Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

il cristianesimo ha migliorato l'uomo in questi secoli?

cioè, ha reso l'uomo migliore? prima del cristianesimo, l'uomo aveva atteggiamenti migliori o peggiori di quelli che proponeva il cristianesimo?

Aggiornamento:

matteo c

non è la stessa. leggi le domande contro la chiesa, quelle sono sempre le stesse! :D

Aggiornamento 2:

x Ele

dipende da quanto noi ci impegniamo, e di quanta fede ci mettiamo, s. Francesco e madre Teresa, non erano alieni, erano persone come me e te

11 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Migliore risposta

    La democrazia è nata nei paesi cristiani. Per noi è scontata ma è molto difficile da ottenere. Uno che ha il potere è difficile che lo dia e chi riesce a deporlo a sua volta ha il potere.

    Nei paesi non cristiani la democrazia è stata importata, in Giappone fu imposta dagli americani dopo la sconfitta nella 2° guerra mondiale. Prima l'imperatore dominava era considerato una divinità e i kamikaze e l'harakiri sono parole giapponesi. In India e Pakistan è merito degli inglesi.

    Il cristianesimo ha creato le premesse per l' evoluzione della civiltà a quello che è oggi, democratica e libera di esprimere le proprie idee senza rischio di finire morto.

    I paesi con maggior benessere sono i paesi cristiani, solo quando ci sono state altre influenze di altre religioni come quella laica comunista che è la negazione di Dio le cose sono andate male.

    Gli interessi secondo il cristianesimo sono leciti con dei limiti massimi e proprio grazie a questi e al mercantilismo c'è un evoluzione del benessere: Un azienda può prendere i soldi in prestito per crescere, creare occupazione, migliorare, fare ricerche scientifiche. Un privato può coprirsi dall'inflazione acquistano titoli di stato e obbligazioni.

    Ci sono religioni che vietano gli interesse e questo blocca le aziende che non possono crescere e se ci trovano momentaneamente a corto di soldi non possono prenderlo in prestito bloccando in questo modo l'economia, i privati non potendo tutelare il loro risparmio diventano sempre più poveri specialmente se l'inflazione è alta.

    Gli evangeli predicavano libertà dalla schiavitù, uguaglianza tra gli uomini, amore universale anche verso il nemico, perdono per i torti subiti, in un epoca dove la schiavitù era una normalità; la disuguaglianza tra gli uomini, tra uomini e donne, tra ceti sociali era un fatto accettato e condiviso; dove l’amore per il nemici era una barzelletta, e dove la vendetta era l’unico rimedio all’offesa ricevuta. È vero che gli uomini sono ricaduto nei vecchi vizi dell’umanità; ma questo non cancella una sola virgola dell’immenso patrimonio etico e morale che la Bibbia porta con sé per metterlo al servizio dell’umanità.

    Il cristianesimo elimino la schiavitù e ci fu anche uno schiavo, Calisto I, che divenne papa.

    Callisto era lo schiavo di un certo Carpoforo, un cristiano della famiglia imperiale. http://it.wikipedia.org/wiki/Papa_Callisto_I

    L'idea di eguaglianza essenziale tra tutti gli esseri umani è una idea essenzialmente cristiana: è la fede cristiana che chiama il Creatore di tutto come Padre, rispetto al quale tutti gli esseri umani sono tra di loro fratelli; non un particolare secondario, ma il cardine fondamentale della legge morale cristiana è l'amore del prossimo: amare gli altri, senza distinzione di ceto, sesso o razza, come sé stessi; Gesù ha ammonito con severità di trattare come fratelli soprattutto i più deboli: "ogni cosa che avrete fatto al più piccolo dei miei fratelli, l'avrete fatta a Me" (Mt, 9, 29); e S. Paolo ha chiarito che, in Cristo tutti, sono una cosa sola: "greci e barbari" (cioè tutti: "civili" e non ancora tali), "schiavi e liberi", "maschi e femmine" (Gal, 3, 28):

    Per quanto riguarda la parentesi degli schiavi neri i Papi condannarono la tratta dei negri già dal suo sorgere, a fine '400, e la condanna venne ribadita, tra gli altri, da papa Paolo IV nel 1537, da papa Pio V nel 1568, e da Urbano VIII nel 1639, che definì la tratta come un "abominevole commercio"; non solo nel suo vertice, ma anche alla sua base la Chiesa cattolica si pronunciò (sia pure con qualche eccezione) contro lo schiavismo: come riportiamo nel documento annesso, tratto dall'autorevole Storia della Chiesa dello Jedin, "i francescani cercarono di difendere i villaggi indiani (aldeias), da loro curati, dagli schiavisti portoghesi, mentre i gesuiti, guidati dall'irruente P. Antonio Vieira (m. 1697), condussero la lotta contro la schiavitù soprattutto con pubblici interventi su larga scala, sia in Brasile che in Portogallo. (..) Nel 1640 i gesuiti furono persino scacciati da San Paolo e poterono ritornarvi solamente nel 1653, dopo aver promesso di non opporsi più alle cacce agli schiavi".

    Non solo con la parola, ma ancor più coi fatti, la Chiesa ha cercato di attenuare la disumanità dello schiavismo: tra le tante figure di religiosi adoperatisi in favore degli schiavi negri ricordiamo S.Pietro Claver, che spese tutta la sua vita per portare aiuto materiale e consolazione spirituale tra gli schiavi importati dall'Africa

    http://www.culturanuova.net/storia/2.schiavismo.ph...

    In altre religioni la schiavitu è perfino prevista, disumana.

    http://www.parodos.it/discussionischiavitu.htm

    Gli europei non si rendono conto di quanto sono stati fortunati a nascere in un paese cristiano.

    Sarebbe un mondo peggiore dell'attuale.

    Se il cristianesimo fosse la religione dominante in tutti i paesi del mondo non ci sarebbe:

    - terroristi che ammazzano loro, uomini, vecchi, donne e bambini pensando di andare in paradiso portando l'inferno sulla terra http://www.lisistrata.com/2005specialedossier/014I...

    - schiavitù http://www.storialibera.it/attualita/islam_nel_mon...

    - pedofilia legalizzata (Iran, Yemen e altri paesi per motivi religiosi la pedofilia è legale )

    http://lisistratablog.wordpress.com/2006/09/15/la-...

    http://www.wikio.it/article/52958715

    - pena di morte http://www.israt.it/Israt/sportello/percorsi/morte...

    - lapidazione delle donne http://www.repubblica.it/2007/05/sezioni/esteri/la...

    - diseguaglianza.

    http://www.asianews.it/index.php?l=it&art=11319

    - mutilazioni genitali http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/...

    - soffocamento della libertà d'espressione http://www.aetnanet.org/modules.php?name=News&file...

    http://www.abrahamic-faith.com/Clips.html

    http://socialdesignzine.aiap.it/news.php?t=e&ID=00...

  • 1 decennio fa

    certamente , tantissimo

    angelo28trinity

  • 1 decennio fa

    diceva gesù: gli alberi li riconosci dai frutti...

    se i frutti son questi.. assassinii, massacri, uccisioni in nome di dio... beh, forse il cristianesimo lo ha distrutto quest'uomo

  • Anonimo
    1 decennio fa

    tutto sommato credo di no.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il cristianesimo ha migliorato le finanze dei papi.

    Il cristianesimo ha reso piu' ipocriti e smodatamente sfacciati gli uomini, adesso dicono che chi compie massacri in nome di dio non è cristiano.

    Tipo Pinochet. Amicone del precedente papa.

    Che non ha mai abolito la pena di morte dal catechismo della chiesa.

    Sono gente per bene quindi.

    In apparenza molto per bene.

    In pratica sono i primi a porre come principi PRIMA quelli religiosi e POI quelli civili. I principi civili assicurano parita' e dignita' a tutti, quelli religiosi, solo a pochi eletti.

    Quindi non va tanto bene.

    Ancora oggi sono i cristiani in prima fila a discriminare donne, gay, non credenti.

    Quindi non va affatto bene.

    Poi i cristiani si vantano di essere loro fonte di civilta'. Loro che non hanno nemmeno una donna nei ranghi di potere della loro chiesa, sono si dichiarano portatori di civilta'. Loro!

    Loro che ogni domenica mangiano il corpo una persona morta 2000 anni fa!

    Loro che hanno processato Galileo costringendolo all'abiura!

    Loro che hanno creato i ghetti per gli ebrei!

    Meno male, pensa se erano incivili.

  • 1 decennio fa

    Il Cristianesimo ha migliorato molto l' uomo.

    Chi compie massacri in nome di Dio non è Cristiano.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Dal punto di vista del cristianesimo non direi, non è tale!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il cristianesimo ha migliorato ALCUNI uomini...... e comunque l'unico vero cristiano era Cristo e l'hanno crocifisso (Nietzsche) tutti gli altri bene o male non hanno mai capito sino in fondo il suo messaggio a parte pochissimi eletti (madre Teresa, San Francesco...)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il cristianesimo ha sicuramente apportato dei miglioramenti al genere umano purtroppo prorpone uno stile di vita che l'uomo ritiene troppo rigido e quindi evade dalla fede e si comporta ingiustamente

  • 1 decennio fa

    Devi scindere la Fede dalla Chiesa...cioè la fede se ci credi è una cosa bellissima...il problema è che con lo schifo che c'è in giro...tutte le cose di cui si sente parlare ultimamente allontanano giustamente l'uomo dal Cristianesimo...Non si dovrebbe fare di tutta l'erba un fascio..ma nessuno si adopera per rimediare....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.