Le rane albine devono stare per forza in acqua?

Scusate vorrei comprarmi una rana albina (prima non mi piaceva adesso si) però ho già l'acquario con i pesci e so che le rane albine mangiano i pesci. Mi vorrei comprare una vaschetta da metterci acqua, ma per forza acqua? Acqua e terra non è possibile? Oltre all'acqua stanno pure nella terra?

Aggiornamento:

Quanti cm arrivano le rane albine, volevo sapere soprattutto i cm di lunghezza e altezza e poi se posso tenerle in una vaschetta con terra e una cotola d'acqua per nuotare

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    In natura le Xenopus laevis vivono tipicamente in acque stagnanti con uno spesso fondo melmoso. Nonostante siano esclusivamente acquatiche, possiedono dei polmoni ben sviluppati, con i quali respirano aria dalla superficie dell'acqua. Anzi, senza un costante accesso alla superficie e quindi all'aria soprastante, le Xenopus soffocano rapidamente.

    Per alloggiare le Xenopus va bene quasi qualsiasi acquario, l'importante è che sia a prova di fuga: sono regine dell'evasione, spiccando salti senza preavviso e riuscendo a passare per fessure impensabili. L'acquario deve essere quindi ben coperto, ma allo stesso tempo assicurare la necessaria ventilazione.

    Le Xenopus adulte arrivano a circa 10-15cm di lunghezza, e anche se possono essere allevate da sole, sono animali sociali, che interagiscono tra di loro, per cui sarebbe preferibile allevarle in gruppo; il minimo per loro sono 40 litri per 2 rane, 60 litri per 4 rane. Sono molto aggressivie e voraci, se tenute allo stretto possono anche attaccarsi tra di loro e mostrare episodi di cannibalismo.

    Questi anfibi preferiscono acqua stagnante e tranquilla, il filtro si può usare, a patto che produca una corrente molto ridotta, che non disturbi le rane, per esempio un filtro a spugna con areatore. Se l'acquario è molto grande si può usare anche un filtro esterno, facendo in modo che la bocchetta di uscita dell'acqua sia rivolta verso un ramo o una pietra, che diffonda il flusso in tutte le direzioni, disperdendolo; può essere utile anche "allungare" l'uscita incastandovi un pezzo di tubo di gomma tutto bucherellato nella lunghezza, in modo che l'acqua esca dai fori tipo "innaffiatoio", rpovocando meno corrente.

    Purtroppo è facile che le piante acquatiche vengano distrutte da queste rane, per cui non si può fare affidamento su di loro per migliorare la qualità dell'acqua; in questo caso qualcuno ha avuto successo con il Pothos, la comune pianta da appartamento: basta metterne qualche talea con il gambo immerso nell'acqua e le foglie fuori, in modo che non marciscano: le radici che presto il Pothos emette assorbono i nitrati molto velocemente ed efficacemente.

    Sabbia o ghiaino corrono il rischio di essere inghiottiti dalle Xenpus nella foga del pasto, e possono dare seri problemi al loro apparato digerente, per cui per una vasca a loro dedicata è meglio usare ghiaia grossa , diametro superiore a 10 mm, e pietre grandi e lisce. Tollerano un'ampia gamma di temperature, ma è comunque meglio allevarle tra i 15 e i 27°C, cioè quella abituale delle nostre case.

    L'illuminazione non deve essere troppo intensa, perchè sono abituate in natura a vivere in acque fangose e torbide, inoltre non è nemmeno strettamente necessaria, in quanto le Xenopus non consentono la coltivazione delle piante.

    Non sono rane che si possono allevare con i pesci: sono ingorde e diventano grandi, difficile trovare pesci che non entrino nella loro grande bocca, anche perchè con pesci troopo grossi e aggressivi il problema ci sarebbe al contrario per le rane. Meglio allevarle in acquari monospecifici.

    Alimentazione

    Generalmente parlando, le Xenopus dovrebbero essere alimentate tutt'al più una volta al giorno, con la quantità di cibo che consumano in 10 minuti. La sovralimentazione e l'obesità sono una delle cause di morte di queste rane, come l'inquinamento dell'acqua.

    Uno dei lati positivi della loro ingordigia è che, a differenza di molti altri anfibi che sono problematici da alimentare, loro mangeranno qualsiasi cosa si metterà in vasca di commestibile. Sono gli unici anfibi che possono essere nutriti anche con mangime secco.

    Particolarità

    - Sembra anche che, anche se più raramente rispetto ad anfibi come Pleurodeles e Cynops, anche le Xenopus siano in grado di "rigenerare" gli arti persi per cause traumatiche.

    - Scappano con molta facilità, basta dar loro anche la più piccola possibilità e loro non se la lasceranno scappare.

    - Possono vivere anche fino a 15 anni, quindi quando si prendono bisogna essere consapevoli che andranno curate per tutto questo tempo.

    - Si riproducono facilmente e inesorabilmente, e bisogna tener conto delle centinaia di piccole rane che si dovranno accasare.

    Fonte/i: Le mie ranocchiette albine (Xenopus Laevis)
  • 1 decennio fa

    un'acqua dolce

    a 25 ° è la temperatura ideale, visto e considerato anche gli altri ospiti che hai in vasca.

    è difficile che riesca a nutrirsi perchè se hai pesci rossi la divorano! Per quanto riguarda il cibo è sempre utile variare: prova a darle del chironomus surgelato o liofilizzato (meglio il primo), del tubifex e dei gamberetti.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.