promotion image of download ymail app
Promoted

di cosa potrebbe trattarsi ?

Da qualche giorno noto una cosa strana al mio braccio sinistro l'avanbraccio sembra come addormentato ed anche la mano, avverto un formicolio al centro della mano ed alle punte delle dita un fastidio che sta incominciando a preoccuparmi cosa potrebbe essere!!!

Aggiornamento:

Premetto ho 32 anni

Aggiornamento 2:

e poi scusate avambraccio

Aggiornamento 3:

rispondetemi

13 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Dr. Giorgio Betge: Qualche volta sarà capitato a tutti di avvertire un formicolio alla mano o ad un braccio. Succede specialmente la notte, quando ci si sveglia con questi sintomi, perchè coricati in una posizione particolare con il collo attorciliato. Basta cambiare posizione per qualche minuto, fare qualche movimento ginnico e l’arto si sveglia da solo e la sensibilità e la forza ritornano spontaneamente. Che cosa è successo? Rimanendo in una posizione di reclinazione o di rotazione del collo, certi nervi che passano dalla colonna cervicale al braccio vengono schiacciati ed irritati al punto della loro fuoriuscita al livello dei fori di coniugazione, che si trovano tra le vertebre. Secondo la località dello schiacciamento, vengono irritati i nervi cervicali inferiori, che hanno la loro distribuzione rispettivamente al pollice e indice (C6), al dito medio e mezzo dell’anulare (C7), e all’altra metà dell’anulare e al mignolo (C8). Un episodio saltuario di formicolii, come già menzionato sopra, non ha importanza, perché viene causato da una malposizione della testa, e si risolve da solo. Gli stessi sintomi possono invece provocare tanti fastidi, quando si presentano in modo continuo. Succede più spesso dopo una lesione traumatica, quando viene toccato uno o più di questi radici dei nervi cervicali. Diversi sintomi sono possibili: dal formicolio (disestesia) all’insensibilità (anestesia) alla debolezza (paresi) del braccio e della mano. Sono associati a dolori al collo, alla spalla e lungo un braccio, fino alla mano e alle dita. Le diagnosi più frequenti sono il torcicollo acuto o cronico, la sindrome cervicale o cervicobrachiale, il colpo di frusta con o senza lesione discale (ernia discale cervicale), alterazioni degenerative artrosiche (artrosi cervicale). Altre patologie devono essere escluse per la diagnosi differenziata, come la periartrite omeroscapolare, l’epicondilite, la sindrome del tunnel carpico (pressione legamentosa sul nervo mediano al polso), artrosi o artrite alla mano, morbo di Raynaud (disturbo circolatorio) ecc.

    Dopo una diagnostica accurata clinica e radiologica, procediamo, se sussiste l’indicazioni per una cura chiropratica, al trattamento dei dolori e formicolii cervicobrachiali. Il trattamento consiste primariamente in manipolazioni chiropratiche vertebrali e trattamenti neuromuscolari. Per la manipolazione vengono prima individuati i segmenti da trattare, indicati dalla diagnostica palpatoria. L’aggiustamento viene eseguito poi con precisione, nella direzione fisiologica delle articolazioni apofisarie (giunture vertebrali) nell’attimo di massimo rilassamento muscolare. Si percepisce il "clic” liberatore, il "canto delle ossa”. Subito dopo, il paziente si accorge della liberazione, del maggior movimento del collo, dell’elasticità acquisita e della diminuizione, se non addiritura della scomparsa, dei dolori. Il trattamento dev’essere ripetuto, durante diverse sedute, con qualche giorno d’intervallo. Il trattamento di agopressione viene diretto, nel caso di disturbi cervicali, verso i muscoli trapezii, dove sono sovente attivi i punti neuromuscolari. Questi contraggono e bloccano sovente il funzionamento armonioso del collo. Affinchè non si ristabilisce completamente il normale funzionamento del tratto vertebrale e muscolare cervicale, la cura viene continuata a passo individuale, fino alla guarigione.

    I trattamenti ausiliari, che accellerano la guarigione, sono le fisioterapie. Quelle più efficaci sono le elettroterapie analgesiche e miorilassanti, le trazioni dinamiche cervicali e la crioterapia ad aria surgelata (-30°C). Come aiuto supplementare si raccomandano gli impacchi di argilla (o ghiaccio), da applicare regolarmente a casa. Quando saranno raggiunte sia la libertà dei movimenti sia il sollievo dai dolori, si continua con la riabilitazione ginnica per rinforzare la muscolatura cervicale.

    Una volta guariti, è consigliabile effettuare dei controlli chiropratici a distanza di qualche mese o anno, per prevenire eventuali spiacevoli ricadute, con la ripetizione inutile di sofferenze

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Una visita dal medico e' consigliata. Probabilmente, dopo la visita, proporra' una tac e se necessario un'elettromiografia.

    Sono varie le cause, ma i sintomi ricordano quelli di una compressione nervosa: il formicolio e' caratteristico.

    Possibile potrebbe essere (soprattuto a seguito di eventi traumatici, come incidenti automobilistici) un'ernia del disco in regione cervicale.

    Altra possibilità, in caso di lavoro stressante per l'articolazione al gomito o intensa attivita' in palestra, un'infiammazione, che da esattamente gli stessi sintomi: epicondilite e trocleite potrebbero essere cause di formicolii anche dolorosi che irradiano fino alla mano.

    Anche la patologia del tunnel carpale può interessare la stessa sede, sebbene alla tua età si possa considerare meno probabile.

    Fonte/i: Studente di medicina
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Sta capitando anche alla mia amica, lei dice che è la circolazione!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Clicca sotto potrai avere una risposta competente.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Se capita solo saltuariamente non ti devi preoccupare,è normale e capita a tutti...se invece si ripete spesso potresti avere qualche problema di compressione dei nervi del braccio e dell'avambraccio,per questo devi parlarne col tuo medico che ti prescrivera una eventuale visita ortopedica!!

    RE BETTY: ahahha ma non eri quella dei -NO COPIA ED INCOLLA-? ahi ahi ahi...stai esaurendo le risorse vero?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ciao Mario,si tratta di parestesie,ossia di alterazioni della sensibilità.Ti consiglio,di rivolgerti ad un fisiatra il quale,con gli esami radiografici e l'eventuale elettromiografia,sarà in grado di stabilire quale sia il punto di compressione del nervo.Alessandro.

    P.S.:per Betty:mi accusi in continuazione di copiare e incollare,cosa che peraltro non mi appartiene, perchè non ne ho bisogno,visto che faccio il medico e non la segretaria.Ho notato che non hai riportato il link, dal quale hai copiato quell'inutile trattato!E poi hai anche il coraggio,ma che vergogna!,di pubblicare "Allarme copia e incolla"...si trattava,forse,di un'inconscia autoaccusa?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    come sta la tua cervicale? molto probabilmente dipende da quella

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    succede anke a me a volte, non credo ci sia niente di preoccupante magari hai assunto una posizione sbagliata senza accorgertene e dopo un po' la reazione è quella...se ti capita improvvisamente, come succede a me, può essere un problema di circolazione!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    prova ad andare a fare una visita........

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Prendi la pillola? potrebbe essere una tromboflebite (a me colpisce la gamba, soprattutto d'estate). Fatti vedere dal doc.

    Sta attenta perche' formicolio alla parte sinistra potrebbe portare anche ad una ischemia con paresi.

    Vai a farti vedere al volo. queste cose non hanno un' eta', puo' venire a chiunque, anche a 20 anni.

    Non voglio spaventarti, magari e' una stronazata, ma mai dire mai.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ciao carissimo, io credo che si meglio che tu vada subito al pronto soccorso,sai nn voglio preoccuparti , ma i sintomi potrebbero essere quelli dell' infarto, ora nn allarmarti , anche io ho avuto cuei sintomi una volta , ma arrivato all' ospedali mi dissero che era solo una semplice crisi d' ansia... nulla di che ... Tu intanto vacci per precauzione e stai tranquillo ok? Ciao ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.