promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 decennio fa

sapreste indicarmi un sito obiettivo e serio che sostenga le ragioni della aggressiva politica estera di bush?

finora ho sentito solo la campana dell "la guerra è brutta": vorrei però sapere come la pensa chi la pensa come bush: anzi: vorrei sapere come la pensano le persone intelligenti a favore di bush e delle sue guerre...

Se ne parla marginalmente in questo filmato, verso la fine.

http://pedemonte.blogautore.espresso.repubblica.it...

grazie

ciao!

Aggiornamento:

x giuditta

"Nessuna guerra è stata fatta per aiutare le popolazioni locali! Nessuna rivoluzione o guerra civile!"

scusa, ma non mi sembra vero: che te ne pare della guerra civile americana? o dell'intervento americano nella ii guerra mondiale?

forse c'erano ragioni di interesse, ma le conseguenze a medio e lungo termine sono state estremamente positive!!

Aggiornamento 2:

x di pietro

...

vedo che hai cambiato avatar

Aggiornamento 3:

mah, se tu pensi che i negri devono rimanere schiavi: affari tuoi!

poi, se tu pensi che gli americani non ci hanno aiutato a sconfiggere i nazisti: sono di nuovo affari tuoi!

cmq non stai rispondendo affatto alla mia domanda!

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Non credo ci possa essere qualcuno favorevole di principio ad una guerra: l'illusione idiota (e lo sottolineo: i-d-i-o-t-a) che la guerra possa o debba essere accettata è caduta nel 1914 coi primi massacri a Langemarck e Bixshoote. Nota che c'è una fortissima analogia fra la Bèlle Epoque e l'attuale: forte benessere (proporzionato alle ideologie economiche ed alle idee sociali di allora, repressive e retrograde ovviamente!), boom economico, economia mondialista e liberoscambista, e quasi 50 anni di pace e "prosesperità"(ripeto: secondo gli strambi standards dell'epoca) in Europa. La gente aveva dimenticato i campi di battaglia della guerra francoprussiana o austroprussiana, delle guerre di indipendenza italiane, di quelle balcaniche ecc..., ed anche allora giravano idiozie sugli "stati canaglia" (nel 1914, la povera Serbia) e sul diritto di alcune nazioni di "insegnare" agli altri come vivere. Io ho circa (lustro +, lustro -) dai 45 ai 50 anni, riformato già a suo tempo per merito delle pastette paterne e di adeguata dieta debilitante (50 kg x 1 mt 80 d'altezza, pressione 60-95, meno della 1/2 dei globuli rossi attivi....li fregai per bene, adesso peso 92 kg!!!!!...e magno come nu puorc'!!!), la guerra a me non mi tange: parlo per voialtri, che probabilmente dovrete passare per lo stesso meccanismo distruggi-illusioni dei volontari del 1914/1915 che scappavano di casa per arruolarsi in nome di diverse fetenzie: la democrazia, la libertà, il Re, il Kaiser, lo spazio vitale, la raddrizzatura di "torti", la liberazioni di "irredenti" che stavano bene dove stavano e con chi stavano.... E' una triste ma necessaria fatalità che "come il cane torna al suo vomito, così lo sciocco torna alla sua scemenza" (la Sacra Bibbia): perchè dopo il 1918 e dopo il 1945 s'è provato a sperimentare qualcosa di diverso ma siamo ricaduti negli stessi vizi. Come quando c'è dell'afa occorre il temporale che pulisca tutto, quando il contesto umano sviluppa tensioni, egoismi, problematiche irrisolvibili con i normali mezzi dialettici (vuoi x impossibilità materiale o per impuntamento di qualcuno), occorre il colpo di scena, il "deus ex machina": in questo io omaggio la guerra di essere il più efficiente sistema di pulizia e resettaggio. Lo insegna la Storia, dopo ogni guerra è arrivato un momento di buona volontà, di rinnovamento, di idee sociali, di progresso civile, di desiderio di dimenticare sangue e cattiverie e lavorare insieme. Un nubifragio fa anche parecchi danni, ma ci regala giorni di impagabile frescura. Fate quindi i vostri danni e spicciatevi: vogliamo aria nuova. Qualche centinaio di migliaia/milione di cretini in meno, città devastate da ricostruire in maniera meno idiota di come sono attualmente, economie da riavviare, meno nascite, più lavoro e quindi nuove prospettive per chi resta, un nuovo Dopoguerra, finalmente l'invitabile ritorno ad idee sociali e solidali. Sì, da questo punto di vista, la guerra mi piace. Anche perchè a combatterla in Iraq-Iran-Afghanistan-Cina o Vattelapesca non sarò certo io...ah ah ah!!!...ma "le persone intelligenti" come nel 1914 e 1939.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Ti dico i siti di un po' di persone che sostengono le ragioni della aggressiva politica estera di Bush

    http://www.shell.com

    http://www.exxon.com

    http://www.total.com

    http://www.tamoil.com

    http://www.q8.com

    Che sostengono tali ragioni, lo sappiamo tutti. Purtroppo, in nessuna parte di questi loro siti, si trova nulla che parli dei buoni motivi che li portano a sostenerle.

    So, però, che non si tratta di fessi; e quindi rientrano sicuramente nella categoria delle persone intelligenti.

    .

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • MA VERAMENTE CREDI ALLA STORIELLA CHE RACCONTA IL GIORNALISTA DEL LINK!!!!

    NON SONO AFFARI MIEI IMPARA LA STORIA E NE RIPARLIAMO!!!

    Purtroppo la guerra è brutta solo per le vittime, i soldati, i morti, i feriti....i bambini!

    Per i venditori di armi, i banchieri, i dirigenti è una manna....

    Figurati se non ci pensano due volte a provocare una guerra per vendere armi, accaparrarsi il petrolio, l' uranio, il potere.

    Le persone intelligenti lo sanno.

    Se conosci un poco di francese, guarda questo filmato:

    http://img146.imageshack.us/img146/1980/axisofwars...

    è stato messo in linea da un astrofisico francese che ha lavorato anche in USA per l'aeronautica.

    Questo filmato mostra il perché di tutte le ultime guerre, guerre fatte solo per aprire la via agli OLEODOTTI!

    Nessuna guerra è stata fatta per aiutare le popolazioni locali!

    Nessuna rivoluzione o guerra civile!

    La Romania è sempre nelle mani dei criminali del dopo guerra, ma adesso sono amici della NATO....

    Non è vero che in ex Jugoslavia non c' era il petrolio, perciò gli americani non intervenivano.

    In Jugoslavia il petrolio doveva passare per arrivare nel Mediterraneo per questo poi gli americani sono intervenuti.

    Tutte le guerre degli ultimi tempi sono organizzate per appropriarsi del petrolio o per farlo transitare.

    E l' AFGANISTAN non è stato diverso.

    Non esiste NESSUN altra ragione se non la vendita di armi.

    TUTTE LE GUERRE, anche la guerra civile americana!

    Tu veramente credi alla storiella sull' abolizione dello schiavismo!!??

    L' abolizione dello schiavismo è stata una scusa!

    Il Sud era un'enorme distesa di terre in mano a pochissimi schiavisti, bisognava eliminarli perciò hanno usato questa balla, ma lo schiavismo ha cambiato solo nome ma non è cambiato nulla.....

    E secondo te chi vendeva le armi a Hitler?

    Lo sai che il nonno di Bush era fra questi?

    Lo sai chi ha ispirato la "pulizia etnica" ai Nazisti?

    Guarda qui:

    http://it.answers.yahoo.com/question/index;_ylt=Al...

    LE CONSEGUENZE A MEDIO TERMINE:

    abbastanza buone, per una piccolissima parte dell' umanità, fra cui me stessa.

    LE CONSEGUENZE A LUNGO TERMINE:

    un lavaggio progressivo del cervello e, spero di sbagliarmi, una perdita di libertà e un totalitarismo spaventoso!

    .................................

    Fonte/i: http://it.youtube.com/watch?v=VR67Dx25-sA&feature=... ........................... ............................. ...............................
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Obiettivo e serio? Allora sei in vena di umorismo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    nessuna a parte il petrolio....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.