orme
Lv 4
orme ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 decennio fa

Quando subentra l' uso del il linguaggio nell'uomo?

...chi inizia a parlare?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    premettendo che studio archeologia del vicino oriente antico

    ti so dare un indicazione sulla mesopotamia(primo centro di diffusione delle tecniche agricole e d'allevameto)che vede il paleolitico(da 1000000BP a 45000BP) come l'epoca dell'homo erectus,nell'ultima fase compare anche l'homo sapiens che però si sviluppa definitivamente nell'epipaleolitico(45000BP-9300BP)ed è proprio in questo

    periodo che ci sono i primi sviluppi tipo lavorazione dei cereali selvatici raccolti per creare farine,vengono trovate le prime sepolture,quindi l'evoluzione sociale comincia a definirsi.

    premesso ciò sicuramente nel paleolitico l'ominide comunicava a versi,è probabile che le prime vere parole siano arrivate molto dopo,iniziati i primi passi nell'epipaleolitico si siano creati linguaggi nel neolitico aceramico(9300-6500) in cui la volontà di comunicare concetti è molto sentita tramite la lavorazione di materiali per creare contenitori,le sepolture si fanno più diversificate.

    J.Covin inserirebbe il linguaggio nell'elenco che definisce la rivoluzione dei segni(ovvero l'arrivo alla neolitizzazione).

    ci sono stati degli studi su un ominide riferibile al paleolitico,per vedere se la sua conformazione ossea permetteva il linguaggio,ma si presume fossero versi animaleschi.

    sicuramente dal periodo ceramico(dal 7000aC) il linguaggio,per quanto agli esordi è già sviluppato come tutte le prime tecniche di artigianato della ceramica,terracotta,agricoltura,allevamento ed edilizia

    ps:la sigla BP significa before present ed è una datazione usata in archeologia in base all'analisi al C14 dei ritrovamenti organici antichi

    ciaociao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Marti ha dato una risposta ineccepibile e molto piu' documentata di quella che saprei dare io, aggiungo solo una nota di fisiologia

    L'articolazione di un linguaggio e' stata possibile solo con l'abbassamento della laringe e dell' osso ioide , la sua mobilitazione e la riduzione della dimensione dei canini

    Senza queste modificazioni che non sono presenti nelle grandi scimmie e' impossibile l'articolazione dei sofisticati movimenti muscolari necessari alla fonazione

    Tutte queste modificazioni hanno richiesto milioni di anni e la mobilitazione dello Ioide e' presente solo nell' Homo Sapiens. Dall' analisi degli attacchi della muscolatura nei teschi del Neanderthal e' risultato che questo meccanismo era assente

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Gli ominidi, mi pare, nel Mesolitico... comunicavano solo con pochi e semplici versi, mentre il linguaggio moderno è molto più sviluppato, tanto da comprendere migliaia di parole... come questa: ciao!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    l'uomo inizia a parlare

    quando viene contatto con altri uomini

    diciamo che sono versi

    poi a quando divennero gruppi di persone

    iniziarono a comunicare tra loro

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.