Superstizioni.... ho appena letto delle risposte interessanti sui gatti neri... chi mi spiega un paio di cose?

Visto che siete tutti molto preparati... chi spiega l'origine di due superstizioni??

Rompere uno specchio e rovesciare il sale...

Grazie...

Aggiornamento:

Dimenticavo...

Anche passare sotto una scala

10 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    Ho appena risposto ad una domanda sui gatti neri e mi sono documentata un pochino anche su altre superstizioni....

    per quanto riguarda rovesciare il sale

    Nell'antichità il sale era considerato una delle spezie più preziose esistenti nonché una fondamentale sostanza conservante. Era così importante che la parola "salario" deriva da sale proprio perché nell'Impero romano i soldati venivano pagati col sale. E' sempre stato l'unico mezzo di conservazione degli alimenti fino a che la refrigerazione non fu inventata. Inoltre siccome le spezie erano estremamente rare e costose, il sale era il principale condimento per tutti i cibi ed è per questo che si ritiene che rovesciarne un po' porti male.

    All'atto del battesimo, una volta si mettevano sulle labbra alcuni grani di sale. Insomma versare accidentalmente il sale ha la doppia valenza di sperpero e di sacrilegio.

    Qualcuno, fornisce un'altra ipotesi, secondo cui "versare il sale porta sfortuna perchè un tempo i vincitori usavano gettare sale sul terreno dei vinti ".

    Per chi è superstizioso quindi l’unica maniera per sfuggire alla sfortuna che ne deriva è gettare un pizzico di sale dietro alla spalla sinistra, ovvero nella faccia del diavolo che sta danzando alla nostra sinistra aspettando solo che le nostre nature peccaminose abbandonino l'anima. Il sale gettato ha così lo scopo di rendere cieco il diavolo fino al ritorno di nuova fortuna.

    La stessa cosa vale per l'olio... è sempre stato molto costoso..... quindi rompere un bottiglione era prima di tutto un costo... e poi pulire l'olio da terra è veramente una delle cose più odiose...

    Per quanto riguarda gli specchi invece ho trovato questo

    E' risaputo che rompere uno specchio porta sette anni di guai.

    Ci sono tante credenze e tante versioni su questa superstizione la maggior parte legata all’anima

    Sono sempre esistiti gli specchi sacri o gli specchi parlanti, nel mito, nella fiaba o nelle credenze popolari.

    La loro funzione era di oracoli o di depositari di una parte dell'anima di chi vi si rifletteva.

    Anticamente si riteneva lo specchio “un ruba anima” e questo era dovuto al fatto che le leggi della riflessione della luce, ignote ai nostri progenitori, erano ritenute dei prodigi o dei malefici. Questo è il motivo per cui, in molte popolazioni non civilizzate credono che anche la fotografia sia una furto d'anima.

    Questo è il motivo per cui rompere uno specchio porta 7 anni di sfiga…. Con lo specchio va via una parte della nostra anima.

    Un’altra antica credenza risale ai tempi in cui si credeva che la nostra immagine riflessa fosse una rappresentazione della nostra anima. Danneggiare il riflesso significava danneggiare l'anima. Se ci capitasse di rompere uno specchio ci sono alcuni rimedi che possono ripristinare la sorte della nostra anima rovinata. Noi possiamo prendere i pezzi rotti e lavarli in un fiume che scorre verso sud. in questo modo si lava via la malasorte. Oppure possiamo portarli vicino al cuore così da neutralizzare la potenza demoniaca. E' sufficiente portare i pezzi rotti fuori dalla casa senza mai fissarli. Nelle leggende horror un vampiro non può vedere il suo riflesso nello specchio perché non possiede anima, inoltre gli specchi in una camera da letto dovrebbero coperti prima di ritirarsi a dormire, così l'anima non sarà catturata dallo specchio. Infine in una casa dove è appena deceduto qualcuno gli specchi dovrebbero essere coperti così da non ostacolare il viaggio dell'anima in Paradiso.

    Ma in ogni caso anticamente gli specchi erano pochissimi erano un lusso che potevano permettersi solo le persone facoltose perché il loro costo era molto elevato in quanto si producevano unendo una lastra di cristallo lucidato lamine d'argento o con fogli di stagno e mercurio: i sottili strati di stagno venivano uniti al vetro tramite un bagno di mercurio ed esercitando pressione; tale processo era costoso e complesso, rendendo lo specchio un prodotto di lusso.

    oppure si usavano i nitrati d'argento che con uno speciale procedimento venivano fissati al vetro... anche questa lavorazione era complessa e molto costosa....

    Quindi rompere uno specchio era considerata una disgrazia o se preferisci "una vera sfortuna"…

    aggiunta

    Per quanto riguarda passare sotto una scala

    Si dice che porti sventura passare sotto una scala perché, formando un triangolo, (costituito alla scala, dalla parete e dal pavimento. ) che dovrebbe essere il simbolo della Trinità e passarci sotto è una grave mancanza di rispetto.

    Ma anche qui secondo il parere di molti (il mio compreso) la tradizione può essere nata dal fatto che passare sotto una scala non porta sfortuna di per se, ma aumentano le possibilità che cada in testa allo "sfortunato" passante, qualche oggetto da parte di chi è sopra la scala (specialmente se è distratto) o che addirittura cada la scala stessa….

  • Iceman
    Lv 5
    1 decennio fa

    ROVESCIARE IL SALE:

    nel cenacolo di Leonardo, Giuda mentre parla all'orecchio a Gesù, con il gomito rovescia la saliera. non si vede nel dipinto xke la tela è consumata

    -----------------------------------

    ROMPERE UNO SPECCHIO:

    Secondo la scaramanzia lo specchio e il settimo elemento che porta sfortuna quindi, ogni elemento porta gli anni d'accordo al suo grado

    il più lungo è il gatto nero 9 anni

    -------------------------------

    PASSARE SOTTO UNA SCALA:

    Porta sventura passare sotto una scala perché, formando un triangolo, è simbolo della Trinità e passarci sotto è una grave mancanza di rispetto

    - Se una nubile passa sotto una scala aperta o appoggiata al muro non si sposerà.

    - Se inciampa, invece sui gradini di una scala, convolerà presto a nozze.

    - Se si inciampa scendendo, è presagio di perdita di denaro.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ti so spiegare quello dello specchio, e credo che la motivazione possa essere simile anche per il sale.

    il mio insegnante di religione delle superiori, nonchè sociologo, ci spiegò una volta qst superstizione:

    quando è stato "creato" lo specchio, centinaia di anni fa, veniva usata l'argilla e solo in pochi ricchi potevano permettersi il lusso di potersi specchiare ogni giorno. romperlo sarebbe stato sacrilegio, spreco di qualcosa che era tanto difficile reperire e possedere. tutto qua. immagino che per il sale possa essere la stessa cosa...osserverò la tua domanda per vedere cosa scrivo gli altri!

    ciao!

  • 1 decennio fa

    si ecco è molto interessante ma bohhhhhhhhhhhhhhhhh

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    allora....

    Hanno entrambe 2 significati simili:

    All'inizio della commercializzazione degli oggetti preziosi, veniva data molta importanza agli specchi, che al periodo venivano costruiti versando uno strato di vetro sopra un sottile strato d'argento (puoi immaginare il valore che avevano!). Gli specchi venivano richiesti in un numero preciso, in modo da lavorare la giusta quantità di argento necessaria. Uno specchio rotto, significava un rallentamento del lavoro di parecchi anni (si dice fossero 7) ed una perdita economica considerevole.

    Per quanto riguarda il sale, la superstizione è riferita ai raccoglitori che dalle saline portavano in spalla i sacchi pieni di sale (al tempo preziosissimo e costosissimo), questi, durante il trasporto dovevano fare massima attenzione a non rovesciarlo, e quando succedeva che un pò di sale cadeva per terra, i poveretti si chinavano immediatamente per recuperare, quanto possibile, il sale pulito e gettarlo dietro le spalle per fare in modo che finisse nel sacco (come il gesto che si fa a tavola)

  • 1 decennio fa

    ah boh...però domanda interessante, complimenti!!

    ti accendo una stellina...ciaooo!!!

  • 1 decennio fa

    Una parola : STRO**ATE !

    stro**ate che l'uomo si e' inventato nel corso dei secoli per incolpare qualcuno o qualcosa come responsabile delle sue disgrazie

  • Anonimo
    1 decennio fa

    penso che lospecchio derivi dal fatto che tu nello specchio ti ci rifletti quindi rompendolo è come se rompi la tua immagine (ma questo non spiega il numero dei 7 annidi sfig...a) per il sale non ne ho proprio idea ma ti accendo una stella perchè trovo la tua domanda affascinante

  • Anonimo
    1 decennio fa

    NON ESISTONO.

    sono tutto il frutto degli antichi che vedevano il male dovunque

    comq navquero in inghilterra le prima superstizione che poi tramandandosi si portarono anche nei nostri paesi

    ciao!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.