Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 1 decennio fa

impianti galvanici?

Salve, avrei bisogno di un gentile supporto tecnico:

come funziona un impianto galvanico?

spero di non essere stata troppo generica,

ciao e grazie in anticipo

Aggiornamento:

grazie Dark mi hai dato un ottimo spunto

e dottor K, WOW, non ho parole...

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Migliore risposta

    Innanzitutto iniziam col dire che oggigiorno la tecnologia galvanica è considerata molto matura grazie ai nuovi dispositivi e alle nuove finiture superficiali che possono essere realizzate attraverso questo porcesso elettrochimico.

    Infatti comprende lavorazioni semplici, condotte con soluzioni acquose contenenti sali minerali, acidi, basi, detersivi e additivi specifici, effettuate in vasche allineate in sequenza a temperature ambiente o poco superiori ed a pressione atmosferica. é bene ricordare che le vasche in cui avviene il processo sono sempre seguite da vasche in cui avviene il lavaggio per permettere l'asportazione di residui che si depositano a causa delle soluzioni nel processo elettrochimico che avviene.

    Apuurato ciò è bene delucidare che i pezzi vengono immersi e poi estratti attraverso un sistema automatico di trasporto ed inltre in base alle loro forme e dimensioni sono movimentati in posizione appesa su telai o contenuti all'interno di barili.

    Fondamentalmente posso distinguere:

    -trattamenti tecnici: zincatura, nichelatura, cromatura

    -trattamenti decorativi:nichelatura decorativa, cromatura decorativa, ramamtura, metalli preziosi

    -produzione circuiti stampati

    A questo punto è necessario descrivere un ciclo lavorativo completo di tutti i procedimenti metallici:

    -preparazione delle superfici da trattare:questo processo serve ad ottenere la rimozione dei grassi ed oli dalla superficie dei pezzi in lavorazione, e quindi a togliere qualsiasi impurità superficiale; ed in particolare oggi si pratica la sgrassatura elettrolitica, nella quale i pezzi sono collegati ome catodi o come anodi;

    -deposizione del rivestimento metallico:consiste nella deposizione di una pellicola metallica sulla superficie da rivestire, mediante il passaggio di corrente elettrica continua attraverso una soluzione acquosa contenente ioni del metallo di rivestimento il quale per effetto elettrochimico si deposita allo stato metallico sulla superficie da rivestire;

    -trattamenti di finitura:le operazioni di pulitura sono realizzate per rendere liscia e levigata la superficie regolarizzando le eventuali asperità del deposito. la pulitura può essere realizzata con spazzole rotanti, con mole di panno, con nastri di tessuto.inoltre per ottenere caratteristiche avanzate di pulitura viene utilizzata l'elettropulitura che è fondamentalmente il processo inverso della deposizione chimica e si realizza sempre in vasche elettrochimiche con opportuni bagni galvanici.dopo queste operazioni galvaniche è ovvio che i pezzi debbano essere essiccati affinche nn si abbia la formazione di macchie di umiodità sulle stesse superfici..Il processo di essiccazione viene effettuato a caldo( esponendo il materiale in opportuni forni) oppure a piastre(sottoponendo il materiale alla pressione di piastre riscaldate opportunamente)

    sxo di essert stato d'aiuto! ciao!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Dark ti ha dato un' ottima spiegazione, aggiungo solo per mia esperienza personale che ci sono enormi differenze a seconda dei metalli che applichi, un bagno di doratura puo' essere tranquillamente essere tenuto su una scrivania mentre un bagno di titaniatura richiede macchinari specifici con vasche ceramiche termostatate a 70,80 gradi piene di acido Fluoridrico .Alcuni bagni come quelli di argentatura basici richiedono soluzioni di cianuro di potassio e cianuro di argento che in caso di contatto con sostanze acide liberano acido cianidrico

    Per questa ragione si sono cercate soluzioni alternative ai procedimenti elettrolitici

    Si utilizza tuttora la tecnica galvanica laddove lo spessore sia un elemento di qualificazione del processo, la galvanoplastica ovvero la metallizzazione ad alto spessore nell' ordine di decimi di millimetro sta venendo sostituita dalla stereolitografia a deposizione di polveri metalliche e sinterizzazione a Laser, l'elettrodeposizione di bassi spessori (micron) per superfici relativamente piccole e' stata sostituita da tecniche come lo splattering ovvero la vaporizzazione in alto vuoto di piccole quantità di metallo che viene fatto aderire alla superficie da metallizzare per mezzo di grandi cariche elettrostatiche. L'urto ad alta velocità del metallo sulla superficie lo fissa in modo permanente.

    Se ti serve qualcosa di piu' specifico ho ancora i due manuali del Bertorelle sulle tecniche galvaniche , chiedi pure

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.