Marco L ha chiesto in Giochi e passatempiVideogiochi · 1 decennio fa

Gioco pc MAFIA...!!!!!!!!!!!!!!!!?

Nella missione " Il porto " dopo che uccido tutti i mafiosi....poi devo uccidere Sergio Morello........ma dove si trova. . . .???????

10 PUNTI AL MIGLIOREEEEEE...............!!!!!!!!!!!!!

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Davanti ai capannoni vedrai la macchina di Morello. Lui è li dentro, ma per entrare non basta una porta. In fondo (non dalla parte della locomotiva), ci sono due vagoni pieni di combustibile. Devi impostare gli scambi in modo che il vagone si schianti contro il capannone. Una volta impostati gli scambi, togli il fermo al vagone e vedrai che si schianta e apre il capannone

  • 1 decennio fa

    in fondo al porto vedrai due locomotive, giraci intorno finchè non trovi il punto esclamativo, premi col destro e le locomotive si schiantano in un posto dove c'è morello

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Leggi questa pagina,c'è spiegato passo per passo:

    http://www.soluzionistore.com/dettaglio.asp?id=103...

    Ciao!

  • cerri
    Lv 5
    1 decennio fa

    questi e la souzione con dei trucchi

    MAFIA

    Mafia è un’avventura piena d’azione, ma in parte anche un film interattivo, un capolavoro che ci farà vivere in prima persone le emozioni di film come “Gli Intoccabili”. Iniziamo, questo mese, con la prima parte di una guida che ci aiuterà a scoprire ogni segreto di Lost Heaven.

    UN’OFFERTA CHE NON SI PUO’ RIFIUTARE

    Il nostro lavoro di tassista non si può certo definire eccitante, e anche questa volta ci troviamo lungo una delle tante vie di Lost Heaven, in attesa di qualche anima da portare verso qualche meta. Il trambusto che sentiamo dietro di noi ci fa risvegliare dal torpore

    dell’attesa, e in men che non si dica abbiamo tre loschi individui armati all’interno della nostra macchina. Sono inseguiti da altri individui poco raccomandabili, e le armi che impugnano, così come gli spari che ci sibilano attorno, lasciano poco all’immaginazione. Siamo onesti, ma in una simile situazione non possiamo che obbedire agli ordini dei criminali: fuggiamo, e velocemente, benché la nostra vettura non sia certo un fulmine.

    Per seminare gli inseguitori il nostro consiglio è quello di girare immediatamente nella prima via a destra, andando a zig zag per evitare che ci buchino le ruote a colpi di pistola. Arrivati in fondo alla via non giriamo, ma infiliamoci nello stretto vicolo a tutta velocità, rallentando leggermente solo alla fine, in prossimità degli scalini, evitando così di ribaltarci dopo il salto. Se siamo fortunati a questo punto avremo già seminato i nostri inseguitori, mente in caso contrario proseguiamo a tutta velocità lungo il parco che ci troviamo davanti, infilandoci negli stretti vicoli per far perdere l’orientamento agli inseguitori. Dopo averli seminati, seguiamo le indicazioni dei mafiosi e dirigiamoci verso il bar di Salieri, che ci ricompenserà generosamente per il disturbo. Siamo vivi e più ricchi, oltre ad aver vissuto un’avventura più emozionante delle solite corse per portare i passeggeri qua e la.

    L’UOMO CHE CORRE

    Una notte di riposo e la mattina si ricomincia la routine. Ancora un po’ scossi, riprendiamo la quotidiana attività scarrozzando su e giù per la città i vari passeggeri. Fortunatamente questa sezione è molto semplice: ci basterà evitare di correre troppo per evitare di essere fermati e multati (F5 attiva il limitatore di velocità) e non dovremo incontrare troppi problemi. Facciamo molta attenzione al nostro stile di guida: i nostri passeggeri sembrano piuttosto bacchettoni, e investire un passante o scontrarsi ad alta velocità li farà andare su tutte le furie, facendoci terminare la missione. Dopo aver condotto alle loro destinazioni cinque passeggeri, è il momento di entrare in un bar e godersi una meritata pausa caffè. La sfortuna sembra accanirsi contro di noi, e a quanto pare i tizi che abbiamo seminato la sera prima ci hanno riconosciuto, e non ci sembrano grati per aver aiutato a scappare gli uomini di Salieri. Anche questa volta abbiamo ben poco da fare: mettiamo a correre seguendo le frecce, cercando di stringere gli angoli e di proseguire a zig zag per evitare di essere colpiti. Dopo qualche centinaio di metri arriveremo al bar di Salieri, che insieme ai suoi scagnozzi non esiterà a difenderci ripulendo il mondo dalla feccia che voleva farci la pelle.

    MOLOTOV PARTY

    L’esserci rifugiati da Salieri è stata una buona idea: oltre ad aver salvato la pelle, veniamo accolti a braccia aperte nella “famigghia”. Questo implica l’inizio di una nuova vita, caratterizzata da molti soldi in più, molto rispetto e, ovviamente, una sere di impegni nei confronti dei nuovi datori di lavoro… impegni che non potremo rifiutare. Il primo lavoretto consisterà nel mandare un monito alla famiglia rivale, i Morello, gli stessi dai quali siamo fuggiti durante la prima e l’ultima missione. Niente di troppo violento, in ogni caso: dovremo limitarci a distruggere alcune macchine. Guidiamo dunque sino al punto indicato e, dopo essere scesi dalla macchina, andiamo sul retro, da dove potremo entrare non visti. Avviciniamoci di soppiatto all’individuo che fa la guardia e tramortiamolo con una bella mazzata sulla nuca. A questo punto iniziamo a devastare le tre macchine parcheggiate, ovviamente a colpi di mazza da baseball. Usiamo le molotov solo alla fine, visto che altrimenti rischieremo di far accorrere tutta la banda, che ci metterà poco a eliminarci. Dopo aver spaccato due macchine, divertiamoci pure e eliminare la terza con le bottiglie esplosive, scappando subito dopo in direzione della nostra macchina o, se preferiamo, rubando la vettura che si trova all’interno del capannone.

    ORDINARIA AMMINISTRAZIONE

    Dopo aver fatto capire ai Morello che mettersi contro di noi non è certo saggio, è ora di tornare al lavoro quotidiano. La vita di un mafioso non è certo tutta fatta di pestaggi e minacce: ci sono anche le tranquille riscossioni del pizzo. Prima di lanciarci nell’impresa, passiamo dal nostro armaiolo di fiducia, che ci darà una pistola; in teoria non dovrebbe servire, ma non si sa mai: qualche esaltato potrebbe decidere di reagire bruscamente quando andiamo a riscuotere il pagamento per la loro protezione. Questa missione sarà molto simile a quella del taxi: non dovremo far altro che scarrozzare un paio di amici per la città e aspettarli mentre riscuotono il contante. Non abbiamo molta fretta, quindi prendiamocela con calma e cerchiamo il più possibile di evitare eventuali multe. I primi clienti saranno accondiscendenti, ma a un certo punto ci troveremo a dover raggiungere un motel ubicato fuori città. Dopo qualche istante di attesa sentiremo degli spari e delle urla: il nostro amico Max è in pericolo, ed è nostro dovere fare il possibile per aiutarlo. Andiamo sul retro dell’abitazione e, facendo attenzione ai cani, arrampichiamoci sulle casse per raggiungere il balcone (consigliamo di evitare i quadrupedi, visto che sparandogli rischiamo di attirare l’attenzione degli scagnozzi armati. Una volta entrati in casa muoviamoci lentamente ed entriamo subito nella stanza di fronte, dove troveremo un utilissimo Tomphson, una delle armi più divertenti ed efficaci del gioco. Scendiamo le scale e iniziamo a far fuori i nemici, uno a uno, cercando di non esporci al fuoco nemico. Una volta eliminati quelli tutti quelli che ci sono venuti incontro, appostiamoci in prossimità della porta (senza entrare nella sala) e cerchiamo di far fuori tutti i “cattivi” appostati dietro ai tavoli. Facciamo attenzione soprattutto al signore appostato sul bancone a sinistra: è armato di Tomphson, e può essere molto pericoloso. Dopo aver fatto piazza pulita è il turno dell’uomo in canottiera (non preoccupiamoci se è disarmato, anche lui è un poco di buono), dopodiché potremo soccorrere il nostro amico. Finito il filmato, ci ritroveremo sotto il fuoco dell’uomo in canottiera che, misteriosamente, non è deceduto. Niente paura, basteranno pochi colpi di pistola per calmarlo una volta per tutte.

    Una volta usciti, prendiamo la macchina e partiamo all’inseguimento dell’ultimo elemento della banda, che sta scappando coi soldi: un affronto che pagherà caro, sempre che riusciamo a bloccare la sua fuga. In questa fase è fondamentale evitare di scontrarsi, per evitare di danneggiare la nostra auto, e consigliamo di sparare alle gomme, facilitandoci il compito di bloccare il malvivente.

    SPORTIVITA’

    Don Salieri è uno che ha le mani in pasta un po’ ovunque, e la nostra prossima missione prevede di andare al circuito delle corse per prelevare una macchina e studiarne i segreti. Dovremo essere piuttosto veloci, visto che in poco tempo dovremo portare la vettura dal meccanico di fiducia, Bertone (un personaggio che più avanti nel gioco avrà un ruolo non secondario), e riportarla indietro intatta. Durante il ritorno è imperdibile la scena sul ponte: un uomo sta minacciando di mettere fine alla sua triste esistenza buttandosi di sotto, e tutti i passanti si fermano per osservare la scena… davvero notevole. Tralasciando i commenti estetici, questa volta possiamo evitare di pensare troppo alla polizia, vista anche la notevole velocità del bolide, che di contro non sarà facilissimo da controllare.

    Dopo aver felicemente svolto il nostro lavoro, ci arriverà una notizia piuttosto shockante: dovremo sostituire il pilota durante la gara. E non basta: se non vogliamo far innervosire Salieri ci toccherà anche arrivare primi. Qui di trucchi ce ne sono pochi, e l’unica soluzione è impratichirsi molto nella guida. Se disponiamo di un volante, forse è il caso di utilizzarlo per questa sezione, visto che ci aiuterà non poco a pennellare le curve in maniera più precisa.

    Una volta superata con successo la gara, potremo decidere se andare da Salieri per la prossima missione o se tornare da Bertone, che ci indicherà come rubare un nuovo veicolo.

    MEGLIO FARCI L’ABITUDINE

    Siamo al bar di Salieri, punto nodale di tutto il gioco, come abbiamo visto. Chiacchierando con Luigi, questi ci chiederà di fargli un favore: accompagnare a casa la bellissima figlia, che negli ultimi giorni era stata infastidita da un gruppo di balordi che frequentano la zona. Iniziamo a passeggiare di fianco a lei, scortandola verso la sua dimora quando, a un certo punto, incontreremo il gruppo di teppisti, che dovremo sistemare a cazzotti, utilizzando come unica arma il tirapugni. Non ci vorrà troppa abilità per avere ragione di questi criminali da mezza tacca, e una volta arrivati a casa della giovane fanciulla, questa ci ringrazierà come solo una donna sa fare.

    Una volta tornati da Salieri prepariamoci a dare una lezione definitiva a questo gruppetto di perdigiorno: passiamo da Vincenzo per armarci e poi, scelta la vettura da utilizzare, rechiamoci nel luogo prestabilito. Nella prima sezione sarà fondamentale NON utilizzare la pistola per evitare di avvertire i boss della zone. Facciamoci

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    vedi che dove ci sono ormeggiate le navi ci sono dei container sulle rotaie...

    la macchina di morello è parcheggiata vicino ad una saracinesca...fai in modo che il container, un volta tolti i fermi sotto le ruote, vada a schiantarsi lì...attento però a come sono messi i binari nei vari incroci...poi entra e massacra tutti...voglio 10pt.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.