Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiAuto e trasporti - Altro · 1 decennio fa

Perchè si cambiano le marce? e quando? e come?

Me lo sono sempre chiesto

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Per farti un esempio pratico il motore di una macchina con il cambio menuale ha lo stesso funzionamento di quando tu sali in una mountainbike... prima metti una marcia leggera.... perchè t consente di spingere forte ma senza troppa fatica.... quando sei lanciato metti una marcia più dura.... pedalando più lentamente pur mantnendo una velocità sostenuta... nella macchina si cambiano le marce perchè il motore necessita come te di non faticare al di là dei propri limiti... ad esempio... tu in bici... riesci a fare i 30 km/h in 1°??? no! però se metti la 7° fai anche di più di 30 km/h... e perchè non ce la fai in prima?? perchè non riesci più starci dietro che pedali sempre più forte... la macchia quando è troppo su di giri necessita del cambio di marcia... e dell'inserimento di una marcia più dura.... che pemetta di mantenere la velocità o di aumentarla lentamente.... ma allo stesso tempo permette di diminuire i giri del motore e quindi di consumare meno e di sforzarlo meno... al contrario... se tu sei in salita a 10 km/h in bici... e sei in 7° ce la faresti a salire?? no! però se metti un rapprto più leggero (1°-2°) ci riesci... la stessa cosa accade alla macchina... quando sei sottogiri... ovvero quando il motore borbotte e fatica a "tirare su un rapporto", si mette un marcia più leggera... così da consentirne un andamento regolare... praticamente le marcie si cambiano per garantire consumi adeguati, sforzare meno il motore, e garantire prestazioni migliori dell'auto... è abbastanza semplice cambiare le marce... qando sei in corsa e devi cambiare, basta che schiacci tutto il pedale della frizione, lo mantieni premuto tutto, poi inneschi la marcia successiva/precedente e mollando il pedale frizione... inizi leggermente ad accelerare... quando hai mollato tutto il pedale frizione la marcia è completamente inserita... sono esempi stupidi... ma almeno dovresti aver capito... ciao...

    Fonte/i: Esperienza personale...
  • 1 decennio fa

    Il motore ha due aspetti cinetici: coppia e potenza. E' la coppia quella che permette di partire ed accelerare.... la potenza di mantenere lo status quo.

    Le marce si cambiano per permettere al motore di girare nel range della coppia. E il rendimento migliore (e duqnue cosumi minori) lo si ha in corrispondenza dei giri di coppia massima. E' una stupidata pensare che più è basso il numero di giri e meno si consuma: stare in quinta marcia a 1.500 giri significa solo sforzare il motore per mantenere il regime (oltre che tutta la trasmissione). Un motore a benzina, in genere, ha la coppia intorno a 2.500/3.500 giri... un motore diesel (se turbo), ce l'ha già da 1.500 giri fino a 2.200/2.600 giri.

  • 1 decennio fa

    le marce si cambiano in base alla velocità, il meccanismo è questo più vai veloce più aumenti le marce, se diminuisci la velocità scali . Credo che servano a dare i giri al motore ma non essendo esperta potrei dirti una stupidaggine!

  • 1 decennio fa

    beh si cambiano le marce per permettere al motore di girare più velocemente... inoltre si cambia quando senti che il motore è troppo fuori giri o quando è sotto giri e cioè borbotta. in pratica si cambia premendo la frizione e lasciando l' acceleratore, poi quando hai messo una marcia superiore lasci il pedale della frizione e cominci ad accelerare, capito?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.