TRITTICO ha chiesto in Politica e governoImmigrazione · 1 decennio fa

Il divieto di massaggiare sulle spiagge ha in realtà finalità propagandistiche-punitive contro gli extracom.?

Il divieto di massaggiare sulle spiagge ha in realtà finalità propagandistica-punitiva contro extracomunitari?

Non mi convince la tesi del ministro della salute (sanità?) Francesca Martini secondo la quale massaggi estetici e terapeutici effettuati dalle cinesi in spiaggia possano essere pericolosi per la salute di chi vi si sottopone.

Nelll'illustrare la nuova ordinanza ha dichiarato: "'Ritengo fondamentale che non sussistano nel nostro Paese presunte extraterritorialita', grazie alle quali non solo vengono potenzialmente lesi gli standard di sicurezza per i cittadini ma anche la credibilita' di chi opera in questo settore. Per questo chiedo la collaborazione dei Sindaci dei Comuni interessati e di tutti i gestori di stabilimenti balneari''.

Ecco appunto della serie "accerchiamo l'extracomunitario così i cittadini anche durante il relax di una vacanza saranno testimoni della nostra propaganda di liberazione dal nemico straniero"..

Ma non sono i cinesi ad avere fama d'essere i migliori massaggiatori al mondo?

Mi pare l'arte del massaggio sia nata da quelle parti, tanto tempo fa o vogliamo cancellare la storia "per decreto" perchè l'ha deciso il ministro?

La recita di pseudo-efficentismo e interventismo di questo governo di attori non ha mai fine, riguarda ormai ogni ambito della vita di questa sfortunata nazione.

Il provvedimento, firmato mercoledi' scorso, entrera' in vigore il giorno della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e durera' fino alla fine della stagione balneare in corso. L'intervento ministeriale viene motivato in considerazione del fatto che ''ogni attivita' con effetti diretti sulla salute deve essere svolta solo da operatori in possesso di adeguata e comprovata preparazione e competenza''.

Tradotto: la lobbie di questi "operatori ufficiali" malvede questi massaggiatori da spiaggia che gli fa guadagnare meno quindi ha chiesto alla ministra di metterli fuorilegge...Tutto il resto sono secondo me scuse.....

Voi comunque che ne pensate?

Aggiornamento:

DAI SU SIAMO SERI:

I PROBLEMI DI SALUTE CHE A DISTANZA DI MESI DAL MESSAGGIO QUALCUNO PUO' SVILUPPARE NON DIPENDONO DA QUEL MESSAGGIO...

Ci sono un sacco di estetiste e fisioterapiste italiane che lavorano in nero, non occorre aspettare di incontrare le massaggiatrici cinesi sulla spiaggia per avere a che fare con chi evade le tasse...

Aggiornamento 2:

@ Giuseppe e a tutti gli affilliati della solita manfrina delle tasse (non vedete altro nella vita voi? preoccupazione unica, massima e assoluta: le tasse) faccio notare che il provvedimento contro le massaggiatrici non ha nessuna valenza di lotta all'evasione fiscale (nella qual evasione gli italiani non sono certo meno esperti di qualunque extracomunitario), essendo un provvedimento che parte dal ministero della salute viene introdotto a titolo di presunta tutela della salute pubblica non per altre ragioni che voi state impropriamente nominando...

se mi basasassi sull'interpretazione letterale di ciò che state scrivendo ogni volta che definite buoniste le persone di buon senso dovrei zittirvi bollandovi "cinici, meschini" ma io sono sufficientemente libero di testa da non avere la vostra necessità di classificare per forza chi non ha il sufficiente grado di coscienza per mettere a fuoco ciò che io ed altri stiamo osservando...

Aggiornamento 3:

Molte risposte che sto leggendo dimostrano che la propaganda vi impedisce di rimanere persone, vi state trasformando in ANIMALI esattamente come i politici governativi che si sono mangiati il vostro cervello...

Aggiornamento 4:

SOTTOLINEO CHE NON C'E' NULLA DI NATURA FISCALE, FINANZIARIA O TRIBUTARIA NEL PROVVEDIMENTO IN QUESTIONE IN QUANTO E' STATO EMANATO DAL MINISTRO DELLA SALUTE NON DAL MINISTRO DELLE FINANZE O DELL'INTERNO QUINDI PIANTATELA DI TIRARE FUORI QUESTIONI DI TASSE E MICA TASSE...SMETTETELA DI INTERPRETARE A MODO VOSTRO, ATTENETEVI AI FATTI!

27 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Ah, guarda, per me è probabile... Tra l' altro sono leggi assurde... Mi domando dove arriveremo... A Treviso tempo fa hanno tolto le panchine perchè loro si sedevano... Ti rendi conto? Uno magari finisce di lavorare ed è stanco ma non si può sedere in una panchina al parco perchè il sindaco è razzista e ignorante... In altri se ti sposi con uno straniero adesso vogliono controllare, ma controllare cosa? A me non sembra giusto...

    In altri dopo le 23.00 non ci si può sedere sulle panchine se si è in più di 3!!! Ma dove stiamo andando a finire? Ma stanno impazzendo o cosa?

  • Marta
    Lv 5
    1 decennio fa

    Credo che buona parte di questo provvedimento sia la propaganda anti-immigrato portata avanti da questo governo.

    Però mi chiedo; se tu fossi un fisioterapista che ha studiato per cinque anni, che per aprire uno studio in regola ha dovuto aspettare l'ASL, il comune, che è soggettto a mille controlli e che paga regolarmente le tasse, non ti darebbe fastidio vedere una persona (italiana o straniera) che fa quello che tu faresti mille volte meglio non pagando un euro di tasse su quello che guadagna?

    Boh, quando si parla di lavori di questo tipo o di ambulanti non riesco a vedere la distinzione straniero/italiano ma solo evasore/onesto.

  • NIKITA
    Lv 6
    1 decennio fa

    se la motivazione addotta è di tipo igienico sanitario mi aspetterei allora un controllo anche delle estetiste professioniste. In italia èpieno di estetiste abusive che lavorano a casa in nero. Una verifica anche a loro?

    ma un libero cittadino può o non può decidere da chi farsi massaggiare?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    per una volta sono d'accordo con il governo

    te lo dico perchè bazzico per fisioterapisti e anche in questi casi a parte l'igiene

    un massaggio mal fatto può avere gravi ripercussioni a distanza di mesi

    oltre al fatto che si evadono le tasse pagando queste persone in nero

    e se io non posso evadere non vedo perchè loro possano farlo

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    con tutto il rispetto...

    ma chiunque potrebbe girare sulla spiaggia "vendendo" massaggi...

    dal primo idiota che non sa neppure cosa sia un massaggio all'ultimo dei maniaci.

    se qualcuno di voi è felice di mettersi nelle mani di una persona che poi , se vi fa del male, è assolutamente irrintracciabile...

    beh contenti voi.

    io so solo che per fare i fisioterapisti ci voglioni 3 anni di università

    per essere operatori shiatzu ci vogliono 3 anni di corso e la registrazione su un albo.....e così via.

    ps

    si questo è un mondo cattivo! questa regola è fatta contro i poveri extracomunitari che praticano massaggi in buona fede a povera gente bisognosa......

    va al fresco che è meglio....il sole ti fa un pò troppo male!

    e cvonfondi il razzismo con la tutela della salute!

    anche la tua.

  • 1 decennio fa

    scusa ma perchè devo farmi massaggiare la schiena dal primo sconosciuto di turno (senza neanche uno straccio di competenze accertate), e dare soldi in nero senza fattura? che poi sicuramente la gran parte non avrà neanche i documenti in regola! Bravi, continuate ad alimentare il racket.. stessa cosa vale per gli ambulanti! Se comprate da loro fate il gioco dei pesci grossi..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Che sia per l'uno o per l'altro motivo, non vedo perchè un italiano in regola se vuole aprire un centro massaggi deve compilare quintali di documentazione, pagare tasse allo stato, pagare tasse per la fornitura di servizi - vedi enel ecc.ecc. - aspettarsi le probabili ispezioni della guardia di finanza mentre la cinese se ne stà sulla spiaggia partecipando di fatto all'evasione fiscale. Non siamo tuti uguali di fronte alla legge ? Mi sembra che la "finalità propagandistica-punitiva" esista solo se vieto agli extracomunitari di aprire un Centro Massaggi. Se poi vogliamo parlare della "storia del massaggio" cinese và anche ricordato che si usvano tecniche particolari, oli essenziali e che il tutto era inserito in un rituale millenario, il che ha poco a che fare con una sdraio da spiaggia. Ora non è che chi non la pensa come te sia "cinico e meschino", probabilmente dovresti smettere di tirarti rose addosso e imparare un pò di umiltà. Il "grado di conoscienza" è un concetto molto dubbio, sopratutto perchè se lo misuriamo sulla capacità che hai di inventarti cose e "metterle a fuoco" siamo tutti geniacci. Ti vorrei inoltre ricordare che chi paga tasse probabilmente lavora dalla mattina alla sera petr farlo, lo fà malvolentieri e non ha niente da imparare da un ragazzino presuntuoso che giudica gli altri.

    Comincia a pagare un IRPEF con aliquota alta e poi regalaci le tue perle di saggezza - e questo è detto da qualcuno che non paga ancora le tasse - Secondo te se la massaggiatrice mi lesiona un muscolo a chi chiedo i danni ?? Ai pesci ?? Se soffro di artrosi e i suoi messaggi mi aumentano il dolore dove la ritrovo questa ?? Con tutto il rispetto io non ti giudico un "buonista" ma qualcuno disinformato dei fatti.

  • 1 decennio fa

    Quoto BENNIBEN

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il problema non è il massaggio in sé, ma la mancanza di controlli sugli olii e le creme che queste massaggiatrici usano. Dici che le massaggiatrici sono in maggioranza Cinesi, quindi c'è il rischio che gli olii (se entrati in Italia senza i debiti controlli) possano contenere sostanze nocive se assorbite dalla pelle.

    Si potrebbe allora adibire una 'area massaggi' in spiaggia (un gazebo o una struttura aperta) IN REGOLA dove chi vuole usufruire del servizio lo può fare in tutta tranquillità. Se poi le massaggiatrici sono Cinesi piuttosto che Italiane, Canadesi, Cambogiane o Klingons a me non interessa, basta che abbiano documenti e licenze a posto.

    Lo stesso vale per i venditori ambulanti. Se un Senegalese decide di aprirsi un negozio di abbigliamento ben venga, ma se vende merce contraffatta per strada non ci sto.

    Comunque altri answeriani non hanno detto cavolate: se mal praticato, un massaggio può essere deleterio. A prescindere dalla nazionalità della massaggiatrice.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    guarda sotto sotto una cosa cattiva non è; nelle spiagge della mia zona non è mai capitato che ne vedessi, però penso che dove sono presenti potrebbero usare oli o altre sostanze che siano dannose. certo, già che si è cominciato su questa linea i controlli dovrebbero essere restrittivi anche per quanto riguarda le estetiste/i e fisiotertapiste/i italiane/i, sia per quanto riguarda i prodotti che usano sia per quanto riguarda la diligenza con cui lavorano; parlo di questi lavori perchè è di questa catrgoria che stiamo parlando. per quanto riguarda gli immigrati, beh sappiamo bene, e non è certo una novità che in un governo dove ci sono bossi, maroni, alemanno(e dico la verità, berlusconi non ce lo metterei)non sono graditi; e non parlo di gradimento a livello selettivo, cioè i buoni ok, i "cattivi" vanno puniti(perchè in questo sono d'accordissimo); parlo di non gradimento in tutti i sensi; non gradiscono persone di colore, cinesi e non italiani in generale.

    Fonte/i: come al solito preciso di non avere preferenze politiche
  • 1 decennio fa

    Guarda, ti riporto un pezzo pubblicato da PagineMediche.it:

    Ma quali sono i rischi ai quali si espone chi acconsente a sottoporsi a questi massaggi in spiaggia? Gli esperti sono concordi: un massaggio scorretto potrebbe causare un’anomalia nel ritmo cardiaco o una manipolazione sbagliata della cervicale esporrebbe le persone anziane a seri rischi.

    L’Associazione Fisioterapisti Italiani ricorda che un massaggiatore professionista si preoccupa di conoscere eventuali patologie e disturbi del singolo paziente prima di procedere ad un massaggio che, invece di rilassare, può rivelarsi controproducente e dannoso. Spesso le persone non sanno nemmeno di soffrire di qualche disturbo alla schiena o alla cervicale e mettersi nelle mani di massaggiatori non professionisti può rivelarsi un grave errore di valutazione. Gli esperti mettono in guardia anche dai prodotti utilizzati dai massaggiatori in spiaggia: oli e creme di dubbia provenienza che possono causare eczemi e allergie.

    Aggiungo che la stessa cosa vale per i tatuaggi con L'hennè...che possono causare allergie.E se ti succede qualcosa,poi,con chi vai a protestare?inoltre così contribuisci a far crescere il fenomeno del lavoro nero...il discorso vale sia per i cinesi sulle spiaggie,sia per le italiane, senza attestati, che ricevono in casa...ciao ^^

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.