Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Fede ha chiesto in ViaggiItaliaItalia - altro · 1 decennio fa

ehi!sapete con quali criteri vengono assegnate le stelle ad alberghi ed Hotel?

Ciao!volevo saper da voi illuminazioni in merito visto che a volte non noto particolari differenze tra un 2 stelle, per esempio e un 3 stelle, a parte il costo...

grazie!

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    La legge prevede che gli hotel vengano contrassegnati, in ordine decrescente, da 5, 4, 3, 2 o 1 stella. É poi prevista la denominazione aggiuntiva «lusso», per gli hotel classificati con cinque stelle in possesso degli standard tipici degli esercizi di classe internazionale.

    Spetta alle leggi regionali fissare i criteri per la classificazione delle strutture ricettive tenendo conto delle dimensioni, dei requisiti strutturali, dei servizi offerti e della qualificazione degli addetti, dei criteri e modalità della prenotazione di camere. La legge si limita a prescrivere i requisiti minimi che devono avere gli esercizi ricettivi per essere classificati come hotel sono:

    — capacità ricettiva non inferiore a sette stanze;

    — presenza di almeno un servizio igienico ogni dieci posti letto;

    — un lavabo con acqua corrente calda e fredda per ogni camera;

    — un locale ad uso comune;

    — impianti tecnologici e numero di addetti adeguati e qualificati al funzionamento della struttura.

    Per determinare le categorie degli hotel, cioè per assegnare il numero di stelle adeguato, si usano dei punteggi che crescono al migliorare della dotazione di impianti, dei servizi che gli alberghi sono in grado di garantire, dell’ubicazione ecc.. Anche in questo caso, come si è visto per le agenzie di viaggio, le leggi regionali emanate sono abbastanza uniformi e utilizzano parametri molto simili, anche per quel che riguarda la prenotazione di camere. Dispongono, per gli hotel a una stella, che abbiano caratteristiche per le quali siano assegnati almeno trenta punti, per quelli a due stelle almeno ottanta punti, fino ai 340 punti degli alberghi a cinque stelle-lusso.

    Il bagno privato in tutte le camere vale 30 punti, se ne sono dotate il 90% delle stanze sono assegnati 25 punti, se le camere con bagno sono il 70% i punti sono 20 ecc.

    Il portiere di notte vale 10 punti, come il servizio in camera 24 ore su 24; il telefono diretto in ogni stanza dà 8 punti, come il telex; il televisore a colori in ogni camera conta 5 punti, quello in bianco e nero 4; per la piscina coperta 10 punti, per quella scoperta 5; e via dicendo.

    La classificazione degli alberghi viene eseguita su richiesta dell’albergo stesso, il quale deve indicare, nella sua domanda, il punteggio raggiunto, che risulta dalla somma delle attrezzature di cui dispone.

    L’ente al quale va presentata la domanda varia da Regione a Regione. In certi casi è la Provincia, in altri la Regione stessa. L’assegnazione della categoria avviene dopo un accertamento eseguito dall’organo competente.

    La domanda va rinnovata ogni cinque anni.

    Si potrebbe quindi ritenere che una classificazione oggettiva come quella indicata permetta valutazioni sempre uguali e quindi che le classificazioni alberghiere siano assegnate in modo uniforme. In realtà non è così: hotel con lo stesso numero di stelle presentano, spesso, standard qualitativi differenti.

    Spero di esserti stato d'Aiuto

    Ciao

  • 1 decennio fa

    La speranza (dico speranza, in quanto è vero quel che tu sostieni: specie, spesso tra gli alberghi a 2 e 3 stelle, la diffrenza è impercettibile) sarebbe quella che vorrebbe precisi criteri nell'assegnazione di queste stellette, che dovrebbero guidare l'utente di tali locali. Sia quanto a servizi effettivamente offerti, sia quanto a prezzo realmente richiesto. Le stellette dovrebbero sempre tener conto della posizione dell'hotel, del comfort proposto, della qualità dei vari servizi offerti .... insomma le doti generali e globali. Di fatto, capita spesso e volentieri che alcuni alberghi a 2 stelle si rivelino addirittura migliori (pur a prezzi inferiori) ad analoghi hotel a 3 e/o più stelle !!!!! Almeno, nel nostro mitico ex-Bel Paese .... come sempre, all'Estero questo particolare sistema di identificazione dei vari alberghi è reale ed attendibile !!!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    il sistema di attribuzione delle stelle è attualmente piuttosto lasciato al gestore (e al mercato), nel senso che più stelle ci sono e più costa la stanza, ma se a parità di classificazione ce ne sono altre (nei dintorni) meno costose e più accessoriate, il gestore rischia di uscire dal mercato e quindi 'downgrada' l'albergo.

    Un esempio di quanto ti sto dicendo avviene a Napoli, per combattere la cattiva pubblicità in seguito alla spazzatura, molti 5 e 4 stelle hanno deciso di togliere una stella o due per rendere più competitivo l'albergo (anche, bada bene, quando la monnezza non li interessava in quanto posizionati altrove).

    E' allo studio una proposta di legge (annunciata da Berluska un paio di settimane fa) per normalizzare l'attribuzione delle stelle, ovvero mettere su carta ciò che un albergo deve avere per giustificare ogni singola stella, con criteri oggettivi che oggi non esistono.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.