO KE MOLTO PROBABILMENTE HO LA MONONUCLEOSI...

MA COS'E'???

quest'anno ho anke l'esame...

FATEMI SAPERE...

UN BACIO A TUTTI!!!!!!!!!!!!!!!!

8 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    http://it.wikipedia.org/wiki/Mononucleosi_infettiv...

    si contagia con la saliva, infatti è detta "malattia del bacio"

    è MOLTO contagiosa

    può venire in forma lieve, con febbre bassa, intorno al 37 e "angina", cioè gola particolarmente gonfia [che peraltro è il primo sintomo] e arriva a durare un mesetto

    però porta "complicazioni" perchè va a far danno (dà sintomi e crea qualche problema se in forma acuta) negli organi interni

    io lo presa in forma grave. due settimane di 39 e la febbre non scendeva nemmeno con il cortisone

    il ferro è sceso al minimo

    per le tonsille hanno dovuto farmi lo "svuotamento"...che per decenza non spiegherò.......

    di giorno avevo freddissimo nonostante ci fossero quasi 30 gradi e la sera invece collassavo - non è un eufemismo - fino ad inzuppare di sudore il materasso per quanto sudavo

    ora...

    io NON TI AUGURO di beccarla tragica come la mia, anche perchè la maggior parte delle persone la beccano che nemmeno se ne accorgono, magari da piccini mangiando in mensa, scambiandosi bicchieri, tazze, posate.

    ti consiglio di far un pò di cautela e seguire le prescrizioni mediche e poi - per evitare spiacevoli contagi a casa e anche per maggiore igiene - di usare stoviglie usa e getta o lavare - NON IN LAVASTOVIGLIE - le tue stoviglie con acqua bollente.

    per il resto...

    inboccallupo per la salute e per gli esami e...non farti prendere dal panico, magari passa senza grossi fastidi.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    e la malattia del bacio....

    La mononucleosi infettiva (detta comunemente malattia del bacio) è una malattia causata dal virus di Epstein-Barr (EBV). Ha un periodo di incubazione che va dalle quattro alle otto settimane.Si manifesta in alcuni casi, con lo stato febbrile (febbre) (90%), comparsa di linfonodi palpabili sul collo, sulla nuca e sulle ascelle,(90%) stanchezza, astenia (70%), in alcuni casi si avverte un ingrossamento della milza (30-40%), del fegato (15%, ancora più frequente l'aumento delle transaminasi), mal di gola intenso accompagnato da alterazione delle tonsille (75%), che possono presentare placche e ricoprirsi di un essudato di colore biancastro. In diversi casi (20-30%), si può manifestare un esantema fugace simil-morbilloso. Il decorso naturale è benigno.

    Esistono diversi test per la diagnosi di mononucleosi da EBV; il più usato è il "mono test", che ricerca gli anticorpi eterofili, che tuttavia in un 25% dei casi può risultare falsamente negativo, ed in un 10% falsamente positivo. Nei neonati e bambini piccoli, sono necessari altri tipi di test. Quadri simili di malattia possono essere dati dall'infezione da citomegalovirus, dalla toxoplasmosi, da virus epatitici, da influenza e faringiti di varia natura, dall'infezione acuta da hiv, dalla sarcoidosi e da altre linfoadenopatie generalizzate.L'80-90% della popolazione adulta dei paesi occidentali dimostra di aver avuto in passato una infezione da EBV, l'agente più frequente della mononucleosi; i picchi di infezione sono la prima infanzia e l'età adolescenziale. Nell'infanzia, l'infezione si contrae in genere per la condivisione in famiglia di bicchieri o posate; decorre in genere asintomatica, o indistinguibile da una faringite o sindrome influenzale. Nell'età giovanile è invece più frequente la forma classica di mononucleosi (nel 75% dei casi); in età adulta invece è tipica una forma lieve, con febbre, malessere e debolezza. Normalmente una persona smette di essere infettiva dopo circa 5-7 giorni dalla cessazione dei sintomi più evidenti, anche se possono esserci riattivazioni asintomatiche del virus (che rimane per sempre latente in una piccola percentuale di linfociti B) con nuova eliminazione tramite la saliva. Il Citomegalovirus (CMV) altro responsabile di un quadro monunucleosico, si trasmette spesso anche per via sessuale. Toxoplasma Gondii, infine, un protozoo che può dare una infezione simile, viene trasmesso dal gatto, per circuito oro-fecale. Anche le trasfusioni sono fonte possibile di infezione.Contro la mononucleosi non vi sono cure specifiche; anche gli antivirali di ultima generazione hanno una efficacia ancora in discussione. Il trattamento antibiotico, invece, può avere addirittura effetti nocivi (reazioni simil-allergiche);è indicato solo nel 10-20% dei casi in cui si associa una faringite streptococcica. La terapia è il riposo a letto fino alla scomparsa della febbre, l'evitare attività fisica pesante per 1-2 mesi;in caso di faringite grave con problemi di respirazione,o piastrinopenia o soppressione midollare,rare complicanze, sono indicati corticosteroidi. Nella maggioranza dei casi, comunque, la malattia decorre in non più di 2 mesi senza ripercussioni di alcun tipo.

  • 1 decennio fa

    è una malattia infettiva, di origine virale, che si diffonde prevalentemente attraverso la saliva, attraverso le vie aeree sotto forma di goccioline oppure tramite il contatto diretto bocca a bocca (ecco perchè è detta anche malattia del bacio). ha un tempo di incubazione di circa 30/40 giorni, in cui la patologia resta silente, cioè non produce sintomi particolari, dopo di che possono comparire sintomi quali febbre, mal di gola, affaticamento, malessere, inappetenza... L’ingrossamento dei linfonodi e della milza e il riscontro di un aumentato numero dei globuli bianchi permettono di individuare la presenza dell’infezione in corso.

  • 4 anni fa

    Se soffri di iperidrosi ti onsiglio di provare questo http://MiracoloPerIperidrosi.latis.info/?JePc

    Molte persone soffrono di iperidrosi, ma non sanno che è un problema diffuso e sono in imbarazzo a parlarne con il medico. Eppure, e lo dico per esperienza personale, si tratta di un disturbo serio che spesso causa notevoli problemi, anche di natura psicologica, e rende difficili i rapporti sociali.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    si chiama anche malattia del bacio..

    non devi preoccuparti!!

    tante persone la contraggono senza accorgersene,altre con dei sintomi..

    potresti averla presa bevendo da un bicchiere non tuo,da un bacio,da della saliva in generale..

    cmq nulla di grave..

  • Desy
    Lv 6
    1 decennio fa

    La mononucleosi è una infezione causata dal virus di Epstein-Barr (appartenente alla famiglia degli Herpes virus) ed è soprannominata volgarmente "malattia del bacio", perché la sua trasmissione avviene abitualmente attraverso la saliva. Il virus della mononucleosi si trova infatti nella saliva e nelle secrezioni mucose e di solito si trasmette da una persona all'altra attraverso la bocca, ma in realtà è abbastanza comune anche la trasmissione attraverso la tosse o lo starnuto o semplicemente usando stoviglie già venute in contatto con una persona infetta. Peraltro, tale forma di trasmissione è la stessa di molte altre malattie virali, come il comune raffreddore, anche se la mononucleosi è molto meno contagiosa.

    I segni della malattia compaiono in genere da 4 a 7 settimane dopo il contagio. La mononucleosi è molto frequente, si ammalano per lo più i giovani tra i 15 e i 35 anni, mentre nei bambini più piccoli il contagio si manifesta con una forma spesso così lieve da non venire talora nemmeno diagnosticata. Quindi, molte persone vengono in contatto con il virus, ma molti di meno si ammalano con i sintomi classici della malattia.

    Un altro virus, il cytomegalovirus, può causare una malattia molto simile alla mononucleosi oppure, analogamente al virus di Epstein-Barr, può rimanere nell'organismo per tutta la vita senza mai provocare una malattia vera e propria.

    Sintomi

    I sintomi principali sono simili a quelli di una comune infezione virale delle alte vie respiratorie e cioè febbre, mal di gola particolarmente forte che somiglia ad una tonsillite e non risponde agli antibiotici e ghiandole ingrossate al collo, alle ascelle e all'inguine. Si aggiungono poi una debolezza particolarmente forte, spesso con dolori muscolari, mancanza di appetito, mal di testa e, più raramente, una eruzione cutanea. Meno frequente è l'ingrossamento del fegato e della milza.

  • 1 decennio fa

    ecco appunto........smettila di baciare a destra e a manca!

  • 1 decennio fa

    hai mangiato qualcosa andato a male,oppure bevuto da un bicchiere o mangiati in un piatto di uno infetto ti alza i globuli bianchi del sangue e va curata con cortisone o un nuovo farmaco appena uscito,ma spero che la prenda in tempo,perché crea dei problemi.esperia s/a

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.