Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeFisica · 1 decennio fa

funzionamento del telefono cellulare?

http://www.provinz.bz.it/agenzia-ambiente/2908/ele...

FISICI DI TUTTA ANSWER UNITEVI! secondo voi e° giusto quello che sta scritto qui per portarlo a un esame sul funzionamento del telefono cellulare?

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Mi sembra perfetto anche se datato. L'UMTS è già in funzione e il DECT è stato abbandonato.

  • 1 decennio fa

    Ciao,

    è sicuramente un po' datato e anche un po' semplificato.

    Prima di tutto praticamente i sistemi analogici (tipo TACS) non esistono più, così come il DECT (che non ha avuto successo commerciale) mentre UMTS è attivo già da 4/5 anni. Attualmente stanno uscendo già cellulari HDPSA che sono unna evoluzione di UMTS per avere bit rate maggiori dei 2 Mbps (megabit per secondo) di UMTS base.

    Inoltre i sistemi analogici non erano altro che delle normali ricetrasmittenti (cadeva la linea se ti spostavi tra le celle ovvero non c'era handover).

    Per quanto riguarda l'accesso al mezzo nel link che mandi parla solo di TDMA (Time Division Multiple Access ovvero a ogni utente è assegnato uno slot temporale) e FDMA (Frequency Division Multiple Access ovvero ad ogni utente è data una frequenza). TDMA è usato nel GSM, mentre UMTS usa un metodo ancora diverso che si chiama CDMA (Code Division Multiple Access). In pratica ad ogni utente è affidato una codice con particolari proprietà matematiche (sono codici ortogonali) che fa sì che utenti diversi non interferiscono tra loro anche se utilizzano tutti le stesse frequenze (la banda del canale) e lo setsso tempo di trasmissione.

    A dire il vero nei prossimi standard che usciranno (tipo LTE che dovrebbe permettere fino a 100 Mbps di velocità di trasmissioen dei dati) si utilizzerà qualcosa di ancora diverso che si chiama OFDM (Orthogonal Frequency Division Multiplexing) che permette di avere una maggiore tolleranza alle interferenze da altri utenti.

    Altre considerazioni possibili sono sul fatto che adesso si sta andando a sistemi "multi-antenna" (ovvero più antenne) non soo alle Base Station (sono già così), ma anche sui terminali (i cellulari). Questo permette di aumentare la Capacità del canale ovvero la velocità massima teorica a cui si possono trasmettere i dati.

    Inoltre mentre ora la voce e i dati vengono trasmessi in modo diverso (la voce ha basso data rate, ma vogliamo bassa latenza, mentre per i dati è il contrario), in futuro ci sarà una convergenza verso una trasmissione a pacchetto simile a quella di internet e tanti profili di servizioni (bassa latenza e bassa velocità, alta latenza e alta velocità, bassa latenza e alta velocità).

    Cosa altro aggiungere se non che è un argomento estremamente complesso e esteso e che è difficile condensare in poche righe. Ho solo provato ad aggiungere qualche informazione in più e anche un po' più recente al documento del link trascurando tantissimi aspetti a partire dalle modulazioni digitali adottate (PSK, 4QAM e superiori), i codici a correzione di errore (convoluzionali e Turbo Codici), i livelli "superiori" tipo MAC , rete (simil pila ISO/OSI) e via dicendo.

    Se vuoi approfondire un po' di più puoi guardare su wikipedia un po' dei termini ed acronimi che ci sono qua e là in quanto ho scritto. Ho evitato di parlare degli effetti biologici delle onde trasmesse e ricevuto perché non è il mio ambito (sono ing. elettronico e non medico) anche perché al momento gli studi sono ancora in atto.

  • francy
    Lv 6
    1 decennio fa

    Ho guardato su Wikipedia, c'è qualcosa che può servire.

    Intanto vado a vedere il pdf...

    Ok, il documento che proponi illustra uno dei presunti pericoli connessi all'uso del cellulare: l'emissione di onde elettromagnetiche. Se ne parla tanto, ma di certo non c'è nulla. Prendi con cautela le affermazioni che si fanno su questo.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.