peppino86 ha chiesto in Casa e giardinoGiardinaggio · 1 decennio fa

Chi sa qualcosa sulle palme da cocco?

mi piacciono molto le piante tropicali e il cocco specialmente, sapete se può crescere anche da noi se coltivato(sono in sardegna)? naturalmete so che nn genererà frutti ma adoro la pianta in se...

inoltre sapete se piantando il normale cocco che si compra nei market questo può germogliare?

Aggiornamento:

ho un terreno molto vasto quindi nn ho problemi di spazio

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La palma da cocco (Cocos nucifera L. 1753) è l'unica specie riconosciuta del genere Cocos , della famiglia delle Arecaceae, sottofamiglia Cocoideae.

    Nei nostri climi è possibile la coltivazione in serra calda, con aria confinata ed elevata umidità ambientale, luce solare filtrata, concimare 2 volte al mese nella bella stagione, con fertilizzante liquido medio, frequenti annaffiature senza eccedere nelle quantità e spruzzature alla chioma, evitando il ristagno d'acqua, rinterrare annualmente, sostituendo la terra superficiale dei vasi con terriccio di bosco misto ad erica, arricchito con terricciato organico e alleggerito con sabbia.

    In condizioni ottimali nella coltivazione in vaso, può superare facilmente i 2 m.

    Nei Paesi a maggiore diffusione di questa specie, e nei quali le palme si trovano a ridosso di spiagge e aree abitate, si registrano ogni anno numerosi decessi causati da caduta di noci di cocco.

    Pianta molto delicata, negli appartamenti raramente sopravvive più di 2-3 anni, l'apparato radicale è soggetto facilmente al marciume radicale, favorito dal ristagno idrico, gli ambienti con scarsa umidità, le correnti d'aria e la luce solare diretta, provocano il disseccamento delle foglie ad iniziare dai margini, vengono inoltre attaccati da numerosi parassiti.

    Uno dei più temibili parassiti di questa pianta è il Rhynchophorus ferrugineus, noto come punteruolo rosso delle palme. Si tratta di un coleottero curculionide originario dell'Asia, recentemente propagatosi in Medio Oriente e successivamente a tutto il bacino del Mar Mediterraneo, rivelatosi resistente a tutti i mezzi di controllo convenzionali.

    Proprietà medicinali :

    L'acqua di cocco, ricavata dai frutti maturi ha proprietà dissetanti, rinfrescanti e leggermente lassativa

    Le radici vengono utilizzate nei luoghi d'origine per curare i disturbi gastrici

    Per aprire la noce di cocco, forare "gli occhi" con un punteruolo e far uscire il latte. Metterla in forno in una teglia a 200°C per tre quarti d'ora-un'ora. Lasciarla raffreddare, prima di assestare un colpo con un martello.

    Uso:

    Come pianta ornamentale in giardino nei climi adatti, in serra o in appartamento nelle regioni a clima sfavorevole, piante i cui fusti eretti crescono direttamente dalla noce appoggiata al terreno, nei nostri climi viene generalmente coltivata in vaso in ambienti confinati a temperatura ed umidità controllata.

    Nei paesi d'origine per la produzione di noci di cocco, utilizzate per il consumo fresco della polpa e del succo

    Impiegando la copra, per la produzione del burro di cocco un'olio vegetale ad alto punto di fusione, utilizzato in pasticceria come succedaneo del burro, o per la fabbricazione di saponi, colle e appretti, i sottoprodotti della lavorazione industriale della copra, come il panello di copra, vengono utilizzati come mangime per gli animali

    Sempre dalla copra, ridotta in polvere, si ricava una farina utilizzata a fini alimentari.

    Le fibre del mesocarpo danno una fibra detta 'coir utilizzata per lavori di intreccio, tappeti, cordami. Etichettatura tessile sigla CC.

    Con la linfa estratta incidendo le giovani infiorescenze si ricavano il vino di palma, l'aceto di palma, lo zucchero di palma e l'acquavite di palma

    Le giovani gemme sono commestibili (cavoli di palma)

    Dagli stipiti si ricava il legno di cocco, utilizzato per la facilità di lavorazione per mobili, manici d'ombrello, o abitazioni rurali

    Le fronde vengono utilizzate come fibre per intrecciare cappelli, stuoie e tetti per le capanne

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sono quelle palme che fanno i cocchi, poco ma sicuro!

    Fonte/i: Journal of Coconut Plants 46 (2003), 12-18
  • 1 decennio fa

    bhe ci sono posti in italia con un clima che permette la crescita in terrapieno della palma da cocco questi però difficilmente riescono a fiorire e a fruttare uno dei posti dove ci riesce è pantelleria che ha inverni che difficilmente hanno temperature che scendono sotto gli 8° ma se tenuta in vaso con mille premure si riesce a farlo resistere qualche anno certo la crescita ne sarà condizionata paragonabile ad un bonsai rispetto ai cocchi dei caraibi esistono cmq piante modificate geneticamente che si tengono come pianta da appartamento adatte a svilupparsi in un vaso ma sempre cmq dalla crescita limitata il cocco che trovi al market non può germogliare in quanto è da tanto tempo che è stato raccolto e vengono tenuti in celle per il trasporto quindi compromessi per l'eventuale germinazione ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.