Riccardo ha chiesto in SaluteDieta e fitness · 1 decennio fa

Conservanti e coloranti?

Come mai alcuni bibite che comperiamo al supermercato contengono conservanti e altre no? Cosa c'è d'altro che ne permette la conservazione? Perché si dice che fanno male? La stessa cosa vale per i coloranti?

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Le bevande estive (che si differenziano dai succhi di frutta e dagli integratori) vengono giudicate negativamente dalla dieta italiana per la presenza di:

    zucchero aggiunto

    conservanti

    coloranti.

    Il primo punto richiama l'attenzione sull'apporto calorico che (tranne nelle versioni dichiarate light) generalmente è compreso fra 30 e 50 kcal ogni 100 ml. Si può notare inoltre che molte confezioni non riportano neppure l'apporto energetico, ma solo gli ingredienti: anche se non esplicitate, le calorie sono sempre comprese fra 30 e 50.

    Trucco num. 1 – Poiché gli ingredienti sono in ordine di quantità, la persona disattenta potrebbe ritenere che la bevanda A (ingredienti: acqua, zucchero, succo di arancia) sia peggiore della bevanda B (ingredienti: acqua, succo di arancia, zucchero) e invece … dovrebbe continuare a leggere! Infatti nel secondo caso dopo zucchero compare sciroppo di glucosio. Capito il trucco? Per far comparire il succo d'arancia in seconda posizione si suddividono i carboidrati aggiunti in zucchero e sciroppo di glucosio in modo che ognuno di essi sia inferiore al 12% del succo di arancia.

    Il problema delle calorie non si aggira completamente con il consumo di bevande light (0,2 kcal per 100 ml, praticamente apporto nullo) o cosiddette ipocaloriche (sono da poco in commercio prodotti attorno alle 5 kcal ogni 100 ml) perché in molti casi, come vedremo nei singoli prodotti, la presenza di edulcoranti nocivi in forti quantità e l'abbondare di coloranti e conservanti ne fanno comunque prodotti di bassa qualità; in altri termini, la dicitura light non deve ingannare il consumatore, che dovrebbe valutare attentamente gli ingredienti. Andrebbero escluse le bevande che usano:

    edulcoranti – ciclamati (E952 ed E953)

    conservanti - derivati dell'acido benzoico (sodio benzoato o altri, identificati anche dalle sigle da E210 a E219)

    correttori di acidità – derivati dell'acido ortofosforico (identificati dalle sigle da E338 a E341) che sottraggono inutilmente calcio all'organismo

    coloranti – a parte il caramello (E150), altri coloranti tendono comunque a ingannare il consumatore (che bella aranciata rossa!); alcuni sono anche sospetti.

    Trucco num. 2 – Non fidatevi del nome; per esempio l'Oransoda in lattina non è la stessa di quella nella bottiglia di plastica; infatti nei contenitori di plastica vengono usati spesso conservanti (sodio benzoato) che non vengono impiegati nelle lattine. Per cui prima di scegliere una bevanda in confezione di plastica, verificate i conservanti!

    L'uso del trucco num. 2 è particolarmente sgradito quando per motivi commerciali al supermercato non si trova che la confezione di plastica (come ci è successo per la Guizza senza zucchero aggiunto e per l'Orangina, entrambe della San Benedetto)

    Nel nostro esame ci riferiamo alla versione in lattina quando sono presenti le due possibilità.

    Trucco num. 3 - Anche bevande ipocaloriche che usano dolcificanti, spesso eccedono con il gusto dolce, da una parte per attrarre il consumatore, dall'altra per far consumare comunque una quantità maggiore di bevanda. Educare il consumatore a bevande troppo dolci è una pessima abitudine nutrizionistica.

    Considerato che il dolcificante è una strategia di disintossicazione dal gusto del dolce, è deludente notare come molte bevande con dolcificante sono più dolci di quelle con lo zucchero!

    Trucco num. 4 - L'impiego di aromi artificiali è abbastanza classico per dare sapore a una bevanda che senza risulterebbe poco appetibile.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    son tutte robe kimiche ke di sicuro non fanno bene...

  • 1 decennio fa

    si hanno la stessa funzione anzi i coloranti fanno ancora più male...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.