promotion image of download ymail app
Promoted

Tartarughe d'acqua?!?! 10 punti...!!!?

Ciao ragazzi..!!

Volevo comprare 2 tartarughine d'acqua.. Mi dite cose serve x favore..? Cosa devo comprare x l'acquario? Che accessori servono? E quanto costano sia gli accessori che le tartarughine..?? Dattemi dei consigli..specialmente chi ne ha in casa e sa cosa fare...GRAZIE!!!!!!!!!!!!!

Aggiornamento:

tenete conto che non posso metterla in cortile..perchè ho dei gatti..quindi devo tenerla dentro...come faccio x farle prendere sole? Esistono lampade che possano fare apposto del sole?

Aggiornamento 2:

Quello che mi hai scritto l'ho gia letto in un sito...a me serve soprattutto sapere i prezzi...!!

5 risposte

Classificazione
  • Luca G
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Per chi non ha il giardino la soluzione migliore consiste nell’utilizzare un acquario di vetro, materiale che è facilmente lavabile e disinfettabile. Se la tartaruga è giovane e sotto i 10 cm di lunghezza si puo' usare un' acquario delle dimensioni minime di 60 x 30 x 30 cm., naturalmente man mano che crescera' la vasca dovra' essere sostituita da una piu' grande.

    Evitiamo di usare come fondo dell'acquario ghiaia troppo piccola, se ingoiata potrebbe causare una costipazione intestinale, attenti alle piante di plastica che possono ferire l'animale. Evitiamo inoltre il sovraffollamento perché sono animali molto aggressivi e possono arrivare a ferirsi gravemente fra loro.

    L' acquario dovra' essere fornito di una zona asciutta e facilmente raggiungibile dalla tartaruga, che può essere costituita da un pezzo di legno o da delle rocce.

    Temperatura dell'acqua e illuminazione:

    La temperatura ideale dell’acqua è di 24-26°C di giorno con una (non indispensabile) riduzione di circa 5°C di notte. Questo si ottiene con riscaldatori collegati a un termostato (termoriscaldatori acquistabili in qualsiasi negozio di animali, con spesa modica).

    Come è stato gia' detto, di vitale importanza per la salute della tartaruga, è l'esposizione al sole. Durante le giornate calde e soleggiate è un’ottima pratica permettere alle tartarughe di esporsi alla luce solare diretta, fornendo sempre la possibilità di ripararsi all’ombra se la temperatura aumenta troppo.

    Tenete presente che la luce solare filtrata da un vetro o dal plexiglas non apporta raggi ultravioletti ed è perciò inutile.

    Se questo non è possibile si possono utilizzare lampade che emettano lo spettro completo di radiazioni, compresi i raggi ultravioletti. Anche queste lampade sono acquistabili presso negozi di animali. Sono specifiche per i rettili e non vanno confuse con le lampade per i pesci.

    La lampada sostituira' la luce solare. La luce va lasciata accesa per 12-14 ore al giorno.

    Tutto cio' non è necessario se le tartarughe vivono all’aperto o se vengono esposte regolarmente al sole.

    Pulizia dell' ambiente:

    Per evitare problemi di salute alla nostra tartaruga è molto importante tenere pulito il suo ambiente.

    Nel caso del laghetto artificiale o della piscina si procedera' a cambiare l'acqua togliendo con un secchio quella sporca per poi aggiungerne di pulita, senza aspettare che l'acqua sia troppo sporca.

    Nell' acquaterrario è necessario installare un potente filtro, interno o esterno, per eliminare gli odori sgradevoli e l’imputridimento dell’acqua, ed effettuare poi dei cambi regolari d’acqua ogni 10-15 giorni a seconda di quanto si sporca.

    In primavera-estate è la stagione piu' critica, infatti mangiano molto e sporcano molto, quindi è necessario cambiare l' acqua piu' spesso, anche tutti i giorni!

    Da notare che la presenza di MOLTA acqua rende piu' improbabile uno shock termico allorquando si cambia parte dell'acqua stessa (i.e.: cambiare 30 litri di una vasca da 100 piuttosto che in una da 50 rende meno probabile che la tartaruga contragga una polmonite e muoia in una settimana, a causa dell'improvvisa diminuzione della temperatura).

    spero ti sia tutto chiaro!!in bocca al lupo!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    io ho 1 tartaruga d'acqua,io la tengo in veranda in una vaschetta normale solo ke nn te lo consiglio xke la mia a causa del poco sole acqua di rubinetto ha preso il raffredore,quando invece l'acqua si deve riscaldare nel pentolino ho comprare un termostato ke riscalda l'acqua alla tempuratura giusta 26° poi compra un depuratore in modo ke l'acqua nn si debba cambiare xke fa un po puzza cm alimentazione io gli do il pellet nn gli do i gamberetti xke nn sn sterilizzati bn. auguri x la tartaruga ciaoooooooooo

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 1 decennio fa

    alimentazione:

    Devi dare principalmente pesce (poiche in natura è quello che mangiano)

    ideali sono quelli d'acqua dolce e piccoli, tipo latterini e acquadelle... piccoli perchè li puoi dare interi con lische e interiora che sono le parti fondamentali.

    altri pesci che puoi dare sono alici, trota, salmone, merluzzo, gamberetti sgusciati (non spesso perchè sono un po pesanti)....

    il pesce di mare sciacqualo bene, perchè essendo salato può non piacergli :P

    una volta a settimana dai la verdura... da piccole magari faranno i capricci a mangiarla, tu insisti :)

    vanno bene, radicchio rosso, rughetta, tarassico, barbabietole, soia, piante acquatiche, zucchine, carote (queste non spesso e sempre sbollentate, se no sono troppo dure)

    NON DARE insalata e pomodori

    una volta a settimana dai i pellet (Stick appositi con calcio, vitamine, minerali), i Reptomin della tetra sono buoni

    Ogni tanto (ogni 15 giorni) dai pollo o coniglio,meglio se fegatini.

    Se li trovi ogni tanto (1/2 volte al mese) puoi dare i lombrichi.... o anche le lumachine col guscio.

    lascia sempre in acqua un pezzo di osso di seppia, utile per il calcio.

    NON DARE, carne rossa, wurstel, prosciutti, roba in scatola, cibo per gatti/cani, formaggi, pasta, pane, dolci...

    frutta è meglio di no... se proprio vuoi bacche o fragole ma molto raramente

    dai da mangiare tutti i giorni, una volta al giorno, meglio se la mattina. la quantità pari piu o meno al volume della testa.

    man mano che cresce diminuisci la frequenza fino ad arrivare a a 3/4 pasti a settimana da adulte.

    aquario:

    uno qualsiasi anke 1 vaschetta

    temperatura:

    34-36 gradi li possono sopportare, anke fino a 40, però nn x molti giorni... cerca di far abbassare la temperatura di qualche grado, 30-32, ke è quella ke normalmente sta nei laghetti all' esterno in estate...

    quanti litri è la vasca?

    aumenta l' altezza dell' acqua, le trachemys sn abili nuotatrici, nn ti preoccupare nn affogano...

    compraci una lampada uvi cosi assimilano il nutrimento dell alimentazione

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    1 decennio fa

    dunque le tarte costano dagli 8 ai 10 euro...il termoriscaldatore x l'acqua costa altri 10 euro e esiste la lampada a raggi uv anke se sarebbe meglio metterle al sole...se proprio non puoi farlo compra questa lampada ke costa sui 15euro...io ne ho 2...beh ke dirti...appena le acquisti si dovranno ambientare e se non mangeranno sarà normale quindi non preoccuparti...mettile nell'acqua i gamberetti sekki x le tarte e compra delle vitamine da mettere in acqua ke costano 4euro e gli fanno bene!!!poi quando tra qualke mese saranno cresciutelle dagli da mangiare lattuga carote mele gamberi freschi e carne macinata...x le verdure e la frutta saranno un po' restie ma lascia solo quelle in acqua e spinte dalla fame le mangeranno!!!poi lascerai nell'acqua un osso di seppia ke contiene calcio ed èp importante!ma fa queste cose solo quando saranno cresciute...e non farle andare in letargo quest'inverno ke x le tarte piccole potrebbe essere mortale...quindi qst inverno lascia il termoriscaldatore a 25-26 gradi come al solito così non faranno il letargo ma mangeranno poco e sarà normale...vuoi sapere altro???kiedi pure se vuoi!!!baciotti!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Sugar
    Lv 4
    1 decennio fa

    adesso ti spiego tutto dato che ho due tartarughe acquatiche..

    Le tartarughe d'acqua dolce hanno bisogno di spazio per nuotare. Nello stesso tempo, dovendo respirare solo con i polmoni, la loro permanenza in acqua è limitata per cui hanno bisogno anche di una zona emersa facilmente accessibile.

    Le tartarughe sono animali a sangue freddo. Sono quindi attive tra i 10° e i 30°. Sotto i 10° entrano in letargo. Nelle nostre case tuttavia difficilmente si raggiungono temperature inferiori ai 10°. E' consigliabile quindi utilizzare un termoregolatore per mantenere l'acuq calda(non costa molto generalmente meno di 10 euro)e coprire parzialmente l'acquario nelle notti più fredde in modo da diminuire la differenza tra la temperatura dell'acqua e quella dell'aria (brusche diminuzioni di temperatura non fanno certo bene!). Nell'acquario le vostre tartarughe sono costretta a utilizzare la stessa acqua per bere mangiare e per ogni altra loro attività, quindi, per mantere buone condizioni igieniche e quindi prevenire malattie e cattivi odori, è necessario dotarsi di una pompa di ricircolo e di un filtro (i filtri più semplici li potete costruire con una spugna e del carbone attivo). In queste condizioni non sarà necessario cambiare l'acqua frequentemente (in media ogni due o tre settimane).Anche se dimostrano continuamente fame, è importante non alimentarle troppo. La tartaruga, infatti, morirebbe velocemente a causa del grasso che si accumula al di sotto del carapace. E' importante inoltre integrare il mangime con delle vitamine che prevengono malattie del carapace (il rammollimento di quest'ultimo è potenzialmente mortale quindi fate attenzione!). In commercio esistono prodotti che, oltre ad arricchire l'acqua di vitamine e sali, fanno precipitare elementi pesanti quali il cloro, utile per noi esseri umani ma dannoso per le tartarughe.

    E’ indispensabile al suo interno una pompa elettrica, un filtro e una superficie emersa ricoperta da sassolini o sabbia (meglio se fissata con del silicone per evitare il rischio d’ingestione). Il filtro di solito è cilindrico e riempito di piccoli bastoncini in ceramica che fungono da scudo contro i batteri. La pompa elettrica deve avere un’erogazione oraria almeno due volte superiore alla quantità d’acqua da filtrare.

    Bisogna inoltre fornire l’acquaterrario di nascondigli che possono essere radici di piante o pietre decorative non calcaree) ecc.Sopra all’acqua vanno poste delle fonti di calore e di UVA e B come per le tartarughe terrestri.

    Queste devono restare accese dalle 8 alle 12 ore al giorno e se si utilizzano delle lampadine, queste devono essere poste almeno a 30 cm di distanza dal contenitore, per non provocare lesioni all’animale. La profondità dell’acqua deve essere almeno 2 volte la larghezza della tartaruga.

    L’acqua viene scaldata da una termo resistenza o da un tappeto riscaldante con potenza adatta alla quantità d’acqua presente. Le tartarughe palustri hanno bisogno di una superficie emersa maggiore rispetto a quella immersa nell'acqua..

    ti lascio il link di una guida che ti illustrerà tutto ciò che devi fare..trovi anche un'immagine di un acquaterrario...

    http://www.tartarughe.info/allevamento3.htm

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.