generatori eolici che girano con poco vento?

Alcuni mesi fa in un paese del Nord Europa ho visto girare dei grandi generatori eolici con una velocità angolare di circa 3 - 5 rad/sec. Non c'era un filo di vento, mare piatto, in quota un filo d'aria poteva esserci.

Domanda: in quelle condizioni i generatori producono energia elettrica o l'eccitazione di macchina (immagino vi sia un generatore sincrono con ampia regolazione dell'eccitazione) non è sufficiente a produrre la tensione necessaria da essere laanciata al successvo convertitore? Ci sono dei sistemi di commutazione delle matasse in serie/parallelo per recuperare i regimi estremi?

Aggiornamento:

Zak. Grazie, ma dove è il cambio di rapporto fra basse e alte velocità? Qui è questione di adattamanto meccanico dal generatore primario (vento) attraverso l'impedenza meccanica vento-pala, particolarmente alta alle bsse pressioni sull'ala.

Riassumendo, la resistenza meccanica di carico dimezzerebbe la velocità della pala rispetto le potenzialità del vento riducendo ad 1/4 la potenza trasferita. O funziona altrimenti?

Aggiornamento 2:

Renata. Ho presente, tuttavia a parte l'uso di leghe per aerospazio le induzioni magnetiche nel materiale non hanno un range che permetta una regolazione di B 1:10. (mi riservo di esaminare come è dimensionato il traferro tuttavia), l'inverter, se ha davanti un uleriore regolatore chopper in continua, rende discretamente (50%) ai bassi regimi.

Sarei curioso di sapere quali risultsti si hanno e quali enormi salti la tenologia impiega per superare queste limitazioni delle mie epoche.

Aggiornamento 3:

Ragazzi,

se ti accorgi voglio mettere un poco d'ordine in questa grandissima confusione dove tutti parlano di energia e impianti miracolosi. Non da lettore di manifestini ma ponendo una umile cultura tecnica, industriale e di ricerca applicata al servizio di chi, imprenditore o utilizzatore o amministratore della cosa pubblica abbia l'onestà di predere decisioni in base alle leggi della Natura e delle possibilità tecnologiche attuali.

Aggiornamento 4:

Castorino.

Una tecnologia di dinamo a collettore pensavo fosse obsoleta! tuttavia le boline di ampo possono essere collegate in compound e ampliare verso i bassi giri l'efficienza.

In pratica mi confermi che veder girare i generatori eolici con basso vento non significa che producano. Brutta palla, si direbbe.

6 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    Il generatore elettrico di un impianto eolico è sempre in corrente continua, collegato al rotore tramite una moltiplica a ruote dentate. Non essendo possibile una regolazione di flusso dell'aria, ed essendo la velocità dell'aria inevitabilmente variabile, mantenere in sincronismo il generatore per via meccanica o elettrica sarebbe estremamente complesso: meglio quindi semplificare il tutto con un generatore DC seguito da un inverter. E' vero che esistono rotori con pale in grado di ruotare sul proprio asse, ma questo permette di ottimizzare l'angolo di incidenza del vento sulle pale per ricavare la massima energia possibile, non per regolare la velocità di rotazione. In condizioni di vento scarso, il circuito elettrico può essere aperto, lasciando che l'energia ricevuta dal rotore serva a mantenerlo in rotazione, per poter chiudere il circuito quando il vento riprende forza; quindi la rotazione del rotore non implica necessariamente che in quel momento si stia producendo energia elettrica. Un generatore eolico risulta conveniente solo in località nelle quali il vento sia presente con una certa regolarità; è vero che la fonte di energia non costa nulla, ma l'impianto ha un costo iniziale non trascurabile che deve essere ammortizzato in un certo tempo, quindi compensato da un adeguato valore di energia prodotta.

  • 1 decennio fa

    Aggiungo che i generatori eolici sono controllati da sistemi automatici che rilevano la velocità del vento e mettono in moto il generatore solo quando la velocità ha superato una soglia minima sopra la quale il generatore riesce a produrre energia.

    In pratica quando girano vuol dire che qualcosa stanno producendo.

    Sono sufficienti in genere pochi metri al secondo di vento. E ricorda che in quota è facile avere sempre un minimo di vento anche se da terra non te ne rendi conto.

  • 1 decennio fa

    non credo che l'energia sia sufficiente

    riguardo al seconda domanda , credo di si, ne ho sentito parlare...

    Fonte/i: ti sarei grato se mi dassi qualke punto x favore
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    l'energia prodotta dall'aternaytore viene covertita in corrente continua e poi riconvertita in corrente alternata a tensione e frequenza costante per mezzo di un inverter

  • 1 decennio fa

    devi sapere che i generaratori eolici anche con poco vento girano perche hanno un sistema di moltiplicazioni di giri un pò come la bicicletta

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.