Ricerca sull'energia eolica e sul suo funzionamento...?

perfavore, mi serve questa ricerca!!! It's important for me!!!!!!!!!!!!!!!

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    La tecnologia che permette di produrre energia sfruttando la forza del vento è molto più complessa di quanto non sembri: dietro l'apparente banalità delle pale meccaniche di un impianto eolico si nasconde in realtà un mix di materiali sofisticati, design aerodinamico ed elettronica, grazie al quale l'energia viene trasferita dal rotore ad un generatore che è poi collegato alla rete elettrica.

    L'energia eolica oggi

    Dopo 20 anni di ricerca e di investimenti, abbiamo oggi a disposizione impianti modulari rapidi da istallare. Un impianto è oggi 100 volte più potente di quanto non fosse 20 anni fa e le moderne centrali eoliche sono in grado di erogare una quantità di energia elettrica paragonabile a quella prodotta da una centrale elettrica tradizionale. All'inizio del 2004, c'erano impianti eolici istallati nel mondo per un totale di 40.300 MW,che corrispondono al fabbisogno energetico di 19 milioni di famiglie medie europee [ 47 milioni di persone circa ]. Con l'espansione del mercato i costi di produzione sono rapidamente diminuiti e in alcune zone particolarmente idonee all'istallazione, l'eolico compete con altre fonti energetiche più tradizionali, come il gas.

    L'energia eolica nel 2020

    Alla luce del tasso attuale di crescita delle istallazioni, è realistico attendersi che entro il 2020 l'energia eolica possa soddisfare il 12% del fabbisogno energetico mondiale. Il settore potrebbe creare due milioni di posti di lavoro e soprattutto far risparmiare all'ambiente 10.700 milioni di tonnellate di emissioni di biossido di carbonio. Grazie ai continui progressi nella dimensione e nella capacità media delle singole turbine, si prevede che entro il 2020 il costo dell'energia eolica possa arrivare, nei siti più idonei, ai 2,45 centesimi di euro per chilowattora [ €cent / kWh ], con una diminuzione del 36 % rispetto ai 3,79 €cent / kWh del 2003. Questa stima non tiene conto dei costi di allacciamento dell'impianto alla rete elettrica, ma d'altra parte, questa voce riguarda qualsiasi impianto per la produzione di energia elettrica.

    L'energia eolica oltre il 2020

    Il vento è una risorsa naturale disponibile e ben distribuita in tutto il mondo. Con la tecnologia attuale si stima sia possibile produrre fino a 53.000 miliardi di chilowattora all'anno che è più del doppio della stima di crescita del fabbisogno energetico globale per il 2020. Gli Stati Uniti, da soli, hanno a disposizione un potenziale tale da produrre energia in quantità tre volte superiore al proprio fabbisogno attuale.

    I vantaggi dell'eolico

    L'energia eolica è una fonte di energia pulita. Il vantaggio più importante sul piano dell'impatto ambientale è legato alla considerevole diminuzione delle emissioni di anidride carbonica che è tra i maggiori responsabili dell'effetto serra e del cambiamento climatico. L'eolico risolve inoltre il problema di alcune sostanze inquinanti che sono invece associate ai combustibili fossili e allo sfruttamento dell'energia nucleare.

    Un "bilancio energetico" molto conveniente. Le emissioni di CO2 derivanti dalla produzione, dall'istallazione e dal funzionamento di una singola turbina si ammortizzano dopo i primi tre / sei mesi di funzionamento. Calcolando che il ciclo di vita medio di una turbina eolica è di 20 anni, si può dire che la turbina sarà in grado di produrre energia elettrica ad impatto ambientale zero per più di 19 anni.

    Facile da costruire. La costruzione di una centrale eolica richiede poche settimane.

    Energia rinnovabile e disponibile. Il vento che muove le turbine sarà sempre una risorsa gratuita e, come tale, non soggetta alla fluttuazione dei costi che invece caratterizza, con effetti economici e sociali talvolta drammatici, il mercato dei combustibili fossili. Lo sfruttamento dell'energia eolica non richiede attività di estrazione. Né richiede il trasporto dai siti estrattivi alle centrali elettriche. Mano a mano che aumenta il costo dei combustibili fossili, cresce anche il valore dell'energia eolica. E i suoi costi, in futuro, sono destinati a diminuire.

    Variabilità del vento

    La variabilità del vento ha causato molti meno problemi alla rete elettrica di quanti ne avessero previsto i più scettici. L'instabilità della domanda di energia e il rischio di guasti alle centrali elettriche tradizionali richiedono infatti alla rete elettrica molta più flessibilità di quanto non ne richieda l'energia eolica. L'esperienza concreta dimostra come le varie reti elettriche nazionali siano comunque all'altezza del compito. Nella parte occidentale della Danimarca, ad esempio, durante le notti di vento intenso, le turbine arrivano ad erogare il 50% del fabbisogno energetico, ma questo picco viene gestito dalla rete senza problemi. La costruzione di super-reti riduce ulteriormente il problema della variabilità del vento, bilanciando i diversi livelli d'intensità del vento da un'area all'altra.

    Il futuro dell'eolico

    Nonostante la sua rapida crescita, il futuro dell'energia eolica non è garantito. La maggior parte dei progressi fatti riguarda al momento un gruppo assai ristretto di paesi, tra i quali si distinguono la Germania, la Spagna e la Danimarca. Alle altre nazioni sarà richiesto uno sforzo decisivo: l'obiettivo di coprire il 12% di fabbisogno energetico globale con l'energia eolica entro il 2020, non è un fatto scontato, ma è solo uno scenario possibile, per la realizzazione del quale occorre lo sforzo e la volontà di tutti.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.