promotion image of download ymail app
Promoted
Maggie
Lv 5
Maggie ha chiesto in Scuola ed educazioneEducazione - Altro · 1 decennio fa

Porta bene che un genitore aiuti il proprio bambino delle elementari a fare i compiti o è controproducente?

Ciao! secondo voi, finchè un bambino frequenta le scuole elementari, è bene che un genitore lo segua o lasci che si autogestisca? Nel senso, aiutarlo nello svolgimento dei compiti assegnati per casa o lasciare che faccia da solo di modo che acquisisca un maggior senso del proprio dovere anche in relazione ad un futuro di studente?è più produttivo per un domani o no? Secondo voi ad un ragazzo viene più volontà di studuiare se da piccolo è stato seguito o no? Diviene più responsabile in quale caso? Baci!

8 risposte

Classificazione
  • Aye
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao Maggie,

    trovo che un aiuto per il bambino sia una cosa buona se cmq questo serve al bambino come metodo per trovare un metodo, approfondire se magari nn capisce qualcosa e cercare cmq di fargli acquisire le nozioni.

    Nn trovo che sia giusto quando è il genitore a fare i compiti.

    Un bambino per natura è insicuro, avere la certezza da parte dei genitori di fare bene una cosa è uno stimolo in più!!

    Ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    aiutarlo è una cosa farglieli è un'altra

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Non è assolutamente sbagliato, soprattutto se l'approccio con lo studio è difficile. Spessissimo (purtroppo) gli insegnanti non predispongono i bambini ad un favorevole clima di apprendimento.

    Molti potenziali "geni" sono diventati dei mediocri (in Italia) perché lasciati soli nei momenti in cui, confrontandosi con degli adulti esterni alla famiglia, hanno trovato in loro figure "autoritarie e punitrici", piuttosto che delle persone capaci di incoraggiare...

    Se l'intelligenza del bambino viene stimolata attraverso un dialogo aperto con i genitori, svilupperà affettività per le cose che dovrà apprendere e il senso critico sufficiente per non diventare un "felice idiota" ben ammaestrato che recita ciò che impara a memoria e non è in grado di ragionare sulle cose...

    Per rendertene conto osserva come si comportano le gatte con i propri cuccioli e, in generale, tutti gli animali che svolgono delle cure parentali nei confronti della prole:

    l'apprendimento a fare qualsiasi cosa di vitale, futura importanza viene fissato indelebilmente attraverso l'esempio e l'esperienza genitoriale.

    Fai il genitore alla grande e vivi questa esperienza essendo sempre presente nel momento dei compiti di tuo figlio: fai gli esempi e assegna lo svolgimento e, lentamente - giorno dopo giorno - sii un po' meno presente (pur essendo presente) e intervieni solo per rassicurare o per esprimere il tuo parere.

    Insegnagli a rispettare solo gli insegnanti veramente autorevoli e rispettosi della dignità delle persone che hanno davanti.

    Un giorno ti ringrazierà.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    secondo me fino alle elementari bisognerebbe seguire i bambini alle medie bisogna fargli fare lo scalino dell'autogestione ovviamente sempre monitorarlo per evitare che se ne arrivi il giorno dopo con la nota perchè non ha fatto i compiti.è alle medie che si impara un metodo di studio alle elementari si è troppo piccoli x autogestirsi si pensa più che altro a giocare...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    si la penso come il precedente......se è solo aiutarlo va bene......però se glieli fai tu allora nn va + bene xk nn impara.......!!!!x qnt mi riguarda io ho sempre fatto tutto da sola....mai seguita da qlkn..........eppure adesso ho imparato tutto.......

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    beh dipende cosa si intende per quell'aiuto...secondo me non bisogna lasciar perderlo..ma neanke ke li fai tutti i compiti...in poche parole quell'aiuto deve essere fin ad un certo punto...ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    non lasciarlo propio solo quando fà i compiti, seguilo e cerca di vedere se riesce a svolgerli o ha bisogno del tuo aiuto

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • inblue
    Lv 6
    1 decennio fa

    seguito deve essere seguito, perchè non ha ancora le basi per andare avanti da solo... ovviamente seguito senza gestirlo completamente... io sono favorevole

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.