promotion image of download ymail app
Promoted
RODAN
Lv 6
RODAN ha chiesto in Politica e governoGoverno · 1 decennio fa

Chi si è fatto due conti sul nucleare?

Io me li sono fatti. Lasciamo perdere tutti gli aspetti negativi.

Non li voglio tenere in conto questa volta, anche se per me hanno grossa importanza.

Ma veniamo ai calcoli:

Molti fanno riferimento alla Francia con in attivo 60 centrali nucleari che soddisfano il 75% del fabbisogno energetico.

Se facciamo una semplice divisione, ogni centrale provvede grosso modo all'1.25% del fabbisogno nazionale.

Per quel che riguarda la popolazione , i francesi sono 61mln contro i quasi 60 mln di italiani, quindi mettiamo da parte la storia che i francesi sono molti di più quindi il loro fabbisogno è molto più elevato.

Quante centrali vogliamo costruire?

3? 4?

Mettiamo 4.

4x1.25=5, molto grossolanamente.

Vogliamo mettere che ho fatto i calcoli in difetto?

Pur se volessi tenerne conto non arriveremmo nemmeno al 10%, tra 20-30 anni.

Nel frattempo le centrali francesi iniziano a perdere colpi...

Aggiornamento:

Cosa ne pensate dei miei calcoli?

Aggiornamento 2:

Non mi pare che siano mai state mensionate le parole 'fonti alternative' dal ministro Scajola, AgroDolce.

Io giornalmente leggo notizie molto interessanti al riguardo ad esempio del fotovoltaico.

- sono usciti nuovi materiali con un rendimento maggiore

- sono state provate delle vernici che migliorano le prestazioni.

Il fotovoltaico è una tecnologia giovane, tutto sommato, dove la fote energetica è assolutamente inesauribile. Parlo ovviamente in relazione alla supposta vita del sole.

Il combustibile radioattivo, come il petrolio, ha una vita breve. Checchè se ne pensi non c'è ne molto di materiale radioattivo sulla Terra, ed il suo esaurimento, previsto tra 50-100 anni, finirà esattamente come il petrolio. Per la legge del mercato, non per altro.

Aggiornamento 3:

AgroDolce, non credo che vedrai mai ridursi le bollette della corrente per merito del nucleare.

Tuttalpiù le vedrai lievitare nel caso si pensasse veramente di iniziarne a costruire una.

In Italia abbiamo il sole, le montagne che sono assolutamente adatte per l'eolico, il nostro Paese è circondato dal mare dal quale potremmo sfruttare l'energia proveniente dal moto ondoso, e questo in brevissimo tempo e sfruttando fonti energetiche infinite.

NESSUN ESPONENTE POLITICO NE PARLA!

Aggiornamento 4:

@alnitak

il problema del petrolio non è solo che si esaurisce. I giacimenti ci sono, ma fino ad adesso si stanno sfruttando solo quelli dove l'estrazione è meno costosa. Questo è stato il successo del medio oriente, ovvero l'estrazione del petrolio a basso costo.

Ti faccio notare una cosa:

Perchè nel Dubai gli sceicchi stanno investendo i loro soldi nel costruire isole ed isolette per il turismo? Forse perchè anche loro non credono che il petrolio non sarà ancora per molto la loro manna dal cielo ed allora è meglio iniziare a pensare al futuro?

Aggiornamento 5:

Beh, il fatto che gli sceicchi fanno isole perchè non sanno cosa farsene dei soldi è una idea, condivisibile, ma non credo sia l'unica.

Quando parli di + tecnologia per estrarre il petrolio significa anche + soldi per estrarlo e quindi prezzo lievitato.

Se compri il Brent estratto nel mare dagli inglesi, lo pagherai mooolto di più del petrolio medio orientale, che appena fanno un buchetto subito zampilla.

Adesso proprio il prezzo del petrolio medio orientale aumenta proprio perchè non zampilla più come una volta e perchè ci sono India e Cina con richieste in vertiginosa crescita.

Aggiornamento 6:

@trottolina

Ma tu pensi seriamente che costruendo centrali nucleari si abbassa la bolletta delle famiglie?

HAHAHAHAHAHAHA

Intanto se puntiamo solo sul nucleare per altri 20 anni dobbiamo continuare a comprarla l'energia dalla Francia, le bollette non scenderanno neanche per idea, anzi, ci saranno caricate le tasse per la realizzazione delle centrali atomiche e quando saranno terminate saranno OBSOLETE, perchè mentre la tecnologia del nucleare è ferma al palo, le altre tecnologie, come solare ed eolico, progrediscono molto velocemente.

Io veramente non capisco perchè vi piace così tanto questo nucleare, perchè qualche str.onzo di politico in tv ha detto che è l'unica cosa possibile?

I politici vogliono il nucleare per una sola fondmentale ragione: far fare affari agli amici imprenditori, i soliti daltronde, che avranno commissioni per i prossimi 20 anni.

9 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    si. il nucleare non è sufficiente. anzi, sarebbe sufficiente ma bisognerebbe costruire molte centrali. e richiede tempi eterni.....

    io credo si debba puntare l'attenzione su questo

    "In Italia poco più del 16% è il consumo interno lordo di energia da fonti rinnovabili. Si colloca, infatti, nella media europea ma deriva per il 65% da fonti idroelettriche e geotermiche, per il 30% da biomasse e rifiuti e appena per il 3% da “nuove rinnovabili”, con un peso dell’eolico pari al 2,1% solare inferiore allo 0,15%".

    questo è quel che è scandaloso. che il 3% dell'energia in italia deriva da fonti nuove rinnovabili. quindi solo il 3% arriva a eolico, solare.....

    pertanto....prima di occuparsi del nucleare...credo sia meglio provare ad aumentare la produzione di energia da fonti come vento e sole. fonti inesauribili e non pericolose.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Importiamo una potenza di 6300MW per compensare il nostro fabbisogno elettrico non soddisfatto dalla produzione interna.

    Con 4 centrali nucleari, a malapena sara' coperta tale quantita'. Ma questo tra soli 15-20 anni se tutto va bene. Intanto nel complesso spendiamo ogni anno 30 mld in fonti energetiche estere.

    Il nucleare puo' essere una soluzione a lungo termine per migliorare il nostro mix energetico, ma non e' certo la soluzione geniale che risolvera' tutti i nostri problemi nell'imediato, come ce lo spacciano.

    Nell'immediato si puo' fare molto, bene e presto. Immaginate soltanto quanta energia quest'estate consumeremo con i climatizzatori negli uffici.

    Vi sono decine e decine di tecniche per produrre raffrescamento negli edifici, alcune le hanno inventate gli Arabi 1000 anni fa, solamente sfruttando l'umidificazione e i circoli d'aria naturali, o sistemi intelligenti di frangisole. Tutti espedienti relativamente poco costosi.

    Abbiamo bisogno di tecnologie soft (cioe' di processi, di idee) prima che di tecnologie hard (le macchine).

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Si, il nucleare non è adatto per tanti motivi. Tra i quali c'è anke il pericolo di fughe o guasti.

    In merito al materiale fissile non sono daccordo tuttavia. Sulla terra almeno per quanto ne sappiamo è raro, ma si sa che il futuro è pieno di sorprese. Se sarà necessario si potranno recuperare intere asteroidi ad alto contenuto di questo materiale in caso di necessità.

    Le fonti alternative sono il futuro, ma lo sarebbe stata la fusione nucleare se non fosse per gli stessi interessi che stanno limitando la diffusione delle alternative.

    L'esaurimento del petrolio è solo una teoria che va avanti da quando si è cominciato ad estrarlo. Potrebbe anke esaurirsi fra 300 anni per quanto ne sappiamo.

    dobbiamo essere noi a prendere la situazione in mano, i cittadini. Puntiamo sulle alternative, cominciano a convenire oramai. Se aspettiamo i governi siamo freschi.

    sono daccordo con Agrodolce cmq. Bisogna come sempre avere una media. Nucleare si, per il momento è una delle soluzioni.

    P:S. Se l'Italia investisse pochi capitali nella ricerca della fusione fredda, con le menti che abbiamo avremmo energia illimitata e facile nel giro di 5 anni. Ditegli questo a scajola. Ciao.

    Rispondo: In brasile estraggono petrolio dalle profondità marine. Per andare ancora + sotto basta avere qualche tecnologia in +.

    Gli sceicchi costruiscono torri isole e robette varie non perkè hanno paura dell'esaurimento dell'olio nero, ma perkè hanno cos' tanti soldi da non sapere più cosa farci. Sanno che il petrolio avrà vita breve non per il suo esaurimento, ma perkè a livello culturale nelle nazioni le cose stanno cambiando. Odiamo tutti il petrolio.

    i canali di sky documentari sono molto utili per mettersi al corrente su questi argomenti. Consiglio a tutti di farseli. Solo il pacchetto documentari. Mentre tutto il resto butattelo.

    Io invece condivido 2 motivi fondamentali per l'aumento del prezzo del petrolio:

    1) speculazioni

    2) mancanza di investimenti nella storia passata

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    Guarda...lascia perdere questi calcoli, pensa a fare i calcoli di quanto una famiglia spende per l'energia.

    Dopo che avrai fatto questi calcoli sicuramente dirai che è meglio comprarla dalla Francia perchè c'è il problema delle scorie.....

    Tutte queste chiacchiere e questi calcoli sono inutili.

    Ti spiegherei la mia idea di dove mettere le scorie, ma è tutto inutile parlarne.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Che sei bravo in matematica... io ho 3

    Però ti dico che servono nuove energie, un pò nucleare, e un pò da fonti rinnovabili... noi paghiamo bollette molto alte perchè dipendenti da altri paesi... dobbiamo trovare un giusta mediazione ti ripeto tra le varie energie, che ci renda più autonomi dai paesi stranieri...

    @rodan, io infatti non sono il portavoce di scajola, io dico quello che per me sarebbe meglio attuare, non quello che per scajola sarebbe migliore...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    la messa in funzione delle centrali già esistenti ma nn oprative coprirebbe ca. il 6/8% del fabbisogno italiano.

    Ora... si parla già di 20 centrali, che cmq non basterebbero ancora.

    Nel frattempo, un'altra centrale in Francia, ha avuto problemi..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Berlusconi con i soldi spesi per Ronaldinho avrebbe potuto comprare degli impianti fotovoltaici a circa 50.000 famiglie italiane: elettricità gratis per sempre.

    invece no, continuiamo a bruciare carburanti fossili da importazione, guardando 22 koglioni che rincorrono un pallone.

    è tutto denaro nostro che va all' estero.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    forse è meglio comperarla dai francesi...

    che la producono a meno di 20 km dal confine...

    almeno non corriamo alcun rischio...

    e la paghiamo di più...

    mi sembra un'ottima soluzione!!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.