Chi (e perchè) ha deciso che il frutto dell'albero della conoscenza del bene e del male fosse una mela?

"Il Signore Dio fece germogliare dal suolo ogni sorta di alberi graditi alla vista e buoni da mangiare, tra cui l'albero della vita in mezzo al giardino e l'albero della conoscenza del bene e del male." (Gen. 2:9)

"Allora la donna vide che l'albero era buono da mangiare, gradito agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò." (Gen. 3:6)

Se non sbaglio non si parla in nessun posto di un frutto specifico, allora perchè è stata scelta proprio la mela?

E chi ha fatto questa sceltà?

Aggiornamento:

Un errore di traduzione dunque... mmmh.... l'albero della conoscenza del bene o... della mela!

Aggiornamento 2:

@ Patriottu Sardu: ciò che conta è che hanno peccato...

Ma se prima di mangiare il frutto (quale che esso sia) non avebano concezione di bene e di male, come potevano sapere che disobbedire ad un ordine fosse male?

Aggiornamento 3:

@ aldo mazzei: credo che Adamo ed Eva siano esistiti quanto esiste Babbo Natale, senonchè quest'ultimo mi rende allegra!

In realtà volevo vedere se qualcuno arrivava a parlarmi del significato della mela come simbologia...

16 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il principio basilare del " fiore della vita" e' un cerchio o una sfera.

    La mela tagliata nella sua meta' assomiglia in modo impressionante al frutto della vita.

    E anche alla " Vesica Piscis" o mandorla mistica.

    Che sono Luce.

    Ed e' creata da due cerchi circoscritti in un cerchio piu' grande.

    Studiando la visica piscis si puo' notare che le sue energie sono in relazione con la Luce

    Secondo Thoth tutti i livelli di Coscienza dell'universo sono integrati in una sola immagine della geometria sacra,che e' la chiave di tempo, spazio e dimensione e perfino della stessa Coscienza.

  • 1 decennio fa

    Non è mai esistito nessun albero e nessun frutto, non prendere alla lettera tutto quello che leggi, ma piuttosto cerca di dare un significato.

    Nei misteri dell'occulto sia nel bene e sia nel male, non c'è mai stato un riferimento alle cose con frasi o parole dirette, ma sempre con parabole. Ne è testimone Gesu quando predicava nel bene, le maghe Sibilline quando parlavano nel male.Anche Adamo ed Eva, non sono mai esistiti, la vita sulla terra è nata contemporaneamente in tutti i suoi punti per l'esistenza di condizioni ideali, se vogliamo fare una parentesi e metterci il volere Divino allora sono perfettamente d'accordo. La BIBBIA è stata scritta in tempi remoti (non si ha conoscenza di questo), da< persone umane sotto la diretta ispirazione di DIO è chiaro che DIO non è stato li adettare parola per parola, ma questa ispirazione la possiamo confrontare con INTUIZIONE, è chiaro che queste persone hanno scritto con la conoscenza scientifica di allora, equivalente a zero, hanno interpretato il volere Divino inventandosi se vogliamo, delle storie per rendere comprensibile il volere di Dio a tutti gli uomini.

    Con la conoscenza scientifica di oggi, possiamo vedere questo handicap, possimo vedere come GALILEO fu minacciato dalla Chiesa di essere scomunicato per le sue nuove teorie di allora che stabilivano che il sole era al centro dell'universo e che la terra gli girava intorno, confermanto così la teroria copernicana. Tutto questo perchè nella BIBBIA sono descritte affermazioni contrarie, In un passo Biblico è riportata questa frase detta durante lo svolgimento di una battaglia: FERMATI O SOLE, ed il sole si fermò. Ma la credenza di allora era che la terra fosse al centro dell'universo ed il sole a girare. Ecco perchè ti dico di non prendere tutto alla lettera, qualcuno avrà scritto la parola ALBERO, mo forse non trovava altro modo per descivere il pensiero Divino.

  • 1 decennio fa

    e, cosa vuoi, se fosse stato una prugna non faceva pensare proprio all'intelligenza...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    da degli studi recenti si è scoperto ke forse è stato un errore di traduzione xchè la parola mela in latino può essere confusa cn la parola male ..........quindi seconda questa teoria il frutto del peccato sarebbe il "frutto del male " e nn della mela

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Rispondo solo al fatto della conoscenza del bene e del male..il frutto di per se non implicava la conoscenza vera e propria di cosa era giusto e sbagliato avendo Adamo ed Eva già il libero arbitrio e sapevano prendere decisioni in merito..ma esso rappresentava il DECIDERE cosa era giusto e sbagliato..mangiandolo dichiaravano che Dio non ha diritto di decidere cosa è giusto e sbagliato per l'uomo ma è l'uomo stesso a dover decidere..se ne vedono oggi i risultati..

    per il resto puoi documentarti e scoprire che la teoria dell'evoluzione, per quanto sparsa e insegnata non ha fondamenti solidi..anzi ha molte lacune..molti scenziati affermano che l'uomo può essere comparso 6000 anni fa..e senza processi evolutivi..

    Oltre al fatto che non ci si sa spiegare ancora il processo della vecchiaia..la perfezione di Adamo e il peccato danno invece una risposta..così come la ricerca della vita eterna da parte dell'uomo e il rifiuto della morte..Adamo aveva la vita eterna e non moriva di vecchiaia prima di peccare..molte risposte stanno in quel brano..quindi è davvero fantasia?

    la mela non è citata ma è stata presa essendo un frutto che cresce su un albero..uno qualsiasi per raffigurarlo..forse tradizione ma è un particolare irrilevante

  • S.P.
    Lv 6
    1 decennio fa

    Infatti nella Genesi si parla del frutto dell'albero della conoscenza .

    La mela era un frutto conosciuto nell'antichità in tutta l'area del Mediterraneo ed era molto apprezzato . La letteratura antica se ne è impossessata con Omero, ed è stata decantata come il "frutto della discordia " .

    Niente di strano che, nell'immaginario comune , successivamente è stata associata come appartenente "all'albero della vita" della Genesi .

  • Anonimo
    1 decennio fa

    la mela è il frutto più bello e più sensuale che c'è, avresti preferito un ananas o altro!!!!... jm love

  • 1 decennio fa

    E' stato un errore di.. "confusione"!

    "Male" in latino si può confondere con "mela" e questo ha creato l'equivoco.

  • 1 decennio fa

    gli studiosi pensano ke le copie gg pervenuteci della bibbia, dall'originale vulgata latina, presentino 1 errore ke si è poi trasferito nella tradizione, ovvero ke 1 amanuense poxa avere scambiato il termine male (male) cn qll d malum (mela)... se vuoi maggiori informazioni vai qui, troverai anke la conferma d qll ke t ho detto

    quando scrivi "mmmh un errore di traduzione" cosa vorresti dire?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao,

    hai fatto bene a citare la bibbia, infatti da nessuna parte si parla di mela, ma siccome l'uomo non ha niente di meglio da fare deve stare sempre li ad inventarsi le cose...

    Comunque mela o altro frutto che fosse, quello che conta é il fatto che abbiano disobbedito a Dio, in quanto in quello sta il peccato, nella disobbedienza portata dalla presunzione di voler essere come Dio non accettando la propria condizione di creature

    Saludus

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.