Anonimo
Anonimo ha chiesto in Gravidanza e genitoriAdolescenza · 1 decennio fa

Sono caduta dinuovo,mi hanno scoperta e non so più che fare

oggi dovevo passare la giornata a casa del mio ragazzo,ed è successo l'irrimediabile.abbiamo pranzato,ma proprio tanto,un piatto di pasta al pomodoro con formaggio,una fettina di carne,una banana e mezza pesca,non ce la potevo fare.ho detto che dovevo darmi una sciacquata xkè avevo sudato tanto,sn andata in bagno,ho aperto l'acqua della vasca e del rubinetto ed ho vomitato tutto,mi sono bastati 5 minuti,quando sai ke devi fare in fretta esce tutto più velocemente,ho anche provato a fare piano,senza versi,x quanto possibile.mi sn data una sciaqcuata,ho sistemato il trucco e mi sn pettinata i capelli.

sono uscta e lui non sospettava nulla,ero soddisfatta di me,ancora una volta ero riuscita a raccontare una bugia,nessuno ha mai visto giusto nei miei giochi.verso il pomeriggio lui tira fuori una vascetta di gelato,metà al cioccolato e metà al pistacchio,qst volta avevo deciso di non toccarlo proprio,ma ha insistito tanto,mi ha detto a me fa piacere quando mangi e sei felice,allora ho preso un cucchiaio di ogniuno,ma non mi bastava,ormai era partita l'abbuffata,ho finito tutta la vasketta,e lui mi ha anche deriso,mi ha detto ma sei peggio di un carrarmato.mi sono sentita una *****,prendo una bottiglia d'acqua gassata e me la scolo tutta in meno di un minuto.lui mi dice ke dobbiamo uscire x comprare le sigarette,e in quel momento mi si illuminano gli occhi,il bar è a 2 minuti da casa,quindi andandoci a piedi non sarà di ritorno prima di 5-7 minuti,gli dico che ho le gambe stanche e che preferisco aspettarlo sul divano,lui non è molto convinto,ma alla fine mi lascia stare ed esce d casa,appena sbatte il portone corro in bagno,apro l'acqua del rubinetto e inizio a vomitare quella *****,che però non ne voleva sapere di uscire,o almeno non voleva uscire tutta,ho perso la condizione del tempo,e piangevo e vomitavo,e quei rimasugli di gelato misto a succhi gastrici si mischiava alle lacrime,a un certo punto sento lui che mi urla simo,ma che ti senti male?sicura di stare bene?non starai mica vomitando vero?non starai mica vomitando apposta?io non riuscivo neanke a parlare,mi do una sistematina al volo,esco dal bagno e mi lancio addosso a lui,inizio a piangere e gli racconto l'inferno degli ultimi 5 anni,il motivo stupido x cui ci sn entrata,le prese in giro da parte delle stronzette che mi chiamavano grassa a 15 anni,la mia ossessione,il mio sentirmi forte quando mi affamo e muoio di fame e la mia disperazione quando perdo il controllo.lui è rimasto sconvolto,ha detto che era meglio se mi accompagnava a casa,e in macchina mi ha detto che aveva già sospettato qualcosa,ma che non credeva arrivassi a tanto,e che era meglio finirla qui,xkè io non voglio farmi aiutare e lui non riesce a stare con me e vedermi distruggermi lentamente.ero in preda alla disperazione,l'unica cosa x cui ogni tanto trovavo speranza era lui,era il mio amore,adesso sono veramente sola nell'oscurità,sono sola xkè non ho più nessuno,lei mi ha allontanato dal mondo,ha rubato anni,amicizie,studio e divertimento.ma la cosa orrenda è ke non è finita qui,lui x aiutarmi è andato al commissariato di mio padre,e visto ke ormai erano anni che li avevo presentati gli ha raccontato tutto!!!gli ha detto ke la sua bambina non è perfetta,sembra felice,ma in realtà non sa neanke mangiare un gelato senza poi correre in bagno dopo.aiuto!!!!!!ho solamente voi ragazze,adesso sia mia madre ke mio padre mi obbligano a mangiare qualcosa a tavola,e mi controllano ogni volta che vado in bagno.mia sorella quando l'ha saputo si è messa a piangere e mia mamma ha dato la colpa alle selezioni di moda che ho fatto 2 settimane fa,dice ke li mi hanno messo in testa strane idee e che a settembre non mi farà iniziare il corso di portamento,xkè la salute viene prima di ogni altra cosa.adesso mi rimanete solamente voi,e se solo sapesse di questo gruppo non so cosa farebbe,credo ke non mi farebbe neanke più avvicinare ad internet.mi sento in trappola,mi sento un fallimento come anoressica e una ***** di bulimica,credevo di aver trovato il paradiso,la perfezione,adesso tutto mi è crollato addosso,adesso non mi resta ke piangere.

a voi è successo mai?e come avete fatto a riconquistare la fiducia dei vostri genitori e di ki vi sta intorno?

14 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Kikka...posso immaginare quello che stai vivendo. E' un incubo.

    Da quanto tempo soffri di bulimia? Lo hai confidato a qualcuno prima che "ti scoprissero"?

    Tu ti rendi conto che così ti rovini l' esistenza?

    Ti rendi conto che può portarti alla morte?

    Vuoi uscirne fuori?

    ...ha ragione tua madre, la salute viene prima di tutto. Prima di qualsiasi cosa.

    Fatti forza Kikka...tira fuori le unghie e combatti, combatti contro te stessa se ce n'è bisogno.

    Combatti contro questo mondo bast*rdo che ti vuole sempre magra, sempre bella, sempre PERFETTA.

    La perfezione non esiste.

    Il paradiso che tu hai citato si, ma non è quell che hai trovato.

    Il paradiso è la gioia di vivere e di amare.

    Tu non devi pensare alla fiducia dei tuoi genitori e di chi ti sta intorno, tu devi riconquistare la tua vita, perchè da sola non puoi farcela.

    Fidati di me, da sola non se ne esce.

    Rivolgiti a qualche centro specializzato, dove potranno aiutarti.

    Chiedi al tuo ragazzo di non abbandonarti, chiedigli di darti la forza. Certe volte è difficile aiutare gli altri, sai? E' difficile sentirsi impotenti di fronte alla donna che ami e che si sta distruggendo.

    Tu vuoi distruggerti?

    Tu vuoi morire?

    Non credo...dunque...fai qualcosa per cambiare in meglio la tua vita.

    Cosa significa che ti senti un fallimento COME anoressica?

    Dovresti sentirti un fallimento PERCHE' anoressica...

  • 1 decennio fa

    Non so cosa scrivere di preciso.

    Ho pura di formulare una risposta che non sia all'altezza del tuo problema.

    La Bulimia e l'Anoressia sono malattie accertate direttamente dall'ente sanitario. Esistono delle vere e proprio associazioni che aiutano decine, centinaia di ragazze come te con il tuo stesso problema.

    Da soli è difficile uscirne ma con l'aiuto di uno psicologo e quello di un nutrizionista ce la puoi fare, devi farcela perchè con gli anni molte persone sono arrivate a situazioni tragiche dove non vi era più rimedio.

    Ti sei resa conto di avere un problema e praticamente metà del lavoro lo hai già fatto. Chiedere aiuto a qualcuno che ti possa dare una mano concreta è il secondo, ma non lo devi fare per i tuoi genitori o per il tuo ragazzo, lo devi fare per te stessa, per il tuo amor' proprio, per non sentirti più schiava di una malattia che ti sta mangiando dentro. Se tornerai a essere te stessa allora automaticamente anche le persone che ti staranno accanto staranno meglio.

    Riprenditi la tua vita in mano, affronta di petto il problema e non farti problemi a chiedere un aiuto sia ai tuoi genitori che a dei medici.

    Se hai la forza di volontà ce la puoi fare, ma devi volerlo con tutta te stessa.

    Da parte mia ti invio tutti i miei auguri di una vita serena e felice.

    Spero che tu possa un giorno guardarti allo specchio ed essere orgogliosa di quello che riflette.....

  • Anonimo
    4 anni fa

    più che cercare di riacquistare l. a. fiducia dei tuoi genitori devi cercare di riacquistare fiducia in te stessa e nella vita... sei sicuramente giovanissima, goditi l. a. vita senza pensare a ciò che pensano di te alcune ragazzine stupide... è proprio adesso che devi ridere... adesso che finalemente non sei più sola ma c'è qualcuno che conosce il tuo segreto e il tuo dramma e che potrà aiutarti... fidati dei tuoi genitori e permetti loro di starti vicino e aiutarti a guarire... perchè che tu lo ammetta o no... sei malata (perdonami l. a. franchezza ma è così).... hai bisogno di treatment, anche mediche... solo così potrai venir fuori da questo inferno... non voglio farti l. a. morale... ho semplicemente qualche anno e un po di esperienza in più a te... anch'io tengo molto al mio aspetto fisico... e a 36 anni e dopo un figlio riesco advert indossare ancora l. a. taglia forty... è ovvio che certe volte è faticoso tenersi in linea, vado in palestra e cerco di non abbuffarmi a tavola evitando magari cibi troppo calorici... ma a volte mi concedo anche delle trasgressioni.... insomma l. a. mia linea non condiziona l. a. mia vita e il mio rapporto con gli altri.... e certamente non metterei mai in pericolo l. a. mia vita e l. a. mia salute solo consistent with continuare advert essere una taglia forty... se dovessi aumentare di peso nonostante le mie buone abitudini non sarebbe di certo un problema.... ricorda che il cibo è uno dei tanti piaceri della vita.... non rinunciare a vivere...

  • 1 decennio fa

    quando sono davanti a questi casi mi riempio di sconforto

    non riesco a tollerare che la gente possa distruggere una persona moralmente fino a farla arrivare a rovinarsi la vita

    basta con ste teste di *****

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    oltre ke ha ritrovare la fiducia dei tuoi genitori devi ritrovare te stessa..

    l'unica è parlarne apertamente cn i tuoi e consultare 1esperto x cercare d uscirne..

    sarà 1percorso difficile ma cn il loro aiuto ce la farai..

    nn dv stare così x delle persone oke ke t davano dll grassa..

    x cercare d far ricredere quelle xsone ora stai peggio tu..

    fregatene di quelle e cerca l'aiuto dll tua famiglia..

  • 1 decennio fa

    i genitori esistono x fortuna ank x affrontare insieme qsti problemi...chiedi a loro di portarti da qualcuno che ti faccia star bene..nn credo che loro ti abbandoneranno..purtroppo sei stata traumatizzata psicologicamente x colpa delle offese altrui quando eri piu piccola, ma adesso che sei cresciuta devi affrontare il problema e volerlo tu stessa cn tutto il cuore..uscire da qsto inferno..xk è dura davvero..vai da uno psicologo, ci sn i consultori gratuiti..poi lui ti dirà che fare e sicuramente ti indirizzerà da qualche specialista..ma ne esci solo cn la tua volontà..gli altri possono starti vicina..ma la forza di vivere deve essre solo la tua...in bocca al lupo

  • Non sono mai stata nella tua stessa situazione, ma stavo x caderci credimi...Pensa solo che se ne esci sarai molto + felice credimi!! l'unica cosa, è fatti aiutare, da uno psicologo magari, lui sa cosa fare x aiutarti e sa come convincerit ad accettare te stessa...non caderci ulteriormente x favore...lo sai anche tu ke le conseguenze sono gravi, gravissime!!! VOLERE è POTERE se tu vuoi uscire dal tunnel e rivedere la luce...e ricominciare ad essere felice davvero...PUOI ma devi VOLERLO...vuoi essere felice? allora fiassatelo bene in mente e metticela tutta x aiutare te stessa...e non per autodistruggerti...

    credi in te..!

  • michy
    Lv 5
    1 decennio fa

    m dispiace moltissimo..so k nn c conosciamo ma se t va d lasciare il tuo contatto msn potremmo parlare qnd ti va e qnd ti senti sola..cmq secondo me hai bosogno d'aiuto..d uno specialsta e dell'affetto delle persone ke t vogliono bene..nn aver vergogna a kiederlo!bacio..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    fatti aiutare da qualcuno ..fatti aiutare dai tuoi parenti..parla con il tuo ragazzo.. cerca di cambiare..so che è difficile perchè anche una mia amica c'è passata ,a ma con la forza delle persone che ti stanno accanto superi questa cosa..

    in bocca a lupo.. ed ha ragione tua mandre la salute prima di tutto..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Mi dispiace tantissimo... Davvero...

    Secondo me dovresti lasciarti curare...

    Inoltre chiedi aiuto ad amici, genitori e al tuo ragazzo per non sentirti sola...

    Di' loro che hai bisogno del loro aiuto... Baci

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.