Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCani · 1 decennio fa

Aiutatemi!Il mio cane potrebbe essere affetto da epilessia..è sotto osservazione x adesso

Chi di voi sa spiegarmi i primi sintomi di epilessia che si manifestano in un cane?Da cosa nasce e se si può curare.

Grazie

7 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Epilessia. Termine che, ancora oggi, suscita ancestrali timori, perché un tempo (e neanche lontanissimo) era associata a possessioni demoniache, tanto che le improvvise crisi della "Malattia Sacra" erano imputate a incursioni del demonio nell'anima di chi ne soffriva. Da decenni ormai sappiamo che la vera epilessia è una malattia neurologica di natura ancora incerta che si esprime con crisi dovute a vere e proprie scariche elettriche che provocano una sorta di cortocircuito nei centri cerebrali. Per fortuna, negli ultimi anni la farmacologia e, più recentemente la chirurgia, hanno fatto passi da gigante e sono pochissimi i soggetti sfortunati che non rispondono bene alle cure.

    La "malattia sacra" colpisce anche i felini - Se nel gatto l'epilessia è molto rara, nel cane invece è molto frequente, anche se è necessario fare una distinzione netta tra l'epilessia e le crisi convulsive che, essendo molto simili alle crisi epilettiche, possono essere erroneamente diagnosticate.

    Mamma gatta a rischio - Facciamo qualche esempio: un abbassamento del calcio nel sangue, come può accadere nella femmina che allatta un notevole numero di cuccioli, può dare luogo a crisi convulsive e spasmi tetanici che nulla hanno a che fare con il "mal caduco". Basta una fleboclisi di gluconato di calcio per far cessare tali crisi e restituire la puerpera al suo pieno stato di salute.

    Se la causa delle convulsioni è l'ipoglicemia - Un altro esempio è l'abbassamento degli zuccheri nel sangue (ipoglicemia). Che accada per un eccesso di insulina terapeutica o secreta da tumori delle isole pancreatiche, come gli insulinomi, una ipoglicemia può scatenare crisi convulsive che apparentemente simulano l'epilessia. Idem la febbre molto elevata, specie nei cuccioli (come nei bambini).

    Se la vittima è il cucciolo di cane - Di norma l'epilessia compare nel cane in età giovanile, tra 1 e 5 anni, e può avere diversi andamenti. Possono presentarsi rare ed occasionali crisi, anche severe, ma di breve durata che non lasciano alcun segno già pochi minuti dopo l'attacco, mentre possono presentarsi crisi gravi, lunghe e frequenti precedute da una sintomatologia sfumata (che il proprietario spesso impara a riconoscere), detta "aura" e da intontimento nelle ore successive alla sua cessazione (postitto).

    Le razze più soggette - Vi sono alcune razze più colpite di altre: ricordiamo il Barbone, il Pastore tedesco, il Bassethound e il Cocker Spaniel, tra queste ed è accertata una sua familiarità se non ereditarietà.

    La diagnosi - Un esame neurologico (mai effettuato durante e subito dopo una crisi) e una batteria di esami del sangue volti ad escludere malattie in grado di causare crisi convulsive fuorvianti, permetterà di diagnosticare l'epilessia e di impostare una cura che si avvale oggi, per il cane, di quella pietra miliare che sono i barbiturici, mentre, nei casi più ostinati e ribelli, associazioni di potassio bromuro e altri farmaci riescono, se non a guarire, a contenere le crisi in un numero annuo ragionevole.

    La terapia - Per chi possiede cani epilettici l'unica cosa da fare durante una crisi è somministrare, per via rettale (mai niente per bocca o per iniezione) il Diazepam che si trova già pronto nell'apposita siringa da clisma. L'insorgenza di crisi convulsive in cani adulti o anziani è una decisa indicazione per effettuare una risonanza magnetica, oggi alla portata (anche di borsa) in campo veterinario. Purtroppo molti tumori cerebrali si esprimono con crisi similepilettiche.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Non ti preoccupare amica, è una malattia che si può curare, anche se è noiosa sia per lui che per te, noiosa perchè non si guarisce, la mia cagnolina l'ha manifestata quando aveva 3 anni ora ne ha 10, i primi sintomi sono come quelli per gli umani, si intirizziscono tutti gli arti, il respiro si fa affannoso, tirano fuori la lingua, e gli occhi gli si rovesciano, ma durano pochi attimi i primi tempi comunque vai dal veterinario lui ti consiglierà meglio, io per scoprirlo l'ho dovuta portare a Bologna alla clinica veterinaria dell'università, dove gli hanno fatto sia la TAC che la risonanza magnetica alla testa, ora la curo con i medicinali per l'epilessia dei bambini, dato che è di piccola taglia, e mi raccomando non lo fare accoppiare con nessuno, potresti trasmettere la sua malattia a qualche figlio o nipote.

    Ciao amica ti auguro buona fortuna

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ho un a tolettatura per cani e gatti ed a volte cpitano cani epilettici....capita persino che abbiano una crisi sotto tolettatura!credo ci siamo farmci che controllano lo stato di epilessia e credo che ci sia di peggio per un cane

  • Anonimo
    1 decennio fa

    la mia amica ha un cane con l'epilessia gli attacchi che ha avuto sono stati 3/4 ma non fà cure particolari ma penso che tu debba trovare una clinica veterinaria che hanno il veterinario neurologo si cura con medicinali simili se non uguali ai nostri luminale, tegretol, i sintomi le pupille si presentano miosiche e assente non risponde ai comandi trema cioè a clonie degli arti possono essere anteriori o posteriori può fare la bava di bocca di epilessie ci sono forme diverse il grande male il piccolo male la cosa migliore e andare subito a farlo vedere.

    Fonte/i: affetta da epilessia
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    sono simili quelli degli uomini spasmi, bava occhi verso l'alto...ma è comunque guaribile,l'ho letto ieri su un sito del canile!!stai tranquilla e stagli vicino intanto che aspettate il responso...e fagli una carezza anche da parte mia!!:)

  • mula
    Lv 4
    1 decennio fa

    Si può tenere sotto controllo con alcuni farmaci.

    Uno di questi è Gardenale.

    fatti spiegare tutto dal veterinario, comunque sotto terapia gli attacchi dovrebbero quasi sparire e dovrebbe poter fare una vita "normale"

  • 1 decennio fa

    Nn lo mi spiace per te e il cane

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.