Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

sister ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 1 decennio fa

orchieda? Come curarla?

Ho ricevuto in regalo una splendida orchieda con le foglie larghe in basso eun lungo stelo sul quale è sbocciato il fiore. Adesso il periodo della fioritura è finito e vorrei consigli perchè possa continuare a vivere e magari farla rifiorire.

Luce, acqua, feritilizzanti ecc. Grazie

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    E' una bella orchieda, di dimensioni un poco grandine, essendo le sue foglie molto lunghe, anche se strette circa un paio di centimetri che, partendo tutte da terra si dispongono poi a fontanella, in modo molto elegante. E' l'orchidea che ora e' nella mappa del mio sito e che misura in altezza circa 60/70 cm. fiori compresi e occupa altrettanto in ingombro se si vuole apprezzare al meglio la fontanella di foglie. Qui a lato vi metto un gruppo di fiori e un poco piu' sotto il particolare di un solo fiore.

    Come molte orchidee (tutte le piu' comuni reperibili nei vivai) sono "epifite" cioe' sono piante che in natura vivono con le radici esposte all'aria aggrappate al tronco di alberi, e pertanto non vanno ... interrate. Il terriccio apposito per orchidee e' composto principalmente da corteccia di pino e amenita' :-) varie, tipo il polistirolo che serve ad alleggerire e rendere elastico il composto per far spazio alla carnose e soffici radici delle orchidee e gommapiuma che serve a trattenere l'acqua delle annaffiature che altrimenti scivola via facilmente tra i pezzi di corteccia.

    Questa e' una pianta che da meta' in giu' d'Italia, puo' restare fuori all'aperto tutto l'anno (forse anche qui in pianura padana, in una veranda, che io non ho) ma io la tengo in casa, ovviamente per il tempo strettamente necessario, cioe' da fine settembre a fine aprile. Il resto dell'anno questa pianta lo passa nel mio terrazzo piu' ombroso, solo un paio d'ore di sole al mattino prestissino e appena di striscio. Generose nebulizzazioni vanno benissimo sia d'estate che d'inverno vedendo bene di non spuzzare i fiori quando sono ben aperti gia' sbocciati, per non macchiarli e rovinarli.

    Per le annaffiature, dopo averne provate molte, ho scoperto che la cosa migliore e' immergere completamente il vaso quasi fino all'orlo in una catinella o secchio, usando preferibilmente acqua non calcarea. Io utilizzo sempre la stessa acqua (che tengo d'inverno, in un capiente e bel vaso di ceramica vicino alle piante) dove ho sciolto un pizzico di fertilizzante, proprio una quantita' minima, per darvi un'idea: un decimo o MEGLIO! un ventesimo di quanto viene consigliato dal produttore del fertilizzante. Questo un po' perche' con le orchidee e' meglio andarci cauti col fertilizzante, un po' perche' con questo sistema il fertilizzante viene somministrato *ad ogni* annaffiatura. Lascio la pianta ammollo anche per un paio d'ore poi la tolgo dall'acqua sgocciolandola bene e finche' il vaso non risulta molto leggero* e la corteccia non risulta bene asciutta, anzi oserei dire secca!, niente acqua.

    *E' un ottimo metodo per regolarsi con l'acqua, quello di prendere in mano il vaso e soppesarlo: quando il vaso e' molto leggero la composta e' bene asciutta, anche sotto in profondita', al contrario di quello che si puo' rilevare tastando la composta in superficie.

    http://digilander.libero.it/calafpagina/ptfrpiante...

  • 1 decennio fa

    La mammia del mio ragazzo è una vera e propria amante delle orchidee, sa sicuramente come fare!

    Finita la fioritura, le appende sotto una albero, solitamente un pino, e le lascia lì tutta l'estate. Importantissimo che la pianta stia bene all'ombra, acqua una volta a settimana, senza bagnare le foglie altrimenti vanno marce. Se dal vaso fuoriescono le radici non tagliarle, ma lasciale stare; l'orchidea è una pianta aerea!

    In questo modo stai pur sicura che quest'inverno rifioriranno! La mamma del mio raga ha orchidee da un sacco di anni e rifioriscono puntualmente ogni inverno!

    Che spettacolo.

  • 1 decennio fa

    Vai sul sito:

    http://www.elicriso.it/it/come_coltivare/orchidea/...

    troverai tutto ciò che ti serve, con un po' di pazienza vedrai che rifioriscono.

    Io ne ho 20 di vari colori e ti assicuro che sono una favola!!!!

  • 1 decennio fa

    l'orchidea ha bisogno di molta luce..quindi tienila in un luogo molto luminoso...meglio se in cucina,perchè la temperatura si mantiene caldo-umida...non bisogna bagnarla troppo,ma una volta alla settimana vaporizza un pò d'acqua sulle foglie ed alla base, di fertilizzante non ce n'è bisogno.

    buona fortuna!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    ciao...Ne ho avuta una anche io e posso dirti che me la cavo grazie ad i consigli di una fiorista :) allora:

    Posizionarla in una posizione soleggiata ma non in pieno sole o all'esterno ma mi raccomando deve essere messa in un vaso con fondo forato per il drenaggio; non è necessario che il contenitore sia molto capiente, le radici di queste piante si accontentano di poco spazio. Riempilo con una miscela di quelle che si trovano in commercio, oppure preparata da te con corteccia di pino e sfagno (muschio secco). Inizia a concimarla un paio di settimane dopo il trapianto, e comunque alla fine della fioritura, con un concime liquido specifico per orchidee. Bagnala abbondantemente, ma solo una volta ogni 7-10 giorni, a seconda delle temperature e del posto in cui la metterai (che ti ho detto prima) Innaffiarla una volta a settimana con un bicchiere d'acqua, cercando di non far risiedere acqua nelle radici più basse che rischiano di marcire; Quando finisce la fioritura tagliare lo stelo al secondo o terzo occhio, riuscendo a rifiorire dopo 5/8 mesi; La temperatura ideale è tra i 18-22 °C. Spero ti sia utile. ciao :-)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.