Domandona ( vi supplico rispondete in tanti)?

Nonostante i miei precedenti tentativi siano stati quasi del tutto vani ( una o due risposte,per altro insoddisfacenti ) sono decisa a ritentare: ecco il problema: vedo in tutti i blog di cucina foto MERAVIGLIOSE e mi chiedevo se qualcuno fosse a conoscenza di macchine fotografiche "miracolose" o se il merito fosse delle fotografe.....PS: se potete cercate di includere nella risposta anche il prezzo delle macchine...Grazie 1000!!!!

Aggiornamento:

Oddio vedo che sono stata fraintesa: io sono decisamente al livello prima del principiante perciò Salvatore nessun'offesa!!!! Sto semplicemente cercando una macchina buona per cimentarmi in foto di interni quindi scattate utilizzando luce artificiale e senza alcuna possibilità di illuminazione se non quella del lampadario...mi sembra di insultarvi data la precisione delle risposte......comunque questo è quello che sto cercando....

5 risposte

Classificazione
  • GlGi
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    E' una questione di illuminazione...

    e quindi il merito principale è di chi fotografa che sa che cosa serve per quel tipo di foto.

    Una foto in interni (dove ci sono prese di corrente), studiata (dove non occorre essere veloci e accontentarsi della luce disponibile o, al più, del flash) può avvalersi di illuminatori a luce morbida.

    Le fotocamere non "vedono" bene come i nostri occhi che si adattano velocemente a diversi tipi di luce, di contrasti, di temperature di colore, ecc.

    Quindi, se c'è il tempo di allestire un set con illuminatori e pannelli riflettenti, questa è la cosa migliore per riequilibrare la situazione e mettere la fotocamera nelle condizioni migliori.

    Ottime foto le puoi già fare con delle compatte da 200 - 300 euro se hai una buona competenza di base e utilizzi illuminatori di qualità.

    Ed è lì che sta la vera mazzata economica.

    Se invece ci si deve arrangiare con la poca luce a disposizione in quel determinato posto, allora diventa indispensabile per lo meno stabilizzare la fotocamera (treppiede, monopiede, supporti a ventosa, ecc.) per poter utilizzare tempi di posa più lunghi senza il rischio del mosso, invece che ricorrere ad altri metodi che degradano pesantemente la nitidezza della foto.

    Vedi anche la mia risposta su:

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Al...

    Un treppiede di qualità è il Manfrotto 718B, che viene venduto completo di sacca da trasporto. Costa circa 95 euro.

    Se, in particolare, il tuo problema si può ridurre a fotografare oggetti non troppo grandi, questa è una soluzione ad altissimo rapporto qualità prezzo:

    Lastolite ePhotomaker Large Kit

    http://www.lastolite.com/ephotomaker.php

    Include tutto quello serve per tirare fuori fotografie di assoluta qualità:

    lo studio fotografico a tenda, ripiegabile, ha il fianco sinistro di materiale diffusore (ammorbidisce ombre e riflessi troppo duri) e il destro molto riflettente (simula il secondo illuminatore, la cosiddetta luce di riempimento).

    In aggiunta, per evitare problemi di bilanciamento del bianco, il kit viene fornito di una gelatina di un blu leggero (applicata, con le dovute precauzioni, ad una lampada qualsiasi, la rende simil-diurna) e di un EzyBalance, il moderno equivalente del classico cartoncino grigio.

    Infine il kit è completato da un treppiedi da tavolo.

    In Italia a 100 euro ti vendono il kit con la "tenda" piccola.

    Ma io ho trovato il "kit large" a 72 sterline, circa 91 euro, qui:

    http://www.1stcameras.com/pd_lastolite_e_photomake...

    --------

    [UPDATE #1]

    Scusa, non volevo spaventarti elencando tanti accessori costosi: tu hai chiesto quanto costa fare delle foto meravigliose e io ti ho risposto :-)))

    I professionisti lavorano con gli illuminatori e il bello è che la foto sembra sempre naturale.

    Questo perché con l'illuminazione si cerca di porre rimedio ai limiti delle fotocamere.

    Volendo arrangiarsi con un lume da tavolo, l'ePhotomaker Large a 91 euro più spedizione è un affare.

    Può essere un ottimo modo di "professionalizzare" il proprio output anche se si dispone solo di una macchina consumer e di una lampada comune.

    Comunque anche il solo treppiedi da tavolo (se ne trovano anche da 10 euro con portata sufficiente per macchine da max 300-350 grammi) aiuta molto più di quanto si possa pensare!

    --------

    [UPDATE #2]

    Lo sfocato dietro al soggetto si ottiene col diaframma alla massima apertura (per es. f2,8), che aumenta la luminosità ma riduce la profondità di campo.

    Naturalmente occorre una fotocamera che permetta di regolare manualmente l'apertura del diaframma.

  • Anonimo
    6 anni fa

    Per i vari tipi di Lampade da ufficio prova ad andare sulla sezione relativa di Amazon.it a questo link http://amzn.to/1sTDljZ.

    Potrai vedere tutti i modelli attualmente disponibili e ordinarli per popolarita', fasce di prezzo, giudizi degli utenti. In questo modo potrai farti una idea piu' precisa e chiarire i tuoi dubbi.

  • 1 decennio fa

    A me non sembrano foto eccezionali per farle basta saper fotografare ed usare anche una semplicissima fotocamera digitale da pochi soldi. Basta che ci sia l'opzione "Manuale". Per sfuocare bisogna agire come sempre sull'apertura del diaframma. Quelle foto poi sono fatte con l'opzione "Macro" che rende ancor di più la sfuocatura. Poi naturalmente ci sono altre tecniche ma mi sembra che tu non voglia addentrarti molto.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    tranquilla che qui nn si offende nessuno e se capita nn ci fare troppo caso : P

    in fotografia c'è pure un termine preciso ( nel più grande mondo della "still life" ) per quello che vuoi fare tu: "food", certo poco originale ma pare renda bene l'idea..o no?? ; )

    per cominciare scordati il lampadario ( se puoi ovviamente ), va al mercatino delle pulci e recupera una lampada da tavolo ( meglio due ): uno dei "segreti" per le foto meravigliose è la disposizione delle luci, col lampadario avresti sempre e solo luce dall'alto per niente "fotogenica" : P

    utili anche un paio di fogli di polistirolo bianco ( ma va bene anche il cartoncino ) da usare come pannelli riflettenti, magari per ammorbidire le ombre

    un piccolo 3piedi per la fotocamera ( piccolo in relazione alla macchina ovviamente ), avrai così le mani libere per tenere sotto controllo lampade cartoncini e, naturalmente, il piatto

    ora passiamo alla parte difficile ( e probabilmente costosa ), l'ideale per questo genere di fotografie sarebbe una fotocamera reflex con obiettivo macro, ma digitale anche supereconomica nuova nn trovi nulla a meno di 600-700€ ( es. canon 350d + 50mm macro )

    ma è anche vero che i soggetti del "food" difficilmente sono eccessivamente piccoli quindi dovrebbe bastarti l'ingrandimento che si può ottenere dagli obiettivi che vengono "regalati" quando si compra la fotocamera ( con un po' di fortuna si trova la canon 350d e la nikon d40 a 400€ obiettivo compreso, o la C 400d e la N d60 a 550€ )

    anche le compatte potrebbero fare al caso tuo ma di questi modelli nn saprei proprio quale consigliarti, ma ti posso assicurare spenderesti molto meno ( max 300€, più probabili 200€ )

    ps posti qualche link alle foto "meravigliose" ???

    grazie...ciau ; )

    ---

    ri-ciao

    belle foto in effetti : P

    ..quando si parla di messa a fuoco selettiva bisogna parlare di diaframma, questo simpatico "aggeggio" non solo regola la quantità di luce che entra nell'obiettivo ma determina anche la cosidetta "profondità di campo" [ pdf ] che non è altro che la zona ( davanti e dietro il soggetto principale ) che apparirà perfettamente a fuoco

    semplificando:

    -più il diaframma è aperto minore sarà la pdf [ il valore 2,8 indica un diaframma più aperto rispetto al valore 5,6 ]

    -più il soggetto è vicino minore è la pdf ( a parità di diaframma naturalmente )

    -a parità di diaframma la zona a fuoco dietro al soggetto è maggiore rispetto a quella davanti

    -a pari apertura diaframma maggiore è la lunghezza focale dell'obiettivo e minore sarà la pdf

    dopo questa pallosissima lezione passiamo al sodo: tieni il diaframma aperto più che puoi e il soggetto vicino alla fotocamera e avrai al 99% lo sfondo sfocato ( come sempre più facile a farsi che a dirsi )

    [poi si tratta di sperimentare il più possibile, in alcuni casi con il diaframma tutto aperto potresti non aver a fuoco nemmeno tutto il soggetto per quanto piccolo, come nella prima tua foto ]

    se sei così "fortunata" da beccare proprio quel 1% fa un fischio che un modo per risolvere lo si trova ; )

    sulle "vecchie" lenti questi valori erano chiaramente visibili e comprensibili...oramai ci si deve portar una tabellina e un metro per verificare di volta in volta la situazione "fuoco"

    http://pan5.fotovista.com/dev/5/6/11020065/l_11020...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    nn sono le macchine fotografiche ke fanno le foto sono i fotografi ke rendono speciali le foto........ una persona appassionata di foto una volta ke si cimenta e fa sempre foto foto e foto sa le migliori angolazioni in tutte le situazioni e quindi sa quando una foto può venire meglio....... cmq per una principiante scusa se ti chiamo cosi vanno bene quelle macchine fotografiche piccoline ke hanno 4 megapixel e dipende dalla marca nn costano assai poi se sono cn gli sconti ti vengono ancora meno........

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.