Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 decennio fa

SASSONI simboli e caratteristiche 10 PUNTI?

Ciao a tutti..non riesco a trovare qualche simbolo sensato da inserire in uno stemma e i colori da utilizzare per la colorazione..

fra poco parto per un campo,e siamo tutti divisi in gruppi.

il mio gruppo quest'anno è quello dei sassoni e devo fare uno stemma che ci rappresenti.

non trovo però,a parte spada e cavallino rampante,nessun altro simbolo da inserire.me ne servono almeno 5,con la motivazione per la quale ho deciso di dipingerli sullo stemma..

In più i colori più caratteristici del popolo dei sassoni(che non sia il grigio perchè i sassi sono grigi hehe)

10 punti a chi mi è più d'aiuto

si accettano anche link :D

Aggiornamento:

ragazzi SASSONI d'INGHILTERRA scusate,non avevo specificato!!:$

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    penso che in questo sito ci sia un po di info ma credo che Sassonia non abbia uno stemma diversa da quello del Sacro Romano Impero Germanico cioè una aquila imperiale (una testa o due non mi ricordo bene)ma di colore nero e la bandiera e gialla ,credo puoi anche cercare la stemma della famiglia reale Austria per e erede del S.R.I.G. oppure usa quello del regno di Germania che ha la stessa animale al centro ma sfondo e bianco (quello della Prussia)

  • 1 decennio fa

    ho cercato a lungo ma non ho trovato granchè....forse è meglio consultare qualche testo

  • Mister
    Lv 5
    1 decennio fa

    I sassoni erano un popolo germanico, insediato principalmente negli odierni stati tedeschi di Schleswig-Holstein, della Bassa Sassonia, della Sassonia-Anhalt della parte settentrionale della Renania-Westfalia e nella parte nord dei Paesi Bassi (Twente e Achterhoek). Il loro nome significa "gente di spada". Furono considerati da Carlo Magno e da alcuni storici molto bellicosi.

    Sassoni in Europa Alto Medioevo

    Odierno Schleswig-Holstein, che confinava con gli angli.

    Odierna Renania-Westfalia del nord).Il primo a menzionarli fu il geografo greco Claudio Tolomeo. Nel V secolo d.C. fecero parte di quei popoli che invasero la Britannia (odierna Inghilterra) insieme agli juti e agli angli. Secondo lo storico anglo-sassone san Beda il Venerabile, che scrisse attorno al 730, gli antichi sassoni non avevano un re, ma erano governati da molti signori, che in guerra lottavano per acquistare più potere, ma in pace erano uguali. Infatti, la loro organizzazione politica prevedeva una confederazione, con al vertice non un sovrano, ma un'assemblea comune.

    Praticavano l'agricoltura e la loro società era strutturata in classi sociali, nello specifico erano quattro:

    nobiles, con funzioni sacerdotali

    liberi, guerrieri-contadini

    semiliberi, liti, ovvero la plebe dalla libertà limitata ma non assimilabili agli schiavi

    servi

    In seguito il territorio sassone si consolidò e dalla fine dell'VIII secolo era ormai divenuto un'entità politica conosciuta col nome di Ducato di Sassonia. I sassoni iniziarono a convertirsi al Cristianesimo (vedi Ewald il Nero) e furono incorporati nell'orbita del regno franco, anche se la loro definitiva sottomissione si ebbe con Carlo Magno, dopo una lunga serie di guerre annuali, dal 772 all'804. Una volta sconfitti furono battezzati e convertiti a forza e anche il loro albero sacro, Irminsul, fu abbattuto.

    Sotto il dominio carolingio, i sassoni divennero tributari dei franchi, fornendo spesso truppe ai loro signori. I duchi sassoni divennero anche sovrani (come Enrico I nel 919) e perfino imperatori (come Ottone I di Germania nel X secolo), ma nel 1024 persero questa posizione dominante. Il ducato fu smembrato nel 1180, quando il duca Enrico il Leone, nipote di Ottone I, si rifiutò di seguire in guerra in Italia il cugino Federico Barbarossa.

    Tardo Medioevo [modifica]

    La bassa Sassonia.

    La Sassonia-Anhalt.Solo nel Tardo Medioevo, i sassoni andarono espandendosi nella Germania orientale, che sarà conosciuta come Regno di Sassonia dall'1806 al 1918 e come libero stato di Sassonia dopo il 1990. Si utilizza il nomignolo di "sassoni" anche per i coloni tedeschi insediatisi nel XIII secolo nella Transilvania sud-orientale (l'odierna Romania). La minoranza di lingua tedesca in Romania è ancora chiamata col nome di sassoni di Transilvania.

    Sassoni in Britannia [modifica]

    Insieme agli angli, ai frisi (o frisoni) e agli juti, i sassoni invasero o comunque migrarono in Britannia agli inizi del V secolo, a seguito del collasso del dominio romano nell'isola e in tutto l'occidente. Per secoli i sassoni saccheggiarono le coste meridionali della Britannia, ragion per cui fu costruita un linea difensiva nota con il nome di costa sassone. Dopodiché, ai sassoni e ad altri popoli fu permesso di insediarsi in queste zone come contadini. Dopo il collasso del potere romano nell'isola, nel 449, dopo un raid particolarmente devastante operato dai pitti e dai loro alleati, i romano-britannici invitarono due leader juti, Hengist e Horsa, a insediarsi nell'isola di Thanet, a nord del Kent e a servire come mercenari contro i pitti. Una volta compiuta la missione e sconfitti i pitti, gli juti pretesero più terre. Di fronte al rifiuto di chi li aveva ingaggiati, si ribellarono, provocando un'insurrezione contro tutti i coloni di origine germanica presenti in Britannia.

    Emersero tre diversi regni sassoni in Britannia:

    1 - Essex ad est, incentrato intorno a Colchester

    2 - Sussex a sud, sotto la guida di Aelle

    3 - Wessex a ovest, sotto la guida di Cerdic, con capitale a Winchester

    Nel periodo compreso tra i re Ecbert e Alfredo il Grande, i re del Wessex emersero come bretwalda, unificando il paese, con il Middlesex che ebbe vita breve e fu incorporato nel regno d'Inghilterra di fronte alle invasioni dei danesi e dei vichinghi.

    Secondo alcuni storici la presa anglosassone della Britannia meridionale sarebbe avvenuta in maniera pacifica, anche se nel suo De Excidio et Conquestu Britanniae Gildas (metà VI secolo) ha lasciato un ritratto a tinte fosche di questo periodo storico. Le guerre tra i romano-britannici e gli invasori juti, angli e sassoni continuarono per oltre 400 anni, con le popolazioni autoctone che furono progressivamente assorbite dai nuovi venuti]. Alcuni fuggirono in Bretagna. I vari popoli germanici che invasero l'isola furono chiamati con il nome di "anglosassoni". È dal sassone antico che derivano l'antico inglese e il Plattdüütsch.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.