Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 1 decennio fa

Chi di voi è contrario al nucleare?

Io non dico la mia opinione,siate voi stessi!

Io non vi bannerò solo per un'opinieno nn come la mia!

24 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il nucleare è un’umana follia made in italy, made in Berlusconi made in mafia.

    Ti spiego tutti i perchè ma devo prima fare una premessa tecnica che anticipa la risposta:

    La ricerca è volta a sviluppare reattori che utilizzino, come combustibile, elementi poco radioattivi, restituendo poi rifiuti in quantità minore e meno tossici, cioè meno radioattivo.

    Sono le cosiddette CENTRALI di 4° GENERAZIONE:

    Il principio di funzionamento consiste nel passare da reattori a neutroni termici (centrali di 1°, 2° e 3° generazione) a quelli a neutroni veloci (quarta generazione), in grado cioè di fissionare elementi meno tossici dell’uranio e del plutonio, ad esempio il torio (la proposta fu di Carlo Rubbia), la fissione non porterebbe alla formazione di composti maggiormente radioattivi prodotti nelle attuali centrali.

    I reattori di 3a generazione (quelli attuali) per un gigawatt di potenza erogata in un anno, producono 125 chilogrammi di plutonio, curio, nettunio e americio, cioè il dieci per cento delle scorie radioattive anche per centinaia migliaia di anni (centomila il plutonio 239, oltre seimila il plutonio 240).

    IL MINISTRO SCAJOLA è un emerito BUGIARDO, parla di centrali di ultima generazione, lasciando ad intendere quelle di 4° generazione (cosiddette sicure) la cui realizzazione non può e non è prevista prima di 20/25 anni!!

    Le centrali che verrebbero realizzate tra 5 anni, sono e possono essere solo centrali di 3° generazione, cioè quelle attualmente in uso, di vecchia concezione, con le note pericolosità ed elevati rischi che non ha senso correre, con annesso smaltimento delle scorie sopracitate!!

    Lo stoccaggio delle SCORIE è provvisorio, cioè una faccenda non risolta ma lasciata in eredità alle prossime generazioni! In un paese in cui non si riescono a smaltire i rifiuti in campania, e tra non molto nel lazio, LUI, lo spazzino d'italia, santo protettore della pattumiera, presidente operaio artigiano e geologo, apre l'irrisolto, scientificamente lasciato ai posteri, enorme problema dello smaltimento delle scorie. Scorie che già dobbiamo smaltire delle centrali chiuse 20 anni fa!!

    Dove si costruisce una centrale occorrono 100 km di raggio che possano essere evacuate facilmente e in italia ci sono troppe zone sismiche

    PROBLEMA ECONOMICO: il costo per la costruzione, la messa in sicurezza e lo smaltimento delle scorie sono enormi, a conti fatti costa più dell'energia che si riesce a produrre. E' una scelta in assoluta controtendenza rispetto al resto del mondo; nei paesi industrializzati non si costruiscono centrali nucleari da 30 anni, in particolare negli Stati Uniti che puntano sulle energie rinnovabili e in germania dove smetteranno di funzionare.

    Si da solo il colpo di grazia ad un paese già in forte crisi economica e poco competitivo, che si troverebbe a rincorrere i paesi che stanno puntando da un pezzo alle fonti rinnovabili (vedi il progetto portato avanti da Rubbia finanziato in spagna e non in italia)

    MILITARE: inutile dilungarsi sul fatto che le centrali nucleari sono obiettivi sensibili

    L’uranio è in esaurimento come o più del petrolio

    Il nucleare è una scelta pericolosa sotto tutti i punti di vista:

    Le giustificazioni portate dal governo sono fasulle, si punta ad un messaggio di modernismo di propaganda dietro il quale ci sono interessi ben noti: denaro da spartire tra progettazioni appalti consulenze etc

    Mente la germania punta sul solare e la spagna sull’eolico, l’italia torna al nucleare…..strano!

  • La democrazia di un paese è inversamente proporzionale alla dipendenza energetica da altri paesi.

    Nucleare o no....bisogna fare qualcosa.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    IO, PUNTIAMO ALLE ENERGIE RINNOVABILI PIUTTOSTO, IL NUCLEARE SARA' ABBANDONATO PRESTO.

  • 1 decennio fa

    io sono contrario, ma volevo dire una cosa a olèèèèè: vedi che sei intelligente? da quello che hai scritto qui sembri uno che sa cosa succede, consapevole delle energie rinnovabili ecc. MA ALLORA COSA TI METTI AD OFFENDERE NELLA SEZIONE GAY LESBICHE BISESSUALI E TRANSGENDER???????????? SEMBRI UN POVERO DEFICENTE, SCUSA EH, FIDATI! ma scusa davvero noi non abbiamo bisogno di qualcuno che viene e ci dice che siamo disturbati mentali, grazie, la nostra vita è già difficile così!!!!!!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Da fisico posso dirti con certezza che non c'è soluzione peggiore al problema energetico.

    Innanzitutto il nucleare, così come viene portato avanti, non coprirebbe che appena il 3 % del fabbisogno nazionale. Se si considera che l'impiego di accumulatori quali i pannelli fotovoltaici verrebbero a costare complessivamente circa 90 volte di meno avendo lo stesso impatto sul fabbisogno, si capisce subito che quella di proporre l'energia nucleare non è solo una scelta retrograda ma anche solo di mera convenienza economica per "qualcuno" che troverebbe nell'appalto per le costruzioni delle centrali una manna alla propria ricchezza.

    2) Da anni i pochi soldi per la ricerca vengono impiegati per la ricerca di fonti alternative quali il motore ad idrogeno di Rubbia o per le fonti biologiche quali le biomasse e quindi si dovrebbe richiedere l'intervento degli ingegneri Russi che sono gli specializzati nel settore con conseguente aumento dei costi e deprezzamento di anni di lavoro nella ricerca.

    3) L'Italia, nonostante cospiqui giacimenti nelle Marche e in Sicilia, non ha settori industriali specializzati nell'estrazione e dovrebbe quindi far ricorso per questo a paesi che sono produttori da anni come la Francia, gli USA o la stessa Russia con costi esorbitanti che porterebbero pochissimi vantaggi in termini energetici.

    4) Se davvero si volesse praticare la strada per il nucleare, l'unica possibile sarebbe quella della fusione fredda ma siccome non dissotterrano il rapporto 41 del CNR sembra che si voglia intraprendere quella della fissione e quindi si cerca solo di far favori ai partners commerciali sempre per quel rendiconto personale!

    5) Per la conformazione geografica l'Italia potrebbe sfruttare molte delle fonti rinnovabili e abbandonare almeno in parte quelle esauribili e quindi una scelta per una fonte esauribile diversa sembra solo una scelta balzana di un paese ignorante e poco sviluppato.

    E' un dato di fatto che i paesi in cui il nucleare è impiegato da anni stiano retrocedendo verso fonti diversificate ma noi siamo sempre quelli che ci dobbiamo distinguere ed abbiamo un Governo che ci porterà circa 40 anni indietro nel tempo e come dissi....si dice poi che la macchina temporale non esiste...fra poco rivedremo sfilare gli americani che ci liberano dai nazisti!

    Fonte/i: ULTIME NOTIZIE BLOCCATI DUE TIR PIENI DI RIFIUTI RADIOATTIVI DIRETTI A SAVIGNANO Ecco cosa vogliono fare delle discariche! Non ho niente da correggerti Salo anzi dovrei aggiungere che stessa situazione la vivono la centrale di Montalto di Castro e del Garigliano che attendono per una conversione da anni ma ancora non sono attive perchè molte delle scorie sono ancora presenti.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Io sono fortemente contrario. Uno per le scorie, nessuno è ancora riuscito a trovare la soluzione. Due se riprendiamo ora con il nucleare come dicono quello di terza generazione, se ci va bene sarà pronto fra 20 anni(visto i tempi in Italia per costruire qualsiasi cosa) e saremo nuovamente in ritardo, poi non sta in piedi la tesi che siamo troppo dipendenti dal petrolio, visto che non abbiamo neppure l' uranio saremo alle stesse condizioni. Terzo il nucleare ci darebbe solo il 10% del fabbisogno energetico che si può ottenere anche con il fotovoltaico. E' da ieri la notizia che il Giappone hanno collaudato un motore per auto che con un litro di acqua riesce a fare 80km a 80 all'ora, questo è quello che bisogna fare investire in ricerca per soluzioni alternative e nuove.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ormai è troppo tardi per il nucleare ,come infatti da circa 20 anni ne stiamo pagando il prezzo economico .ce ne vorrebbero almeno altri 20 di anni per vedere il beneficio ed in Italia tra progetto e costruzione forse ne passeranno 2000 di anni!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    io fondamentalmente non sono contrario,solo ritengo questa scelta oramai tardiva e forse inutile.se c'era da fare,era da fare 25 anni fa,oggi è meglio puntare su fonti rinnovabili come sole e vento.

  • Ciao, abbiamo costruito varie centrali nucleari in Italia in tempi passati, mai sfruttate come quella di Trino vercellese che produce ancora scorie tossico-radioattive perchè il reattore, una volta fatto partire, non si può spegnere se non si esaurisce tutto l'Uranio in esso contenuto (invito Barry a correggermi se ho detto cavolate). Il problema del reattore di Chernobyl, infatti, è proprio questo. Non si spegne e ogni pochi anni si deve rifare la camicia di cemento intorno ad esso perchè cede con conseguente perdita di radiazioni. Tornando a noi, adesso, a distanza di 11 anni dal referendum sul nucleare, ci siamo svegliati all'improvviso e abbiamo deciso di sfruttare le nostre centrali. Quando tutti gli altri stati le stanno abbandonando per la difficoltà di smaltimento delle scorie. Non sarebbe meglio investire in fonti alternative? In fonti naturali che non producano scorie radioattive o altro? Adesso, si deve dire no al nucleare, ci si deve orientare verso energie alternative rinnovabili e investire su di loro senza nuocere all'ambiente, ma sfruttando ciò che la natura ci ha messo a disposizione. Sfruttando al meglio queste fonti di energia riusciamo a mantenerci senza nuocere all'ambiente. Il nucleare è trapassato remoto. Non possiamo adeguarci ad una cosa che gli altri stati stanno abbandonando. Mettiamo al passo, puntiamo su energia rinnovabile, non facciamo l'errore che è stato fatto col petrolio.

    Alla fine ci dirai la tua idea? Sono curioso!!!

    Saluti

    Fonte/i: Grazie, Barry, ma non ero sicuro al 100% di quello che affermavo sui reattori nucleari, l'ho studiato troppo tempo fa e non me sono più occupato. Vista la tua conoscenza pensavo d'icorrere in correzioni. Grazie.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    il nucleare sarà abbandonato presto... sarebbe meglio usare sole e vento

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.