cosa m consigliate per le vene varicose?

sto tutto il giorno in piedi per lavoro e in piu ho una predisposizione genetica...ultimamente m stanno uscendo queste vene orrende che m danno anche dolore,cosa posso fare?

10 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ....ciao...

    Ecco tt le spiegazioni...

    Come si manifestano

    La comparsa di sottili linee blu che delineano le vene sotto la cute può essere un primo segno dello sviluppo delle varici. Nelle forme più gravi, le varici venose appaiono come raggruppamenti di vasi visibilmente dilatati, tortuosi e bluastri. L'aspetto tortuoso che finiscono per assumere nei casi più gravi è dovuto al fatto che, oltre a dilatarsi, si allungano e perciò perdono la linearità.

    Le varici sono in genere associate a senso di pesantezza della gamba, dolore, faticabilità, sensazione di calore, irrequietezza notturna e occasionali crampi notturni. Il gonfiore è di solito circoscritto alla caviglia e al piede. Spesso si aggrava nel corso della giornata, ma può diminuire durante la notte perché stare sdraiati facilita il ritorno venoso in direzione del cuore. I sintomi possono accentuarsi dopo che si è stati a lungo in piedi, soprattutto se fermi, nei mesi più caldi, durante il ciclo mestruale e nelle prime fasi della gravidanza.

    Lo stadio di sviluppo delle varici in cui ci si comincia a preoccupare dipende in gran parte dall'età e dal sesso. Gli uomini in genere e le donne più anziane per lo più si rivolgono al medico solo quando i sintomi diventano fastidiosi con tendenza all'aggravamento. Per le donne più giovani l'aspetto delle gambe è molto più importante e il trattamento viene richiesto per ragioni estetiche prima ancora della comparsa dei sintomi.

    Quali sono i rischi

    Una pressione venosa sempre elevata, oltre che causare raccolta di liquidi nei tessuti (edemi), può anche modificare visibilmente la colorazione della pelle nelle zone colpite. Le venule troppo dilatate possono rompersi provocando la formazione di macchie marroni che, da ristrette aree cutanee, nei casi più gravi possono allargarsi ai tessuti circostanti. Le modificazioni possono interessare la struttura stessa della pelle che diventa secca e squamosa oppure umida e appiccicosa. Soprattutto in seguito a piccoli traumi, possono formarsi vere e proprie ulcere da stasi (ristagno della circolazione) venosa. Quando sono presenti colorazione rosso-bruna attorno alla caviglia, eczema con intenso prurito, edema, indurimento sottocutaneo e ulcera si parla di sindrome da stasi.

    Le vene varicose possono inoltre facilitare la formazione di un coagulo di sangue che può andare ad ostruire la vena e provocare una flebite. La flebite si manifesta con un forte dolore alla gamba, polpaccio caldo, gonfiore, dolore alla pressione, febbre. In caso di flebite indispensabile una visita medica (vedi scheda Trombosi venosa).

    Cosa si deve fare

    Se si svolgono attività che costringono a stare molto tempo in piedi, sollevarsi spesso sulle punte: questo semplice movimento facilita la risalita del sangue dalla gamba verso il cuore.

    Non restare a lungo seduti con le gambe a penzoloni, come può accadere in treno o in automobile. Per lunghi viaggi in automobile non indossare indumenti stretti e fermarsi almeno ogni ora per una breve passeggiata.

    Dormire coi piedi sollevati di qualche centimetro rispetto al cuore. Si può eventualmente far approntare da un falegname una sorta di leggio composto da due superfici di legno di 100x80 cm che si apre a cerniera sul lato minore. Il lato opposto a quello cernierato sarà alzato di 20-30 cm rispetto al piano orizzontale. La tavola a ribalta andrà posta tra rete e materasso. La struttura del rialzo consente di chiuderlo durante il giorno.

    Non appoggiare le gambe su sgabelli e non dormire con un cuscino sotto i piedi, perché in questa posizione il ginocchio sospeso nel vuoto blocca la vena poplitea e ne riduce il flusso.

    D'estate non esporre le gambe al sole né fare sabbiature. Camminare a lungo dentro l'acqua del mare immersi fino al bacino; anche il nuoto è molto utile. È dannoso invece passeggiare sulla battigia facendosi schiaffeggiare le caviglie e le gambe dalle onde.

    Se costretti a letto da qualche malattia, muovere frequentemente le gambe.

    Evitare giarrettiere, elastici e gambaletti che ostacolano la risalita del sangue.

    Ridurre il peso corporeo in eccesso.

    Non indossare scarpe con i tacchi troppo alti o troppo bassi: in ambedue i casi manca l'effetto pompa della pianta del piede e la circolazione delle gambe ne risente.

    Preferire la doccia al bagno perché più difficilmente l'acqua calda corrente provoca vasodilatazione.

    Camminare almeno un'ora al giorno. Nuoto e bicicletta sono le attività fisiche più indicate per chi ha problemi di circolazione.

    Evitare di fumare e di bere alcolici perché riducono la funzionalità circolatoria.

    Molto utili sono le calze elastiche a compressione graduale, studiate apposta per chi soffre di vene varicose (scegliere attentamente il modello adatto con l'aiuto del medico o del farmacista). E' importante indossarle al mattino restando sdraiati e prima di scendere dal letto.

    Quando rivolgersi al medico

    Quando si avverte prurito alla caviglia o questa presenta una colorazione brunastra e la pelle tende a fessurarsi.

    Quando compaiono i segni di una flebite (dolore, rossore, gonfiore, prurito).

    Quando il dolore alla gamba con varici si fa persistente e fastidioso.

    Una visita medica è sempre necessaria per valutare l'opportunità di un intervento chirurgico di rimozione delle vene varicose o per altre forme di intervento (es. terapia sclerosante).

    Spero di esserti stata d'aiuto!!!

  • Anonimo
    7 anni fa

    Massaggi Anti Vene Varicose

    La pratica dei massaggi regolari intorno alla zona interessata da vene varicose contribuisce ad alleviare il disagio associato a vene varicose. Le tecniche di massaggio, come linfodrenaggio, massaggio circolatorio sono particolarmente utili perché aumentano la circolazione generale.

    Diamo un'occhiata ad alcuni dei più efficaci massaggi per prevenire e combattere le vene varicose:

    1. Massaggio Circolatorio

    Questa tecnica consiste nell'applicare brevi massaggi, l'obiettivo principale è quello di mobilitare il sangue raggruppato nelle vene varicose che scorre in direzione del cuore.

    2. Massaggio Linfodrenante

    È una tecnica di massaggio che consiste in dare colpi superficiali che stimolano la circolazione e decongestionano i vasi linfatici che consentono al sangue di fluire liberamente.

    3. Pressoterapia

    Questa tecnica di massaggio prevede l'applicazione di una pressione in ordine crescente, partendo dai piedi per raggiungere l'altezza dell'addome su base continua, in questo modo raggiunge i vasi linfatici, stimolando la circolazione e la rimozione di liquidi, sali, grassi e tossine.

    Il praticare questa tecnica esercita una pressione sulla zona da trattare in modo che ritorni il flusso di sangue ai contenitorii intravascolari, evitando così che ricompaiano nuove vene varicose effettuando un drenaggio delle vene. Questo trattamento viene eseguito in sessioni che hanno una durata di 30 minuti e viene effettuato in sequenze di 10 a 20 intervalli.

    4. Massaggio Fatto In Casa Per Varici

    È anche possibile fare il massaggio anti vene varicose nel comfort della vostra casa. In questo caso, qualcosa di molto importante che si deve tener conto è il fatto che gli stessi non vengono mai eseguiti direttamente su le varici.

    Si consiglia di iniziare sempre dal piede, passando per il polpaccio fino a raggiungere l'altezza dei fianchi. In questo modo ciò che stiamo cercando è quello di stimolare il drenaggio linfatico e mobilitare la congestione dei tessuti che consente al sangue di fluire verso il cuore.

    Come Eseguire Un Massaggio Anti Vene Varicose

    La tecnica è abbastanza semplice, richiede solo un po' di pratica e perseveranza per essere in grado di apprezzare i risultati

    Queste sono alcune delle raccomandazioni che voglio darvi prima di iniziare il massaggio:

    Utilizzare il palmo della mano ed esercitare una pressione con le dita sulla zona circostante delle vene varicose, mai eseguire i massaggi direttamente sulle varici.

    Evitare la pressione con la punta delle dita.

    Per favorire il ritorno venoso, l'ideale è di sollevare le gambe a 45 gradi durante la sesione.

    Come Eseguire Il Massaggio

    Le operazioni da eseguire per realizzare i massaggi anti vene varicose sono le seguenti:

    Sedetevi su un comodo divano o sul letto con le gambe leggermente sopraelevata su un cuscino.

    Iniziare a fare massaggio circolare con le palme delle mani sulle gambe a partire dai piedi e lentamente passando per i polpacci. Continuare i massaggi circolari in questo modo fino alle cosce.

    Il massaggio deve avere una durata minima di cinque minuti per ciascuna gamba.

    Oli, Creme E Lozioni Per Massaggi Naturali Anti Vene Varicose

    A l'ora di eseguire massaggi anti vene varicose, è essenziale evitare l'attrito sulle vene varicose. Questo è il motivo per cui è sempre consigliabile utilizzare un qualche tipo di lubrificante per eseguire questi massaggi.

    Le creme e lozioni per capelli possono essere una buona alternativa, anche se tenendo in considerazione la mia esperienza personale, posso dirvi che la scelta migliore di tutte sono sempre stati gli oli.

    È possibile preparare un eccellente olio da massaggio con una miscela al 50% di olio di oliva caldo e tintura di mirra.

    Da parte sua, le creme e lozioni sono un trattamento ideale per combattere la pelle superficiale influenzata da vene varicose.

    Forse uno degli svantaggi delle creme per trattare le vene varicose è che i suoi benefici non sono visibili a breve termine. Al fine di valutare i risultati è necessario essere costanti nella realizzazione del massaggio. In questo modo è possibile determinare se la stessa ha raggiunto risultati o meno.

    Gli ingredienti più comuni in creme anti varicose sono l’estratto di castagno delle Indie, hammamelis e l'arnica. Queste erbe sono ottimi vasodilatatori per le vene, stimolano la circolazione, forniscono un'azione antinfiammatoria e riducono il dolore, perche forniscono un effetto analgesico.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    metti le calze elastiche anche se senti caldo...stai a riposo e ..se ti fai la ceretta ..sulle gambe cambia modo di depilarti ..cioè passa alla lametta o alla schiuma perchè chi soffre con le vene varicose eè meglio che nn si depila con la ceretta ...ciao

  • 4 anni fa

    Vene Varicose

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 anni fa

    Get Rid Varicose Veins Naturally?

  • 1 decennio fa

    Devi mettera la calza elastica per non peggiorare la situazione

  • 4 anni fa

    Per curare rapidamente la candida consiglio di consultare questo sito http://eliminarelacandida.netint.info/?c5PB

    Le infezioni vaginali da candida sono molto comuni tra le adolescenti e le donne adulte: il 75% circa delle donne prima o poi nella vita sarà colpita dalla candidosi.

  • 1 decennio fa

    c'è una buona crema della bottega verde...altrimenti chiedi in farmacia...sicuramenti ti sapranno consigliare una crema adatta...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    devi stare un po' a riposo anche a me prima uscivano metti un pò di gentalin a pomata

  • ?
    Lv 7
    1 decennio fa

    nn fidarti del fai da te, ne' tantomeno vai dal tuomedico di base, con la salute nn si scherza, consulta uno specialista, nn sn soldi buttati c'e' di peggio cmq.ciao.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.