->BiBi<- ha chiesto in Matematica e scienzeBotanica · 1 decennio fa

Come si trattano i pre-bonsai

come si invasano, in che terra, quando...?

Aggiornamento:

. . . idiota . . .

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Un prebonsai è una pianta che è stata impostata e coltivata per essere trasformata in bonsai. E' fondamentale coltivare i prebonsai in vasi capienti con terriccio abbondante in modo da favorire una rapida crescita. Solo dopo l’impostazione definitiva la pianta viene trasferita nel vaso bonsai.

    Trattando il pre-bonsai è anche importante impostarlo in modo tale da poter essere riconosciuto in uno dei seguenti stili previsti dall'arte giapponese: eretto formale, eretto casuale, inclinato, prostrato, a cascata, ventoso, a scopa rovesciata, literati, su roccia, a boschetto, a zattera.

    Rispondendo a questa domanda ma anche alla tua precedente...la composizione del terriccio varia secondo le specie coltivate, comunque, in linea generale, si può dire che il terreno deve essere molto drenante per favorire la respirazione delle radici. Una miscela composta per 2/3 di akadama o pomice a granulometria media e 1/3 di terriccio universale è adatta per quasi tutte le piante.

    Sempre al pre bonsai è possibile applicare del filo che serve a dare la forma voluta e il movimento ai rami e al tronco in modo da ottenere un insieme armonioso secondo lo stile adottato. Il filo può essere applicato in qualunque periodo ma è necessario controllare la crescita della pianta affinchè il filo non incida la corteccia.

    In linea generale dopo circa un anno un pre-bonsai può essere rinvasato in un vaso da bonsai, poi ci sono quelle specie un po' particolari (glicine, biancospino etc) che hanno bisogno di trascorrere un periodo più lungo da pre-bonsai. Il rinvaso deve avvenire nel periodo previsto dalla specie di bonsai (come ti dicevo, è sempre meglio guardare le tavole del link che ti avevo mandato) se non si è botanici esperti.

  • 1 decennio fa

    allora

    x il terriccio questo deve avere:

    - buon drenaggio

    - buon mantenimento

    - buon passaggio di aria

    allora, per soddisfare tutte queste cose devi vedere le dimensioni dei grani di terra: più sono grandi e più ci sono aria e acqua e quindi il bonsai cresce di più. Se lo vuoi mantenere piccolo (cosa migliore) scegli un terreno abbastanza fino, ma non polveroso, magari fatto a palline piccole di terreno di 2-4mm (così si sviluppano le radici) e ogni volta che cambi contenitore aggiungi nuova terra e mischiaci un pochino di sabbia (non tanta mi raccomando), altrimenti usa la POMICE che è ottima!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    bene !!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.